social media, Social Media Marketing

Google plus pagine aziendali: come costruirle e le novita’

Le aspettavamo da mesi, e quasi quasi non ci speravamo più, ma finalmente le pagine business per google plus sono arrivate!
Qualche settimana fa, da un’annuncio rilasciato sul blog ufficiale di Google, si parlava dell’introduzione dei nuovi profili aziendali, e molte erano le ipotesi in circolazione riguardo la nuova veste grafica e le funzionalità delle pagine.
La curiosità per la nuova funzionalità di Google, è stata però un po’ delusa dal fatto che le pagine risultano essere molto simili a quelle di Facebook. Ma dati i presupposti con il quale è nato questo social, e cioè quello di contrastare facebook, c’era da aspettarselo!

Comunque l’idea alla base della funzionalità delle pagine è essenzialmente quella di creare un luogo di condivisione per:

  • “ammiratori” (come definito da Google) di un determinato prodotto o brand, allo scopo di aggregare o raggruppare gli utenti sulla base della propria passione verso il brand, per permettere di condividere con esso esperienze o semplicemente per seguire l’evoluzione dell’azienda;
  • Follower che assume la stessa accezione usata per twitter, ossia interessati alla ricerca di aggiornamenti per uno specifico settore;
  • clienti, che sono la vera fetta di business delle pagine, e cioè coloro che sono interessati alla richiesta di informazioni per un determinato prodotto.

Ma come creare una propria pagina business?

Niente di più semplice, infatti, nella creazione si è accompagnati da Google che passo dopo passo ci permette di definire l’ambito di azione della pagina, successivamente di descriverla nei dettagli principali (nome, tag, website), di crearla ed infine di dotarla di un carattere (personalità) attraverso foto, descrizioni e informazioni più accurate.

Ma procediamo con ordine.
Prima di tutto è necessario collegarsi alla pagina preposta alla creazione.
Lo step 1 permette di definire la categoria del prodotto che si vuole sponsorizzare. Le predefinite messe a disposizione sono:

  • attività locale o luogo: identifica la categoria delle strutture locali che offrono servizi tipo ristorazione pub, alberghi ecc..
  • prodotto o marca, per i brand. Appartengono a questa categoria le marche di abbigliamento, auto, elettronica e quant’altro;
  • azienda, istituzione, organizzazione od organismi non profit;
  • arte, sport e intrattenimento per film, TV, libri;
  • altro, per altre categorie, che però non permette di specificarne una personalizzata, quindi selezionando altro, ci si troverà mal classificati.

Selezionando la categoria che si rappresenta appare un semplice form in cui, all’interno si va a definire:

  • nome dell’azienda;
  • sito internet se a disposizione (con suggerimento da parte di google che “sarà ancora più facile scoprire la tua pagina se aggiungi un link dal tuo sito web.”);
  • raffinare la selezione della categoria, specificando il settore merceologico;
  • infine, definire i permessi di accesso ai contenuti a tutti, ai soli iscritti maggiorenni, a utenti con età superiore ai 21 anni, o ad “alcolici” (che non si è capito ancora perchè :D).

Una volta riempiti i form, bisogna accettare i termini relativi alle Pagine al quale vi consiglio di dare un’occhiata dato che si parla, tra le altre, di regole di pubblicazione dei contenuti, utilizzo dei dati personali, eventuali creazioni d concorsi, applicazioni o annunci.
Dopo un’attenta lettura, si può passare alla creazione della pagina, cliccando sul pulsante “Crea”.
In questo modo otterrete una pagina nuova di zecca dove potrete ulteriormente arricchire i dati descrittivi, usando:

  • 10 parole chiave che descrivano al meglio la pagina (si possono utilizzare anche più di 10 parole, anche e poi in fase di visualizzazione alcune potrebbero risultare nascoste per mancanza di spazio);
  • e un’immagine profilo.

A questo punto, avete creato la vostra pagina Google+! Quello che vi resta da fare è “diffondere il verbo”, cioè comunicare l’avvenuta creazione della pagina ai contatti nelle cerchie.

Il procedimento appena descritto, tuttavia, rappresenta la base per la creazione della pagina.

