Quando ci troviamo a gestire canali social aziendali o proprietari uno degli obiettivi principali di quanto diciamo e pubblichiamo sui canali è quello di raggiungere livelli apprezzabili di interazioni, più specificamente detto, in termini tecnici, engangement.
Dalle best practice per ottenere più likes e condivisioni sulla fan page di Facebook a quelle per ottenere più retweet su Twitter; quest’ultima sarà proprio oggetto di discussione di questo post.

Qualche tempo fa, avevamo evidenziato uno studio relativo a Twitter che mostrava come twittare in determinati orari della giornata, utilizzare gli hashtag e il non utilizzarli o incorporare o meno call-to-action nei tweet aveva dei risultati differenti e sulla base di queste statistiche, era possibile ottimizzare la propria strategia editoriale e di comunicazione su Twitter.

Bene, da Hubspot, è stato rilasciato RetweetLab, un free tool che permette di conoscere queste informazioni estrapolandole dal nostro account Twitter e ci permette di comparare il nostro modo di twittare, con quei tweet che generano maggior viralità (in questo caso Retweet) permettendoci al volo di comprendere come dovremmo ottimizzare la nostra strategia editoriale.

Come usare RetweetLab per il Twitter Marketing

Utilizzando l’account di Webinfermento come test, possiamo notare come il 62,44% dei nostri tweets non includano un hashtag ma che, quelli che lo contengono, ottengano un tasso di retweet maggiore di quelli privi di hashtag.


Orario dei tweet

Il grafico qui sotto ci indica che i nostri tweet che ottengono più retweet sono quelli pubblicati verso le 4 del pomeriggio, ma il tool ci fa notare come inviamo più tweet per ora (22,17%) alle 11 del mattino.


Le domande nei tweet

In passato era emerso come fare domande nei social (un po’ in tutti) generasse maggiori commenti e risposte da parte degli utenti. Vediamo come ce la caviamo noi. Secondo RetweetLab l’87,65% dei nostri tweet non sono domande e ci fa notare come i nostri tweet che presentavano domande raggiungessero un tasso di retweet superiore a quelli senza una domanda, seppur lievemente.


Le citazioni nei tweet

Pare proprio che con le citazioni (quotations, probabilmente rilevate sulla base del carattere “) abbiano un tasso di retweet superiore ai tweet che non ne contengono. Nel nostro caso, il 98.38% dei nostri tweet non cita nessuno e quindi qualche citazione d’autore presto si renderà necessaria ;)


Call to action nei tweet

Le call to action nei tweet, ovvero chiedere all’utente di retweettare un proprio tweet, pare che aiutino ad aumentare il retweet. Noi praticamente non lo facciamo mai e in questo caso il confronto non si rende neanche possibile.


La lunghezza dei tweet

Retweetlab è in grado di calcolarti la media della lunghezza dei tweet che ti permette di raggiungere il più alto numero di retweet. Nel nostro caso, sembra che se usassimo tutti i 140 caratteri a disposizione avremmo più retweet, ma in media ci teniamo sui 93 caratteri.


I links nei tweet

Il 63% dei nostri tweet contiene links e questi sono in genere quelli ad avere il più alto numero di retweets.


Il giorno migliore in cui ottenere più retweet

RetweetLab analizza i tuoi tweet e ti mostra il giorno in cui, in media, si ottengono più retweet. Per il nostro account il giorno migliore è il lunedì, ma noi tendiamo a twittare di più il venerdì. Sarà per i follow friday?


Il tool vi dà anche una panoramica completa con altre informazioni come il sentiment, le parole maggiormente retwittate (e vi permette anche di conoscere se ci sono hashtag e quali di questi ottengono più retweet), ecc.





Personalmente lo ritengo un ottimo strumento di analisi della propria strategia editoriale e comunicativa su Twitter che permette di ottimizzare tassi di risposta a quanto si pubblica un po’ per tutti gli account e le nicchie settoriali di riferimento. La limitazione è però data dal fatto che non vi analizzerà tutti i tweet ma quelli dell’ultimo anno, nel nostro caso 1.174 tweet su un totale di oltre 5.000. Tu che pensi?

VN:F [1.9.22_1171]

Pensi che questo articolo sia valido? Valutalo qui

Rating: 5.5/6 (18 votes cast)

..sull'autore,

Laureato in Marketing e Comunicazione d'azienda, ha fatto dei Motori di Ricerca e dei Social Media la sua passione. Si occupa di implementare strategie di marketing nel social web e del posizionamento di siti web nei motori di ricerca (SEO).

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!