SEO per Ecommerce

Come gestire le pagine dei prodotti fuori produzione: Best Practice SEO

La gestione delle pagine prodotto fuori produzione è un aspetto critico per il mantenimento dell’integrità e dell’efficienza di un sito web. Affrontare questo scenario richiede una combinazione di strategie che coinvolgono l’uso di redirect e la presentazione di alternative pertinenti. Esaminiamo approfonditamente entrambe le opzioni per garantire una gestione efficace delle pagine prodotto fuori produzione.

Le strategie andrebbero definite già in fase di realizzazione ecommerce e non successivamente. Questo per evitare l’insorgere di successivi problemi di implementazione che potrebbero impedire (o rallentare) il corretto funzionamento dello shop.

Redirect delle Pagine Prodotti Fuori Produzione

Quando un prodotto non è più disponibile, è spesso consigliabile utilizzare reindirizzamenti appropriati per guidare gli utenti e i motori di ricerca verso contenuti pertinenti o alternativi. Esistono diversi tipi di redirect, e la scelta dipende dal contesto e dagli obiettivi specifici.

  1. Redirect 301 (Permanent Redirect):

Un redirect 301 è un’instruzione permanente che comunica ai motori di ricerca che la pagina originale è stata trasferita definitivamente a una nuova posizione. Questo tipo di redirect è ideale quando hai un prodotto sostitutivo o un’alternativa diretta. Inoltre è utile per il trasferimento del page rank della pagina.

  1. Redirect 302 (Temporary Redirect):

Se prevedi che il prodotto fuori produzione tornerà disponibile in futuro, un redirect 302 è più appropriato. Indica ai motori di ricerca che il trasferimento è temporaneo e che la pagina originale può tornare in uso.

  1. Redirect a Prodotti Simili o Categorie Correlate:

In alcuni casi, potrebbe essere vantaggioso reindirizzare la pagina del prodotto fuori produzione a prodotti simili o a categorie correlate. Questo assicura che gli utenti che cercano un prodotto specifico siano guidati verso alternative pertinenti.

  1. Redirect a Pagine di Categoria:

Se il prodotto fuori produzione apparteneva a una categoria specifica, considera il reindirizzamento alla pagina di categoria corrispondente. Questo offre agli utenti una panoramica più ampia delle opzioni disponibili all’interno della stessa categoria.

  1. Meta Tag “Unavailable After”

L’aggiunta del meta tag “unavailable_after” è un ulteriore elemento che può essere implementato per comunicare ai motori di ricerca quando una pagina o un prodotto non sarà più disponibile per l’indicizzazione. Questo tag fornisce una data specifica in cui il contenuto non sarà più pertinente.

Implementazione del Meta Tag “Unavailable_after”:

Il tag “unavailable_after” è un’estensione del protocollo robots.txt e deve essere inserito nell’header della pagina. La sintassi è la seguente:

<meta name=”unavailable_after” content=”Data e Ora GMT”>

Dove “Data e Ora GMT” rappresenta la data e l’ora specifica in cui desideri che la pagina non sia più indicizzata dai motori di ricerca.

Esempio Pratico:

Supponiamo che il tuo prodotto sia fuori produzione e desideri indicare ai motori di ricerca che la pagina non dovrebbe più apparire nei risultati di ricerca dopo una determinata data, ad esempio, il 1° gennaio 2024 alle 12:00 GMT.

<meta name=”unavailable_after” content=”2024-01-01T12:00:00+00:00″>

Alternative alle Pagine Prodotti Fuori Produzione

Oltre ai redirect, è fondamentale presentare agli utenti alternative pertinenti quando un prodotto non è più disponibile. Ciò può migliorare l’esperienza dell’utente e prevenire la perdita di potenziali clienti.

  1. Pagine di Prodotto Simili:

Crea pagine dedicate per prodotti simili o sostitutivi e collegale dalla pagina del prodotto fuori produzione. Assicurati di fornire informazioni dettagliate sui prodotti alternativi per soddisfare le esigenze degli utenti.

  1. Avvisi di Riassortimento:

Se il prodotto fuori produzione potrebbe tornare disponibile in futuro, considera l’opzione di mostrare agli utenti un avviso di riassortimento. Chiedi loro di fornire informazioni di contatto per notificarli quando il prodotto sarà nuovamente disponibile.

