Ricerche

I 100 siti più visitati in Italia nel 2022 [Classifica]

Quali siti visitano gli italiani?

Lo ammetto: per chi si occupa di SEO e in generale della costruzione di progetti web il chiodo fisso è legato al traffico. Il traffico web è l’obiettivo preferito sia da chi si occupa di web marketing, sia dalle imprese. Senza traffico, non ci sono le conversioni, senza le conversioni non c’è il fatturato.

Curioso quindi di conoscere quali sono i siti più visitati in Italia,  ho fatto riferimento alla classifica di SEMrush, distributori di una suite di strumenti e tool dedicati al Digital Marketing, per capire le differenze nel tempo dei siti più visitati in Italia, partendo dal 2017.

Sono trascorsi ben due anni dall’ultima classifica pubblicata. Vediamo cosa propone, nel 2022, la classifica di SEMrush sulla top 100 dei siti più visitati.

La classifica dei 10 dei siti più visitati in Italia nel 2022

I 10 siti più visitati in Italia nel 2022 sono:

PosizioneDominioVisite mensili
1google.it1.6 Mrd
2wikipedia.org466,6 Mln B
3facebook.com421 Mln
4google.it404 Mln
5amazon.com360,4 Mln
6youtube.com348 Mln
7repubblica.it183,2 Mln
8googleadservices.com173,8 Mln
9subito.it125 Mln
10pornhub.com120,8 Mln

Lo studio è stato effettuato attraverso lo strumento Traffic Analytics, passando in rassegna più di 680 mila domini. Questo rapporto elenca i siti più popolari del database di SEMrush, classificato per il numero di utenti che visitano il sito.I siti più visitati in Italia nel 2022: cosa è cambiatoEcco la nuova infografica con i dati aggiornatissimi, realizzata da SEMrush che abbiamo l’onore di presentare in esclusiva sul blog Webinfermento.

Siti più visitati in Italia 2022: la classifica dei primi 100!

siti più visitati 2022

Il confronto con i siti web della classifica 2021

Confrontando la top 10 del 2020 con quella del 2022, non ci sono grosse variazioni. Ai colossi del web come Google, Facebook e YouTube, si affiancano Wikipedia, il re dello shop online Amazon e il più importante dei siti di informazione più letti in Italia, che risulta essere Repubblica.it. Rispetto al 2020, perde la top ten il sito di news Corriere.it.Una novità rispetto al 2020 è nell’ingresso del noto portale per la compra-vendita online Subito.itNella top 11-50 troviamo una predominanza di 3 tipologie di siti che, di fatto, lascia invariata la situazione rispetto al 2020

  • siti di meteo;
  • siti di informazione/news.

Inoltre ci sono brand importanti come Ebay, Booking  che affonda in classifica dalla 38 alla 72esima posizione, alla centesima posizione, del nuovo operatore della telefonia mobile Iliad.Presenti anche diversi portali verticali, come Casa.it (70esima posizione), Fantacalcio .it (77) e Dilei.it (88).Resta quasi stabile il portale informativo Aranzulla.it, dalla posizione 79 alla 78, restando sicuramente tra i migliori siti a tema informatico in termini di traffico. Da notare come il suo traffico cresca di anno in anno, (da 4.2M del 2017 a 7.8M nel 2018 fino a 10,8M a Maggio 2019, ai 20,6M di quest’anno). Tuttavia, la crescita di traffico complessiva rispetto all’anno precedente non è molto marcata, in quanto dopo ottobre 2019 ha perso una buona fetta di traffico organico.Per qualsiasi dubbio o domande, scrivete pure nei commenti e provvederò a segnalare le domande al team di SEMrush per avere delle pronte risposte.

Le classifiche dei siti più visitai negli scorsi anni

Qui di seguito troverai i link alle infografiche con i siti più visitati anno per anno a partire dal 2017.

Top 100 nel 2017

Top 100 nel 2018

Top 100 nel 2019

Top 100 nel 2020

Professionista SEO, da sedici anni, progetta strategie digitali orientate allo sviluppo di visibilità online. Come consulente SEO ha lavorato in prima persona a differenti progetti complessi in settori ad elevata competizione, costruendo da zero progetti da oltre 20 mila visitatori giornalieri.

Guarda tutti i post di

Vuoi dire la tua?

25 risposte a “I 100 siti più visitati in Italia nel 2022 [Classifica]”

  1. Melisina Tiare ha detto:

    Ciao a tutti,
    Inizia il 2021 con grande gioia nella realizzazione dei tuoi progetti. Non perdere questa occasione. Visita la pagina Facebook per maggiori informazioni su questa opportunità che terminerà il 31 gennaio 2021.

    https://web.facebook.com/Microfinanza/

  2. Annunci Today ha detto:

    La discesa di casa.it era quasi immaginabile, un servizio tropo caro ed in forte competizione con i siti economici gratuiti.

