SEO

Quanto costa una consulenza SEO ?

Quante volte ti è capitato di avere difficoltà nello spiegare o nel vendere la SEO? L’immaterialità intrinseca del “servizio” offerto non permette infatti di definire esattamente ciò che si sta vendendo.

Costo della consulenza SEO: cosa viene venduto

Il costo della consulenza SEO si basa su una varietà di servizi che sono cruciali per migliorare la visibilità e il ranking di un sito web sui motori di ricerca. Ecco cosa generalmente viene incluso in una consulenza svolta da un consulente SEO:

  1. Analisi SEO (SEO Audit): Questa è una valutazione approfondita del sito web per identificare problemi relativi all’ottimizzazione per i motori di ricerca. L’audit può includere l’analisi delle parole chiave, la struttura del sito, il contenuto, la velocità di caricamento, i backlinks, e altri fattori on-site e off-site che influenzano il ranking SEO.
  2. Ricerca Parole Chiave (Keyword Research): Individuare le parole chiave più pertinenti e strategiche per il target del sito. Questo processo coinvolge la comprensione delle query di ricerca utilizzate dal pubblico di riferimento e l’ottimizzazione del contenuto per queste parole chiave.
  3. Ottimizzazione On-Page: Miglioramento di elementi interni del sito web, come i titoli delle pagine, i meta tag, le intestazioni, i contenuti ottimizzati per parole chiave, e l’ottimizzazione delle immagini. Questo include anche la correzione di problemi tecnici che possono influire sulla performance del sito.
  4. Ottimizzazione Off-Page (Link Building): Strategie per acquisire backlinks di qualità da altri siti web, che sono fondamentali per migliorare la credibilità e l’autorità del sito agli occhi dei motori di ricerca.
  5. SEO Copywriting: Creazione di contenuti ottimizzati per i motori di ricerca, che siano al tempo stesso informativi, utili, e interessanti per gli utenti.
  6. Configurazione e Uso di Strumenti SEO: Impostazione e gestione di strumenti come Google Analytics e Google Search Console, che aiutano a monitorare le prestazioni del sito e a identificare aree di miglioramento.
  7. Reportistica e Analisi: Fornitura di report regolari sulle prestazioni del sito, inclusi ranking, traffico, conversioni e altri KPI (Key Performance Indicators) rilevanti.
  8. Consigli Strategici e Continui: Offrire consulenza strategica su come migliorare continuamente il SEO e adattarsi ai cambiamenti degli algoritmi dei motori di ricerca e alle tendenze del mercato.
  9. SEO Local: Per le aziende che operano a livello locale, la consulenza può includere strategie specifiche per migliorare la visibilità nelle ricerche locali, compreso l’ottimizzazione per Google My Business.

La consulenza SEO può essere offerta come servizio una tantum (ad esempio per un audit SEO iniziale) o come servizio continuativo, con tariffe mensili o orarie, a seconda delle esigenze e degli obiettivi del cliente.

C’è poi un punto 10. Un servizio di recupero da penalizzazioni. Ecco, questo è un punto critico.

Perché analizzare un sito colpito da un update è un conto, garantirne il recupero una presa per i fondelli.

Come fai a garantire a un sito di venir fuori da un filtro senza sapere esattamente come funzionano degli algoritmi di ricerca? Come SEO possiamo individuare quelli che a nostro avviso sono i problemi del sito e in che modo questi possano aver impattato negativamente con l’ultimo Quality/Panda/Penguin Update, facendo soprattutto riferimento alle più aggiornate linee guida per i Quality Rater e, sulla base di ciò, formulare un piano d’intervento volto a risolvere le problematiche riscontrate.

Da qui, però, spesso, tra consulente e cliente possono nascere incomprensioni.

Spesso sono legate al fatto che nella mente di un cliente c’è l’idea che il SEO è una sorta di mago Merlino che, agitando la sua bacchetta magica, ripristina nel giro di qualche settimana i posizionamenti persi.

Tranne per qualche miracolo legato a casualità di eventi (ad esempio, hai lavorato ad un recupero di un sito dopo Agosto 2018, periodo del Medic Update e ora quel sito sta recuperando, ma in realtà c’è stato semplicemente un reversal dell’update dopo che Google ha capito di aver fatto solo danni), le tempistiche per recuperi reali sono in genere molto lunghe. Da mesi, ad anni.

C’è da tenerlo presente quando ci si affida ad un professionista. Potete scegliere anche la persona considerata il più bravo SEO al mondo, ma a meno che non sia John Mueller o qualcuno che conosce bene gli algoritmi, dovrete pazientare.

È più semplice ottimizzare e posizionare un sito all’inizio della sua vita, almeno in nicchie poco competitive, che riuscire a recuperare in poco tempo un sito che da un giorno all’altro ha perso un milione di visitatori.

La questione è più complessa e merita una precisazione.

L’importanza dell’attribuzione degli obiettivi

Se dell’audit SEO viene solo implementata una parte o non vengono seguite tutte le indicazioni date, si sta già compromettendo la possibilità che poi il sito recuperi.