A seconda del tipo di categoria che si seleziona, di fatto, Google mette a disposizione differenti opzioni di descrizione dell’attività. Ad esempio per quanto riguarda la categoria “Attività locale e luogo” è richiesto l’inserimento del numero di telefono che va specificato in modo corretto e cioè, inserendo prima il prefisso del proprio paese e poi il numero di telefono separato da spazi o trattini (-) ad es. +39 333 111 0000 o +39 333-111-0000. Se i dati inseriti risulteranno corretti (e cioè google riconosce il vostro numero tra quelli presenti nel suo DB), vi apparirà la mappa di Google Places. Per prova noi l’abbiamo fatto con la sede di Web in Fermento, il risultato è la visualizzazione di Google Places della nostra sede.

Se invece i dati non sono stati inseriti correttamente, o il vostro luogo non è selezionato su Places, è possibile o modificare i dati correggendoli o creare, sulla base del numero inserito, la posizione dell’attività corrispondente a quel numero visualizzando real-time anche l’anteprima della mappa.

Una volta creata la pagina, per qualsiasi categoria, è possibile effettuarvi l’accesso tramite il menu che viene generato dal profilo privato, e iniziare a condividere i primi post. Da qui è possibile selezionare già le cerchie con cui condividere il post, video, status update e quant’altro.

Inoltre è importante migliorare la descrizione della pagina (anche per favorire futuri sviluppi SEO), agendo nella tab Informazioni con una breve presentazione, info di contatto (telefono, mail, chat ec..), e sito web (se non è stato precedentemente inserito). Inoltre può essere utile editare la sezione link utili con link raccomandati.

Dalla sezione “cerchie” è possibile esplorare tutti i contatti che abbiamo deciso di aggiungere, così come sono stati classificati in fase di follow, o di modificare la loro cerchia.

Cosa c’è di nuovo nelle Pagine business di Google+?

Post per utenti selezionati

Grazie alle pagine business di Google, siamo in grado di utilizzare il profilo del brand, proprio come fosse un profilo privato. Abbiamo la possibilità di condividere i post selettivamente, selezionando solo alcune cerchie specifiche. Questo è possibile farlo, creando gruppi di utenti, suddivisi per ammiratori, clienti e interessati, in tal caso saremo in grado di veicolare messaggi specifici per ogni cerchia. Pensiamo, ad esempio, al cliente che è interessato a sconti sui prodotti, in tal caso potrebbe esser utile creare un piano editoriale personalizzato per la specifica cerchia, inviando, di fatto, dei messaggi che sono più appropriati a quella range di utenza.
La questione, in questo caso, diventa quella di riconoscere le differenti tipologie di utenti e classificarle correttamente.

I videoritrovi

I videoritrovi, sono forse una vera e propria novità, non ancora esplorata da altri social network, ed è quel tool che permette di creare degli incontri virtuali tra azienda-utenti, permettendo difatti anche di creare quel “rapporto umano” che molti desiderano, proprio attraverso le pagine. Tuttavia la limitazione è che, esclusivamente 9 persone possono connettersi con il brand nel medesimo istante.

Google+ Direct Connect

E infine, Google+ Direct Connect, che consente attraverso l’uso delle funzioni di ricerca di Google (da loggati), e utilizzando la dicitura +nomepagina, di connettersi direttamente con la pagina Google del produttore o aggiungerla alle proprie cerchie con un solo click. Ad esempio, una query di ricerca con “+youtube” o “+pepsi“, reindirizzerà direttamente alla pagina YouTube Google+ o alla pagina Pepsi Google+ e avere l’opportunità di aggiungerla alle tue cerchie. Questa opzione è attualmente disponibile solo su Google.com

Avete avuto modo già di esplorare le funzionalità? Che ne pensate? E intanto non dimenticate di seguirci su Google Plus! 😉

Co-founder dell'agenzia, si occupa di sviluppare strategie Social e di Link Building intervenendo nell'ideazione, scelta e creazione dei contenuti nonché sviluppo dell'interfaccia comunicativa dei contenuti. In ambito design è occupata nello sviluppo di siti web, dalla radice all'interfaccia, e nella realizzazione di contenuti che siano più efficaci per comunicare in rete: infografiche, grafiche specifiche per i Social, User Interface per siti e landing page.