    Se poi penso che quando ho iniziato con a creare i primi siti di annunci non esisteva neanche immobiliare subito o kijiji è tutto detto.. di cosa mi sono visto passare sotto il naso.

    Oggi a distanza di anni, sono ripartito da zero con un dominio tutto nuovo e devo dire che i risultati superano ogni più rosea aspettativa 😉

    Quasi dimenticavo di citarvi il sito 😉 è AnnunciToday

  3. Davide ha detto:

    Mi sarei aspettato qualcosa sulle “mistiche e sconosciute” cryptocurrency e sulla blockchain technology, ma d’altronde siamo in Italia dove, a parer mio, sin da piccoli insegnano ai nostri figli di essere dipendenti e spaccarsi la schiena per 40 anni per poi avere una fantomatica e misera pensione.
    https://cb.run/juvD
    Vi propongo una piattaforma che già sto utilizzando. Si chiama CryptoTab, molto simile a Google Chrome ma con una peculiarità, questa piattaforma ti fa GUADAGNARE senza il minimo sforzo!!
    Ovvio non sono diventato miliardario dal mattino alla sera, ma a fine mese si fa sentire. PROVARE PER CREDERE, un abbraccio amici.
    https://cb.run/juvD

  4. luca ha detto:

    Non avrei mai detto repubblica fosse così in alto

  5. […] WebInFermento i 100 siti più visitati in Italia a gennaio. Più o meno i siti “grossi” […]

  6. Francesco ha detto:

    Che sogno magnifico sarebbe quello di vedere il proprio sito nella top 100 del prossimo anno

  7. arazum ha detto:

    E’ letteralmente un impresa arrivare a certi numeri… ma con tanto impegno ci si può sperare di avvicinarsi )

    • Margarita ha detto:

      Deve diventare un lavoro vero e proprio. Richiede moltissimo tempo e moltissimi sforzi. Purtroppo non si può promuovere un sito o un canale senza una certa somma che si deve pagare per la pubblicità. 🙁

  8. Andrea ha detto:

    La percentuale visite mobile/desktop dovrebbe davvero far riflettere tutti, soprattutto i proprietari di siti web! Continuo a vedere siti web che non hanno una versione mobile e proprietari che si lamentano del calo di visite e posizionamento. Mah!

  9. Racconti ha detto:

    Onestamente, i dati di alcuni siti mi sembrano eccessivamente sottostimati, mentre quelli di altri, eccessivamente sovrastimati. Non so quanto sia rispondente alla realtà questa classifica…

  10. Mel Ridolfo ha detto:

    Dati molto interessanti !!!

    Mi sapete dire quanti sono i siti internet delle attività che hanno sede principale in Italia !!??

    Grazie

    Mel

    • Maria Pia De Marzo ha detto:

      Mel, in realtà non ci è possibile accedere a queste informazioni. Sono dati specifici che non ci sono stati forniti. I più noti, tipo le testate giornalistiche, sicuramente hanno sede in Italia, il resto non è sicuro.

  11. Alfons Pepaj ha detto:

    Mi sorprende la percentuale del mobile, mi sembra altissima.

  12. Fabio Sermatica ha detto:

    Ciao mi hai “rubato” il post. E’ un idea che avevo ma il tempo non mi ha permesso di fare. Ad ogni modo ottimo articolo.

  13. EcoWeb ha detto:

    Pensavo che kijiji avesse dei numeri più ” importanti ” ..

  14. Annuncino ha detto:

    Per chi si occupa di gestioni siti web o del posizionamento (seo), sono numeri che fanno girare la testa 🙂

  15. Jweb Studio ha detto:

    A me meraviglia più che altro l’abisso fra navigazione da desktop e mobile, con uniche eccezioni Youtube e Whatsapp. Veramente incredibile!

  16. Antonio C. ha detto:

    Ottimo articolo.
    Complimenti!

  17. Bomboniere ha detto:

    Non avrei mai immaginato tutto quel traffico per La Repubblica!
    Incredibile

  18. […] WebInFermento i 100 siti più visitati in Italia a gennaio. Più o meno i siti “grossi” ci sono […]

  19. AndyT ha detto:

    Che il primo sito vero e proprio sia quello di Salvatore Aranzulla non stupisce – consultarlo è una necessità pubblica 😉

  20. Daniele ha detto:

    Sono molto diffusi i browser hijacker (es. sosodesktop.com)

  21. Marco Modo ha detto:

    CB01 in top 20 ci fa capire quanto la pirateria è diffusa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.