Social Media Marketing

Facebook Canvas: cosa sono, come crearli e perché usarli

Dopo qualche mese di attesa dal lancio ufficiale possiamo finalmente capire con chiarezza visuale e di esperienza come funziona il nuovo formato pubblicitario di Facebook, Canvas.

Facebook Canvas: cosa sono

Canvas è una nuova possibilità di promozione tramite Ads, evoluta. Non parliamo di un semplice messaggio visualizzato tra lo streaming del contenuto, ma una rinnovata esperienza di navigazione, immersiva e innovativa.

Canvas la si riconosce subito perché innanzitutto visibile esclusivamente da mobile, da desktop potrebbe apparire un poco confortante messaggio di errore (Fig. 1), e poi perché ha un appeal molto diverso, dunque più attrattivo, rispetto ad altri contenuti.

Facebook Canvas è una funzionalità avanzata di Facebook che consente agli inserzionisti di creare esperienze pubblicitarie immersive e coinvolgenti direttamente all’interno della piattaforma Facebook. Si tratta praticamente di una landing page interattiva, completamente integrata all’interno di Facebook, progettata per offrire agli utenti un’esperienza multimediale coinvolgente.

Ecco alcuni punti chiave e caratteristiche di Facebook Canvas:

  1. Immersività: Canvas permette agli inserzionisti di combinare video, immagini, testo e call to action in un’unica esperienza interattiva e coinvolgente. Gli utenti possono scorrere verticalmente e orizzontalmente all’interno del Canvas per esplorare i contenuti in modo fluido.
  2. Caricamento rapido: Le esperienze di Canvas sono ottimizzate per un caricamento veloce su dispositivi mobili, garantendo un’esperienza utente senza intoppi. Questo è fondamentale per mantenere l’attenzione degli utenti e massimizzare l’efficacia della pubblicità.
  3. Creatività flessibile: Gli inserzionisti hanno la possibilità di personalizzare completamente l’aspetto e il contenuto del loro Canvas per adattarsi al meglio al proprio marchio e agli obiettivi pubblicitari. Ciò include l’aggiunta di video, immagini, testo, bottoni interattivi, caroselli e altro ancora.
  4. Tracciamento delle interazioni: Facebook fornisce strumenti analitici dettagliati per monitorare le interazioni degli utenti con il Canvas, consentendo agli inserzionisti di valutare l’efficacia della loro pubblicità e apportare eventuali ottimizzazioni.
  5. Facilità di creazione: Non è richiesta alcuna conoscenza di programmazione per creare un Canvas. Facebook fornisce un’apposita interfaccia di creazione visuale che consente agli inserzionisti di trascinare e rilasciare elementi per progettare rapidamente e facilmente il proprio Canvas.
  6. Obiettivi pubblicitari: I Canvas possono essere utilizzati per una varietà di obiettivi pubblicitari, tra cui sensibilizzazione del marchio, coinvolgimento degli utenti, generazione di lead e conversioni dirette. La flessibilità e l’interattività offerte da Canvas consentono agli inserzionisti di adattare l’esperienza in base agli obiettivi specifici della campagna.
error desktop Canvas Facebook

Fig. 1

Si presenta ovviamente nell’insieme dei contenuti, con la super conosciuta dicitura “Sponsorizzata”, la differenza è che solitamente è costituita da un box, apparentemente è molto simile ad un post, ma un post non è. Quello che differenzia Canvas da una semplice Ads nello streaming è la presenza di una call-to-action personalizzabile, full-width che accompagna l’immagine ed un bel pulsantino con una freccina che invita all’interazione.

FacebookCanvas

Effettivamente essendo abituati al click quella freccia risulta leggermente superflua, ma utile per trasmettere il fatto che “c’è qualcosa di nuovo qui” ed è qualcosa in più rispetto ad un semplice link al sito che sponsorizzato.

IMG_1407

IMG_1408

IMG_1409

Interagendo con l’area non ce lo si aspetta, ma al click si rimane all’interno di Facebook e, proprio come avviene per gli Instant Article, si viene dirottati in un ambiente assolutamente nuovo e che ha un alto potere comunicativo: il canvas. Inutile sottolineare che Canvas si porta dietro tutta la tecnologia ben sfruttata negli Instant Article, dunque velocità molto elevata e leggibilità del contenuto migliorata.

Proprio come dice il nome è a tutti gli effetti un contenitore predisposto ad accogliere contenuti promozionali. Questo contenitore può diventare un ottimo e nuovissimo approccio allo Storytelling perché, grazie alle molteplici possibilità che offre, permette di creare un’area web alternativa al sito, ma con un appeal assolutamente moderno, al cui interno si ha la libertà di caricare qualsiasi cosa.

In un box canvas generico potremmo trovarci differenti tipologie di formato, tra cui foto, video, caroselli di immagini, blocco di testo, call-to-action, box di prodotti (utilissimi per lo shop). A partire da questi principali elementi di personalizzazione, l’inserzionista, o meglio prima al designer di canvas, può esprimere in tutte le forme disponibili online i concetti che si vogliono far passare tramite la pubblicità.