Guarda tutti i post di

Area di discussione: dicci la tua!

  • nicola

    grazie dell’articolo, come sempre molto chiaro ed operativo :o)

    vorrei capire… ma è già possibile customizzare la pretty url come con le fan page di facebook?!?

    tenxxx 🙂
    nicola

    • Ciao! 

      Al momento dai settaggi non è ancora possibile personalizzare/ottimizzare le URL, ma credo che presto sarà disponibile anche considerando il fatto che una migliore url per le pagine sicuramente si posiziona meglio nelle SERP rispetto a quelle attuali. Basterà solo attendere! 😉
       

  • Alessioperrucci

    In effetti non puoi aggiungere persone alle cerchie devono aggiungere la pagina loro?

    • Puoi aggiungere persone alle cerchie, non solo le pagine, ma devono essere in qualche modo in contatto con te amministratore (o devono essere ammiratori della pagina, o tuoi contatti del profilo privato). Infatti se fai una prova ad aggiungere qualcuno non presente nelle tue cerchie o che non segue la pagina riceverai un messaggio del tipo “Tizio deve prima aggiungerti a una cerchia prima di poter esser a sua volta aggiunto da te”. 
      Per le pagine non c’è questa limitazione, le puoi aggiungere alle cerchie della pagina.

      • Davide6887

        e quindi posso invitare nelle cerchie della pagina centinaia di utenti anche che non conosco? 
        cosi’ si spera che l’1% mi aggiunga.. che ne pensate?

  • Puoi aggiungere persone alle cerchie, non solo le pagine, ma devono essere in qualche modo in contatto con te amministratore (o devono essere ammiratori della pagina, o tuoi contatti del profilo privato). Infatti se fai una prova ad aggiungere qualcuno non presente nelle tue cerchie o che non segue la pagina riceverai un messaggio del tipo “Tizio deve prima aggiungerti a una cerchia prima di poter esser a sua volta aggiunto da te”. 
    Per le pagine non c’è questa limitazione, le puoi aggiungere alle cerchie della pagina.

  • Puoi aggiungere persone alle cerchie, non solo le pagine, ma devono essere in qualche modo in contatto con te amministratore (o devono essere ammiratori della pagina, o tuoi contatti del profilo privato). Infatti se fai una prova ad aggiungere qualcuno non presente nelle tue cerchie o che non segue la pagina riceverai un messaggio del tipo “Tizio deve prima aggiungerti a una cerchia prima di poter esser a sua volta aggiunto da te”. 
    Per le pagine non c’è questa limitazione, le puoi aggiungere alle cerchie della pagina.

  • Una cosa mi ha incuriosito e ancora non ho capito come risolvere: come fare a condividere l’amministrazione di una pagina. Sarà possibile?

    • Al momento non è ancora possibile condividere l’amministrazione, e molti sono nel panico proprio per questo! E’ impensabile avere una pagina business con singolo amministratore. 

      Speriamo che presto qualcosa si smuova, ma al momento non ci sono news a riguardo! Appena sapremo qualcosa, non mancherò di aggiornare il post! 😉

      • Mancanza abbastanza grossolana. Speriamo in un rapido aggiornamento.

  • Bell’articolo, complimenti.

    PS – Adesso hanno messo a disposizione anche i badge ufficiali!

  • Alex – Microsmeta

    “Tizio deve prima aggiungerti a una cerchia prima di poter esser a sua volta aggiunto da te”: non ne capisco l’utilità..  è un ottimo modo per aumentare i contatti sul profilo personale 😉 
    Volevo chiederti se c’è modo di inviare sulla pagina un flusso RSS (ad esempio gli articoli del proprio blog) come si fa da sempre su Facebook con Networkedblog o gli aggiornamenti di stato Twitter, anche con servizi esterni.

    Grazie, Alessandro
    https://plus.google.com/b/107810659171584575153/107810659171584575153/posts

  • Teodoro Cassiano

    Preziosi come sempre! 

Grazie per lo share!

Puoi decidere di non perdere neanche un contenuto del nostro blog!

Iscriviti alla nostra newsletter genuina.
Promettiamo solo 2 contenuti a settimana, e solo post! (NO SPAM, NO MAIL PROMOZIONALI)

Inserisci la tua mail