A volte anche distanziare un banner di Google Ads da un pulsante di call-to action del sito potrebbe fare la differenza: se l’utente deve cliccare su quel pulsante che soddisfa il suo bisogno (che ha raggiunto a seguito di una ricerca su Google) ma trova un ostacolo (il banner) che gli apre pagine non richieste e desiderate, gli stiamo regalando una pessima esperienza che magari lo infastidisce al punto da tornare indietro nella serp (pogo sticking) e cercare altrove.

Ecco, spesso il cliente non implementa tali azioni perché prevede una perdita di fatturato (i click sul banner) non pensando al recupero più grande che il sito potrebbe avere con i successivi Quality Update.

Ed è a questo punto che avviene la risposta alla domanda. La consulenza SEO ha sempre valore quantificabile nell’esperienza del professionista chiamato a fornire la migliore soluzione ai problemi di un sito.

Il valore della consulenza SEO andrebbe sempre quantificata col raggiungimento degli obiettivi.

Voglio posizionare un nuovo sito? Come sono posizionato dopo 12 mesi dall’inizio? Che margini di miglioramento futuri ho?

Sono stato “penalizzato” e ho perso traffico? Come reagisce il mio sito a distanza di 12-24 mesi in concomitanza al rilascio di un Quality Update? Nel frattempo non si dovrebbe mai stare con le mani in mano.

Se la perdita di traffico è stata dovuta ad un eccesso di ads o affiliazioni, a contenuti pessimi o una link building di scarsa qualità, impegnati nel frattempo a migliorare il tuo sito, migliorando la qualità dei contenuti prodotti, favorendo una migliore acquisizione link da siti di più alta qualità, ecc.

Senza considerare che è già positivo il fatto che, grazie a una consulenza serie, si riesce ad allineare il sito a quelle che sono le linee guida di Google per la qualità.

Quante volte mi è stato detto “ho già avuto pessime esperienze con altri SEO e sono un po’ scottato” quasi a giustificare il fatto che si intende “spendere poco” in una nuova consulenza.

Quando si sceglie un consulente si dovrebbero sempre tener in mente alcune cose:

  1. quanto si parla di lui online (lo so, ci sono anche un sacco di fuffari molto famosi online ma molto fumosi nella pratica);
  2. quanti anni di esperienza ha;
  3. quanti casi di studio ha condiviso. Bisogna cercare nei blog o verificare se ne abbia condivisi a conferenze o eventi.

I costi della consulenza SEO: differenze tra Italia e Stati Uniti

Il costo delle consulenze SEO varia notevolmente tra Italia e Stati Uniti.

In Italia, i prezzi per la consulenza SEO possono variare in base alla grandezza del sito, alla sua complessità, e al tipo di servizio offerto:

Consulenza SEO Una Tantum: Il costo medio per questo tipo di consulenza si aggira tra i 1.000 € e 2.500 € più IVA. Questo può includere servizi come SEO Audit, SEO Copywriting, e configurazione di Google Search Console​​.

Costo Mensile: Per le attività locali, il costo può partire da 300 € al mese, salendo fino a 2.500 € al mese per i grandi brand​​. Inoltre, per progetti locali, il costo minimo di una consulenza mensile è di 400€, mentre per i progetti e-commerce è di 600€​​.

Costo Orario: Alcuni consulenti offrono tariffe orarie, con costi che variano da 75 € a 150 € all’ora​​.

Negli Stati Uniti, il costo per i servizi SEO è generalmente più alto:

Costo Mensile: La maggior parte delle agenzie statunitensi applica tariffe mensili che vanno da 2.500 $ a 10.000 $, con una media di 2.819 $ al mese​​. In casi specifici, le tariffe possono raggiungere i 25.000 $ al mese, con contratti tipicamente di 6 mesi​​.

Costo Orario: Le tariffe orarie variano significativamente, da 75 $ a 100 $ per gli operatori meno costosi, arrivando fino a 150 $-1.200 $ all’ora per i consulenti più rinomati​​​​.

Tariffe Progettuali: Per progetti specifici, le tariffe possono variare da 5.000 $ a 40.000 $​​.

In generale, i costi per la consulenza SEO negli Stati Uniti tendono ad essere superiori rispetto a quelli in Italia, riflettendo differenze nel mercato e nella domanda di servizi SEO. In entrambi i paesi, la varietà di servizi offerti e la scalabilità delle tariffe consentono alle aziende di scegliere soluzioni adatte alle loro specifiche esigenze e budget.

Professionista SEO, da sedici anni, progetta strategie digitali orientate allo sviluppo di visibilità online. Come consulente SEO ha lavorato in prima persona a differenti progetti complessi in settori ad elevata competizione, costruendo da zero progetti da oltre 20 mila visitatori giornalieri.

Guarda tutti i post di

Vuoi dire la tua?

2 risposte a “Quanto costa una consulenza SEO ?”

  1. Ottima analisi, Dario. Un saluto

  2. Analisi molto attenta, Dario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.