  1. Promozione di Prodotti Correlati:

Mostra prodotti correlati o complementari sulla pagina del prodotto fuori produzione. Questo può incoraggiare gli utenti a esplorare alternative e aumentare le possibilità di conversione.

  1. Messaggi di Spiegazione:

Fornisci un chiaro messaggio di spiegazione sulla pagina del prodotto fuori produzione. Informa gli utenti della situazione, spiega le ragioni della mancanza di disponibilità e suggerisci alternative.

Best Practices:

Per garantire una gestione efficace delle pagine prodotto fuori produzione, segui queste best practices:

  • Monitoraggio Costante: Monitora costantemente le performance delle pagine coinvolte, tenendo traccia di metriche come il traffico, le conversioni e il posizionamento nei motori di ricerca. Questo è una valida ragione per eseguire periodicamente degli Audit SEO
  • Aggiornamenti del Sitemap XML: Aggiorna la sitemap XML per riflettere i cambiamenti nelle pagine prodotto, facilitando la loro indicizzazione da parte dei motori di ricerca.
  • Comunicazione Trasparente: Comunica in modo trasparente con gli utenti riguardo alla disponibilità dei prodotti. La trasparenza contribuisce a instaurare la fiducia dei clienti.
  • Monitoraggio degli Errori 404: Monitora gli errori 404 e gestiscili prontamente. Troppi errori 404 possono avere un impatto negativo sulla SEO del sito nonché sull’esperienza utente.
  • Riduzione dei Tempi di Caricamento: Assicurati che le pagine di reindirizzamento e le alternative siano ottimizzate per i tempi di caricamento, migliorando l’esperienza dell’utente.

Conclusioni:

La gestione delle pagine prodotto fuori produzione richiede un approccio strategico che bilanci le esigenze degli utenti e le best practices SEO. Utilizzando redirect mirati e presentando alternative pertinenti, puoi mantenere la coerenza del tuo sito e migliorare l’esperienza complessiva dell’utente, contribuendo al successo a lungo termine del tuo negozio online.

Dario Ciracì

Co-founder dell'agenzia, laureato in Marketing e Comunicazione d'azienda. Professionista SEO e autore del libro "Content Marketing per Blog, Social e SEO". Da quindici anni, progetta strategie digitali orientate allo sviluppo di visibilità online. Come consulente SEO ha lavorato in prima persona a differenti progetti complessi in settori ad elevata competizione, costruendo da zero progetti da oltre 20 mila visitatori giornalieri. Segue costantemente tutti gli aggiornamenti algoritmici di Google, di cui scrive poi regolarmente le sue analisi su questo blog e si occupa di seguire siti web che perdono traffico organico individuando problematiche e fornendo strategie risolutive. E' speaker alle più importanti conferenze nazionali sulla SEO e web marketing (Convegno GT, Search Marketing Connect, SMXL, BeWizard, ecc.) oltre ad aver formato numerosi SEO di aziende ed agenzie in corsi di formazione super avanzati. Scrive di SEO anche sul blog ufficiale di SEMrush.

Co-founder dell'agenzia, laureato in Marketing e Comunicazione d'azienda. Professionista SEO e autore del libro "Content Marketing per Blog, Social e SEO". Da quindici anni, progetta strategie digitali orientate allo sviluppo di visibilità online. Come consulente SEO ha lavorato in prima persona a differenti progetti complessi in settori ad elevata competizione, costruendo da zero progetti da oltre 20 mila visitatori giornalieri. Segue costantemente tutti gli aggiornamenti algoritmici di Google, di cui scrive poi regolarmente le sue analisi su questo blog e si occupa di seguire siti web che perdono traffico organico individuando problematiche e fornendo strategie risolutive. E' speaker alle più importanti conferenze nazionali sulla SEO e web marketing (Convegno GT, Search Marketing Connect, SMXL, BeWizard, ecc.) oltre ad aver formato numerosi SEO di aziende ed agenzie in corsi di formazione super avanzati. Scrive di SEO anche sul blog ufficiale di SEMrush.

Guarda tutti i post di

Area di discussione: dicci la tua!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.