Social Media Marketing

Perché il Re-Targeting può essere la chiave del tuo successo

Ti sei già chiesto perché certa pubblicità ti segue ovunque su internet, soprattutto dopo aver visualizzato uno specifico prodotto o servizio?

Vuoi capire esattamente come funziona e applicarla anche alla tua attività moltiplicando le tue vendite? Allora questo è l’articolo giusto per te.

Un esempio di Re-Targeting

Giovanni pensa che potrebbe aver bisogno di scarpe nuove, ma non ha fretta di acquistarle. Sta valutando i vari modelli e vuole farsi un’idea di quanto potrebbero costare.

Visita più siti e visualizza un particolare paio che è in linea con il suo budget e il suo stile.

Il desiderio di acquisto di Giovanni adesso è cresciuto. Pensa che potrebbe acquistarle, ma proprio mentre sta per farlo viene distratto (oppure decide che vuole attendere ancora un altro po’ di tempo per pensarci su).

Chiude la pagina web e scompare dal mondo digitale.

Qualche ora dopo, Giovanni guarda il suo smartphone e controlla il suo profilo di Facebook, va su YouTube per guardare un video che i suoi amici gli hanno mandato, sfoglia un contenuto collegato a quel video, etc..

Ma sta succedendo qualcosa: in ogni pagina web che visita appare una pubblicità proprio di quelle scarpe che desidera.

Giovanni ha nuovamente focalizzato la sua attenzione sul suo bisogno di un nuovo paio di scarpe, e sulla bellezza/convenienza di quello specifico paio, e così, trovandosi nella situazione giusta, decide di comprarle.

Giovanni potrebbe pensare che si sia trattato di una casualità o di un segno del destino, che quell’annuncio “perfetto” comparisse sempre davanti a lui.
Questa, invece, è una tecnica che ha letteralmente trasformato il mondo della pubblicità online, e prende il nome di Re-targeting.

Perché fare Re-Targeting

Abbiamo un problema: solo una piccola percentuale di utenti acquista dopo aver visto una pubblicità per la prima volta. La maggior parte di coloro che mostra interesse per la tua attività, invece, non acquista.

Non è un problema del tuo prodotto o servizio, o della tua comunicazione. Anche se questi elementi sono eccellenti, il processo di acquisto delle persone richiederà spesso più tempo e diverse necessità informative che nel primo annuncio non potevano essere soddisfatte.

Sarebbe un peccato perdere questi utenti, perché comunque hanno mostrato un interesse, non è vero?
Queste persone, complice le tante pubblicità a cui sono sollecitate nella loro quotidianità, tenderanno a dimenticare presto quel contenuto e quel Brand.

Con il Re-Targeting, invece, accompagniamo questi utenti nel loro processo di acquisto.

È necessario presumere che ogni visitatore non ha detto di NO (quando ha raggiunto la pagina del prodotto senza poi acquistare), ma semplicemente che non poteva proprio effettuare l’azione desiderata in quel momento.

Forse erano distratti, forse erano al lavoro, forse il loro portafoglio non era a portata di mano, o stavano aspettando il giorno di paga. Qualunque sia la ragione, è nostra responsabilità risolvere il problema ricordando loro la nostra soluzione.

Immagina quanto sarebbe dispiaciuto a Giovanni se le sue scarpe si fossero rotte prima di ricordarsi “da solo” di acquistare quel paio che tanto gli piaceva, mentre magari, a quel punto, non avrebbe più ricordato dove le aveva viste.

È una tua missione garantire che ciò non accada ai tuoi potenziali clienti. Il retargeting è lo strumento che ti consente di farlo.

Il Re-targeting più in dettaglio

Il retargeting è una tipologia di pubblicità che si rivolge a determinati utenti in base a precedenti azioni compiute sul tuo sito web, sulla tua pagina Facebook, sui tuoi annunci, etc…

Quando le persone compiono azioni specifiche vengono tracciate e inserite all’interno di un pubblico (metaforicamente: all’interno di una scatola), così sarà possibile impostarlo come destinatario dei nostri annunci pubblicitari.

Ad esempio, se avessi impostato una campagna di retargeting indirizzata alle persone che avevano abbandonato il carrello sul mio sito Web, tutti coloro che hanno compiuto tale azione sarebbero stati aggiunti a un pubblico. Questi utenti avrebbero visto quindi annunci personalizzati che contengono esattamente i prodotti che ha abbandonato.

Questa azione non deve necessariamente essere un abbandono del carrello. Puoi scegliere come target persone che visualizzano prodotti, interagiscono con i tuoi contenuti, passano molto tempo sul tuo sito web, si iscrivono alla tua newsletter; insomma le opzioni sono infinite.

Utilizzando il retargeting è possibile mantenere le persone coinvolte, rafforzare la consapevolezza del proprio marchio e, in definitiva, trasformare un utente freddo in un potenziale acquirente molto caldo e vicino all’acquisto.

E se i membri del pubblico eseguono l’azione desiderata, ad es. effettuare un acquisto, saranno automaticamente rimossi dal pubblico di retargeting, il che significa che non sprecherai denaro mostrando loro più annunci (per qualcosa che hanno già acquistato) evitando anche di annoiarli.

Il retargeting offre un’offerta specifica a un pubblico specifico, rendendo la pubblicità online economica, mirata ed efficace.

Fantastico, vero?

Facebook advertiser focalizzato sulla Lead Generation dal 2014. In forza presso Web in Fermento dal 2017. È relatore per importanti eventi di web marketing nazionali oltre che formatore. Non smette mai di formarsi e di sperimentare nuove strategie per migliorare sempre di più i risultati dei suoi progetti.

Guarda tutti i post di

Area di discussione: dicci la tua!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Grazie per lo share!

Puoi decidere di non perdere neanche un contenuto del nostro blog!

Iscriviti alla nostra newsletter genuina.
Promettiamo solo 2 contenuti a settimana, e solo post! (NO SPAM, NO MAIL PROMOZIONALI)

Inserisci la tua mail