Ricerche

Uso dei social media 2021: YouTube supera Facebook [Ricerca]

L’analisi dell’andamento d’uso dei Social nel mondo è sempre una argomento interessante. Lo scenario che ne deriva è utile per analizzare i contenuti che gli utenti preferiscono osservare quando sono “attivi” sui social e il modo con cui preferiscono interagire con essi.

Sono importanti le indagini che forniscono queste informazioni perché sono sì utili dal punto di vista informativo, ma si rivelano predittive se si applicano con successo alle realtà aziendali. Ovviamente riconosciamo che i dati pubblicati dalle ricerche non rappresentano una verità assoluta, perché sono recuperati da una porzione esemplare della società, potrebbero paradossalmente risultare più attendibili i numeri provenienti dai singoli social, quelli che ci parlano dei tempi di permanenza sul sito, ma tutto sommato leggere gli estratti di queste ricerche rivela una profonda verità: possiamo sbirciare la direzione verso la quale si stanno spostano le masse del web.

E questo ci riporta a un’altra riflessione. Se da un lato è reale che molti utenti utilizzano più social durante la giornata, lo facciamo tutti, è anche vero che non si può esser contemporaneamente su tutti quanti i canali nel medesimo istante e che, comunque, ognuno di essi non è utilizzato con gli stessi livelli di attenzione e nella medesima maniera.

Un altro punto a favore della lettura delle indagini, guide “statistiche” che permettono di invogliare gli esperti alla sperimentazione.

Veniamo a noi. La ricerca che abbiamo scovato nasce nel mercato statunitense. Il Paw Research Center mediante intervista telefonica, ha chiesto l’opinione di 1500 utenti del web di ogni fascia di età sull’uso specifico di determinate app social. I risultati hanno decretato YouTube come il social re dell’utilizzo, spostando in seconda posizione il big Facebook. E non c’è spazio per altri canali.

Se leggiamo bene il grafico, noteremo che questo dato è rilevante perché attribuisce a questi due canali sociali il dominio del social web. YouTube e Facebook, con la percentuale dell’81% e del 69% rispettivamente, governano il mercato dell’online USA, creando un gap sostanziale con app come Instagram che ottiene un 40% e Pinterest con il 31% o ancora, scendendo in quinta posizione, troviamo LinkedIn e a seguire Snapchat, Twitter e Whatsapp.

Il dato di YouTube è ancor più sensazionalistico ed interessante perché mostra omogeneità tra le diverse fasce generazionali.

Dal grafico seguente, si nota come il canale sia predominante tra la popolazione adulta, fino a 64 anni, ma anche tra quella degli under 30 (18-29 anni). Un canale trasversale insomma a differenza di altri che mostrano sostanziali differenze, comprensibilissime, come Snapchat e TikTok.

Facendo alcune riflessioni riportate alla nostra nazione, il fatto che il social dei video risulti in cima alle classifiche social americane non suona come novità, neanche per il nostro paese.

Già nel 2017 il report di We Are Social aveva evidenziato un lieve sorpasso tutto italiano di YouTube su Facebook spingendo molti esperti di piani editoriali ad aggiornare le proprie strategie, anche Facebook lo fece dando più predominanza ai video tra i contenuti nelle bacheche. Il trend proseguì anche nel 2018.

Nel 2019 ci fu di nuovo un cambio di rotta che riportò Facebook nuovamente al top, ma nel 2020 abbiamo rivisto di nuovo YouTube apparire in cima e addirittura Facebook scalzato da Whatsapp.

Insomma sembra che la partita da qualche anno sia disputata solo tra questi due canali che, in un certo senso, si fanno concorrenza tra loro.

Oggi sappiamo che i video hanno un potere inestimabile, ogni esperto di social lo sa, e hanno un forte appeal sull’utente che può rimanere incollato diversi minuti a guardarlo, il paramento del “tempo di permanenza sul sito” gioisce. Insomma la parola d’ordine per il futuro prossimo è ancora video, video e video!

Co-founder dell'agenzia, si occupa di sviluppare strategie Social e di Link Building intervenendo nell'ideazione, scelta e creazione dei contenuti nonché sviluppo dell'interfaccia comunicativa dei contenuti. In ambito design è occupata nello sviluppo di siti web, dalla radice all'interfaccia, e nella realizzazione di contenuti che siano più efficaci per comunicare in rete: infografiche, grafiche specifiche per i Social, User Interface per siti e landing page.

Guarda tutti i post di

Area di discussione: dicci la tua!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.