Social Media Marketing

Gli Hangout di Google+: arriva Showcase ecco come funziona la nuova feature e casi d’uso

Con un post pubblicato ieri sulla pagina ufficiale, Google+ lancia una importante evoluzione che perfezionerà l’uso dello strumento Hangout: Showcase App! (in Italiano App Vetrina ndr)

Sin da quando è nato Google+, il servizio Hangout ha permesso al canale di distinguersi dai suoi più diretti competitor che ancora non avevano pensato di lavorare sulla comunicazione video tra i contatti, proprio questo gap ha fatto si che i video ritrovi diventassero un vero plus per il canale che ne incentivasse l’adozione. In particolare è l’aspetto di utilità dal punto di vista pratico che ha reso gli Hangout vincenti:

  • per l’utente a cui ha permesso di godere di uno strumento che accorciasse le distanze tra parenti e amici permettendo di fatto un’interazione face to face come se ci si trovasse nello stesso posto;
  • per il business dove i videoritrovi sono diventati un’ottima e utile risorsa aziendale per promuovere eventi, azioni, organizzare seminari onair, pianificare meeting (anche in congiunzione con Eventi) o proiettare video conferenze.

Oggi assistiamo ancora ad una crescita degli Hangout che va verso quello che potrei definire un potenziamento lato business perché di fatto stiamo parlando di una vera e propria introduzione di nuove e interessanti feature che permetteranno all’utente di godere di un’esperienza di partecipazione molto più ricca e completa.

Cos’è Showcase App?

Essenzialmente è la possibilità di migliorare l’esperienza dell’utente mentre segue un Hangout On Air, attraverso l’uso di informazioni aggiuntive che gli permettono di arricchire e scoprire nuova conoscenza su quanto viene presentato durante la diretta. Queste informazioni aggiuntive hanno la forma di link, presentati come condivisioni di post in una sezione dedicata.
Quel che l’organizzatore potrà condividere e l’utente avrà la possibilità di visualizzare durante la diretta, sono:

  • link a siti web o pagine specifiche;
  • video su Youtube;
  • merchandise;
  • contenuti del Play Store (come ad esempio album musicali o app).

Questa esperienza è fruibile direttamente sulla schermata che proietta il video in onda all’interno della sidebar sulla destra.

Come funziona?

Quando si crea un Hangout in diretta, dalla schermata principale quella di setup visualizzata ancor prima di iniziare la diretta, è sufficiente cliccare sul pulsantino giallo a forma di tag per attivare le opzioni di vetrina, così come si fa per le Q&A.

Attivare-showcase

Una volta avviato l’hangout cliccando sulla stessa icona che appare nella barra degli strumenti sulla sinistra si ha accesso al menu che consente l’inserimento dei contenuti da visualizzare in vetrina.

Hangout online

Dalla schermata che appare a destra, molto facile da comprendere, è sufficiente iniziare a digitare il link che si vuole condividere o sfruttare il classico copia ed incolla e, dopo qualche secondo di caricamento, il link viene inserito con un’anteprima all’interno della colonna sottostate.

Hangout vetrina

Ora abbiamo la possibilità di modificare il link scegliendo un’anteprima adeguata o lasciando le immagini che di default recupera dal sito, consiglio di scegliere le più significative, che verranno poi mostrate attraverso un minislider.

Hangout vetrina modifica

Hangout-seleziona-modifica

Una volta completate le modifiche e spuntata la voce “mostra elemento”, il contenuto sarà visibile a tutti i partecipanti all’hangout che a questo punto possono esplorarli. Questa azione può anche esser lasciata in standby e attivata solo al momento del bisogno, quando ad esempio in diretta viene fornita una informazione che può esser supportata da un link con contenuto aggiuntivo.

Cosa succede dal punto di vista dell’utente?

L’utente non visualizza in automatico Showcase, anche se un alert lo informa della presenza, per attivarlo c’è bisogno di cliccare sull’iconcina a forma di tag gialla (che impareremo a conoscere con l’uso).

attiva-servizio

A questo punto sulla destra apparirà la lista di tutti i link che l’organizzatore ha deciso di condividere con l’audience.

vetrina-attiva

Best practices

Una feature di questo tipo, per quanto semplice possa sembrare l’idea, in realtà diventa un ottimo aiuto per chi deve organizzare un seminario o pianificare una callconference. Pensate solo a quante volte durante un evento vengono richieste le slide o i link che si menzionano e spesso non è semplice appuntare tutto mentre si ascolta, in questo modo il relatore può organizzare anticipatamente i contenuti che desidera condividere e mostrarli (spuntando il link di visualizzazione) man mano che li menziona durante la diretta.

Altra idea, proposta da Google stesso, è quella di utilizzare Showcase per dare degli incentivi a chi segue l’evento come link speciali che vengono condivisi, mi viene in mente, solo in un determinato momento dell’hangout come sconti o risorse riservate e attivare il monitoraggio (sui link ad esempio tramite goog.gl) per intercettare le conversioni che si possono ottenere.

Ecco ad esempio come Showcase è stato utilizzato durante l’hangout in diretta per presentare il nuovo film Down of Apes. Puoi visionarlo cliccando qui.

hangout showcase3

Insomma, nuovi scenari e nuove possibilità ci arrivano da questa nuova feature, sicuramente da tenere sott’occhio!

Co-founder dell'agenzia, si occupa di sviluppare strategie Social e di Link Building intervenendo nell'ideazione, scelta e creazione dei contenuti nonché sviluppo dell'interfaccia comunicativa dei contenuti. In ambito design è occupata nello sviluppo di siti web, dalla radice all'interfaccia, e nella realizzazione di contenuti che siano più efficaci per comunicare in rete: infografiche, grafiche specifiche per i Social, User Interface per siti e landing page.

Guarda tutti i post di

Area di discussione: dicci la tua!

  • costanzo pinotti

    Molto interessante sopratutto la possibilità di interagire.. Il problema è con i video: sono in lingua Inglese e non molti riescono a cpire esattamente cosa si stà dicendo. Le soluzioni possono essere due: 1) con un link andare alla lingua che si vuole 2) mettere i sottotitoli sempre nella lingua che si vuole ma non scorrere troppo veloci. Distinti Saluti Costanzo Pinotti

    • Potrebbero esser delle soluzioni si, inserire dei link appositi che traducano simultaneamente il contenuto anche se la vedo un po’ macchinosa come soluzione, ma si può fare. Forse più semplice quella che dici tu dei sottotitoli anche se simultaneamente non credo sia possibile sovraimprimerli.

      Più semplice è, per chi organizza l’evento internazionale, dotarsi dei classici traduttori simultanei che vocalmente svolgano il compito di tradurre in lingua.

      • costanzo pinotti

        O.K. grazie per la risposta e speriamo in bene. Distinti Saluti Costanzo Pinotti

        Costanzo Pinotti

        Il giorno 01 agosto 2014 15:47, Disqus ha scritto:

  • giorgio

    sarebbe interessante che ci fosse la possibilita’ delle scritte scorrevoli

Grazie per lo share!

Puoi decidere di non perdere neanche un contenuto del nostro blog!

Iscriviti alla nostra newsletter genuina.
Promettiamo solo 2 contenuti a settimana, e solo post! (NO SPAM, NO MAIL PROMOZIONALI)

Inserisci la tua mail