SEO

Perché il miglior Consulente SEO non può esistere.

Nelle community SEO uno degli argomenti di maggior dibattito e, a volte, anche polemica, riguarda quello dell’autoproclamarsi i migliori SEO. “Come posiziono io i siti non lo fa nessun’altro, solo io faccio bene link building in questo modo e via dicendo”.

La cosa buffa, è che poi gli interventi che seguono vanno tutti nella medesima direzione: ovvero affermare di essere, a loro volta, tra i migliori.

L’umiltà non esiste, in questo selvaggio mondo del mercato, si potrebbe pensare. In realtà però, io penso che non esista oggi la figura da ritenersi il miglior consulente o professionista SEO: o almeno, non esiste più. Ti spiego il motivo.

Partiamo da una premessa. Chi è cosa fa il consulente SEO.

Consulente SEO: chi è cosa fa

Si occupa di sviluppare analisi, metodologie e strategie atte a migliorare la visibilità organica di un sito nei motori di ricerca. Questa è una definizione molto sintetica delle skills coinvolte nel lavoro di un SEO oggi e di certo, imparagonabili a ciò che faceva un SEO fino a 10 anni fa.

Quando ho iniziato a fare questo mestiere, infatti, il SEO si occupava di ottimizzare il sito. Lavorava sul codice, sull’ottimizzazione dell’alberatura di un sito, sulla ricerca delle keywords e, quando il budget era risicato, anche sull’ottimizzazione dei testi.

Parliamo tuttavia di un periodo che potremmo definire come il Medioevo della SEO, quando i siti era ancora possibile posizionarli soltanto ricorrendo all’on site.

Il Consulente SEO è oggi una delle carte in tavola, non più l’unica

Nel senso che oggi, a differenza del passato, non è più sufficiente dotarsi di un professionista SEO a cui delegare il compito di posizionare un sito, semplicemente perché le aree di interesse correlate alla SEO sono divenute così tante che è impensabile far fare tutto ad un’unica persona.

L’avrai notato: cambiano le ricerche, cambiano i motori di ricerca e oggi, i risultati delle Serp sono sempre più mutevoli e la SEO sempre meno “garantita”.

Se già era illusorio anni fa promettere il raggiungimento di determinati posizionamenti, a seguito degli ultimi update algoritmici sta diventando anche illusorio garantire di “mantenere” a lungo termine dei posizionamenti acquisiti (vedi ad esempio, la direzione in cui, con Bert, sta andando Google nell’aggiornare costantemente i risultati di ricerca in funzione dell’evoluzione degli intenti di ricerca, sempre più mutevoli).

Capire questa evoluzione è piuttosto semplice.

Per raggiungere oggi risultati con la SEO è necessario un lavoro di squadra e le figure coinvolte possono arrivare anche a dieci. Se il nostro obiettivo è posizionare il sito con un obiettivo di fare 100 o 200 visite giornaliere, forse il consulente SEO è sufficiente. Ma se parliamo di produrre risultati per grandi portali, magari anche in nicchie di mercato piuttosto competitive, allora può non essere sufficiente un solo SEO, ma essere necessari più di uno.

Mi è capitato di lavorare a un progetto che, dopo essere cresciuto da zero, era arrivato a sviluppare in media 1 milione di accessi al mese solo da Google organico. Per mettere su quella “macchina-macina-accessi”, era stato messo su un team composto da:

  • 2 consulenti SEO;
  • 3 web developer;
  • 1 web designer;
  • 1 copywriter;
  • 1 link builder.

Se poi pensiamo che oggi la produzione di risultati nella SEO dipende anche da altre aree verticali del web marketing, come il branding e il fatto che l’utente arrivi a cercarti su Google, oltre che con keyword commerciali, anche col nome della tua azienda, divenendo questa stessa parola chiave con ricerca mensile, possiamo comprendere come la SEO sia oggi esclusivamente un’attività di squadra dove più professionisti saranno responsabili dei risultati che un sito potrà generare.

Il miglior consulente SEO è oggi il bravo analista

La conclusione di questo articolo porta alla premessa del suo titolo: non esiste il miglior consulente SEO. Non può più esistere. Possiamo essere in grado, da soli, di posizionare una pagina web o piccoli siti in nicchie non troppo competitive, ma dove si gioca la “vera” SEO e si sviluppano veri business, il gioco di squadra diventa fondamentale.

Se non esiste il miglior SEO esistono però ottimi analisti. Chi fa SEO oggi è chiamato principalmente ad essere un perfetto analista. Per essere tali, bisogna avere una chiara visione (oltre che capacità di aggiornamento) del funzionamento di un motore di ricerca, di esaminare le Serp e dedurre le motivazioni che portano Google a mostrare determinati risultati anziché altri. Bisogna aver sviluppato skills tecniche che permettono la lettura del codice e del funzionamento di un sito web, avere una conoscenza strategica ampia del web marketing e degli altri canali, essere bravi marketer, per eseguire efficienti analisi di mercato e conoscere gli strumenti più utile ad effettuare tali analisi.

Infine, serve esperienza. Gli anni di esperienza fanno la differenza e questa differenza la noti quando riesci a risolvere problemi, all’apparenza insormontabili, in soli dieci minuti, facendo un’analisi mirata all’origine del problema.

Co-founder dell'agenzia, laureato in Marketing e Comunicazione d'azienda. Esperto di SEO e Content Marketing e autore del libro "Content Marketing per Blog, Social e SEO". Con esperienza quasi decennale, progetta strategie digitali orientate allo sviluppo di visibilità online. Come consulente SEO ha lavorato in prima persona a differenti progetti complessi in settori ad elevata competizione, costruendo da zero progetti da oltre 20 mila visitatori giornalieri. Segue costantemente tutti gli aggiornamenti algoritmici di Google, di cui scrive poi regolarmente le sue analisi su questo blog e si occupa di seguire siti web che perdono traffico organico individuando problematiche e fornendo strategie risolutive. E' speaker alle più importanti conferenze nazionali sulla SEO e web marketing (Convegno GT, Search Marketing Connect, SMXL, BeWizard, ecc.) oltre ad aver formato numerosi SEO di aziende ed agenzie in corsi di formazione super avanzati. Scrive di SEO anche sul blog ufficiale di SEMrush.

Guarda tutti i post di

Area di discussione: dicci la tua!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Grazie per lo share!

Puoi decidere di non perdere neanche un contenuto del nostro blog!

Iscriviti alla nostra newsletter genuina.
Promettiamo solo 2 contenuti a settimana, e solo post! (NO SPAM, NO MAIL PROMOZIONALI)

Inserisci la tua mail