12684236_1292831027410404_2112658586_n

Esempio di box di prodotti

Come si creano i Facebook Canvas

Ecco una guida passo-passo su come creare un Facebook Canvas:

  1. Accedi a Facebook Ads Manager: Accedi al tuo account Facebook Ads Manager su business.facebook.com.
  2. Inizia una nuova campagna pubblicitaria: Crea una nuova campagna pubblicitaria selezionando l’obiettivo pubblicitario che meglio si adatta al tuo scopo. Puoi scegliere tra obiettivi come sensibilizzazione del marchio, coinvolgimento, generazione di lead o conversioni.
  3. Definisci il pubblico e il budget: Definisci il pubblico di destinazione per la tua campagna pubblicitaria e imposta il budget giornaliero o totale per la campagna.
  4. Crea l’annuncio: Dopo aver configurato la campagna, passa alla creazione dell’annuncio. Durante questo processo, seleziona “Annuncio Canvas” come formato dell’annuncio.
  5. Scegli un modello di Canvas: Facebook offre una serie di modelli predefiniti per semplificare il processo di creazione del Canvas. Puoi scegliere il modello che meglio si adatta al tuo obiettivo pubblicitario e al tipo di contenuti che desideri includere.
  6. Aggiungi i componenti: Una volta selezionato il modello, inizia ad aggiungere i componenti al tuo Canvas. Questi possono includere immagini, video, testo, pulsanti di chiamata all’azione e altro ancora. Trascina e rilascia i componenti nel Canvas e personalizzali secondo le tue esigenze.
  7. Personalizza il contenuto: Modifica il testo, le immagini, i video e altri contenuti del tuo Canvas per adattarli al tuo marchio e agli obiettivi della campagna.
  8. Aggiungi interazioni: Utilizza le funzionalità interattive di Canvas per coinvolgere gli utenti. Puoi aggiungere pulsanti di chiamata all’azione, caroselli interattivi, gallerie di immagini e altro ancora per incentivare l’interazione degli utenti con il tuo annuncio.
  9. Rivedi e pubblica: Una volta completato il tuo Canvas, rivedilo per assicurarti che sia completo e privo di errori. Quando sei pronto, pubblica il tuo Canvas per farlo partire come annuncio pubblicitario.
  10. Monitora le prestazioni: Dopo aver pubblicato il Canvas, monitora le prestazioni dell’annuncio utilizzando gli strumenti analitici di Facebook Ads Manager. Questo ti permetterà di valutare l’efficacia del tuo annuncio e apportare eventuali ottimizzazioni per massimizzare i risultati della campagna.

Seguendo questi passaggi, sarai in grado di creare un Facebook Canvas coinvolgente e efficace per la tua campagna pubblicitaria.

kh-facebook-canvas-publishing-tools

Canvas interaction

Una volta approvata, l’inserzione è attiva per tutti gli utenti che apprezzeranno sicuramente una navigazione a scroll, ben evidenziata con icone di interazione che guidano l’utente durante tutto il processo di consultazione.

IMG_1414

Considerate che questa tipologia di promozione non si esaurisce in pochi istanti, o meglio in teoria è così ma, data la presenza di svariati formati una consultazione può durare anche diversi minuti, anche solo per lo scroll di tutto il messaggio.

Certo, il tutto poi dipende dalla bravura che ha l’inserzionista nel riuscire a creare aspettativa nella narrazione della comunicazione e anche nella capacità di posizionare strategicamente le call-to-action. In questi giorni ad esempio ho avuto modo di testarne una di Mini, fatta molto bene e una di Alitalia. Guardate alcuni screen qui di seguito.

IMG_1413

IMG_1415

IMG_1416 IMG_1418

 

Quali sono le potenzialità di Canvas?

Facebook Canvas il navigatore

Innanzitutto l’innovativo modo di immergere il navigatore del social in una nuova esperienza promozionale. Non più un semplice e immediato click che sposta l’utente su un sito che dovrebbe rappresentare il punto di conversione finale, ma una fase intermedia che porta l’utente prima a informarsi (e talune volte ad affezionarsi) al messaggio comunicato con un buon Storytelling Visuale e poi, in modo del tutto lucido, a decidere se cliccare sui pulsanti e generare una conversione promozionale, oppure abbandonare.

Grande punto a favore è l’aspetto interattivo che l’utente può avere con il messaggio pubblicitario; pensate quanto tempo l’utente può spendere su una pubblicità se ben strutturata e interessante, attraverso l’interazione con i contenuti presenti, con i video, con i box dei prodotti, quest’ultimo molto assimilabile alla navigazione in e-commerce. Il tutto sempre e solo in un unica schermata.

Facebook Canvas l’inserzionista

Dal lato degli inserzionisti invece è uno strumento in più per far conoscere meglio i prodotti in un ambiente assolutamente chiuso e non influenzato da altri messaggi, esperienziale e che coinvolge. Un unico contenitore dedicato alla promozione esclusiva di quel prodotto o di quel brand in cui si può far risaltare non un solo formato ma tanti, il testo, i video e le immagini.

Facendo un po’ di analisi e di critica, ci vedrei bene forse un po’ più di interazione social con i singoli contenuti, tipo reaction su ogni singola area o condivisione dei video, piuttosto che i commenti.

In più, sarebbe bello anche uno studio con “heat map” sul messaggio Adv come monitoraggio dell’efficacia della Canvas, lo immagino disponibile direttamente all’interno degli insights della campagna. Infine, dal mio punto di vista, è essenziale che si lavori per rendere il formato “leggibile” anche da desktop per evitare spiacevolissimi e fastidiosi messaggi.

Facebook Canvas: perché dovresti utilizzarli

I Facebook Canvas offrono un modo coinvolgente per presentare i tuoi contenuti ai tuoi utenti su Facebook. Ecco perché dovresti considerare di utilizzarli:

  1. Coinvolgimento Immersivo: I Canvas offrono un’esperienza immersiva che cattura l’attenzione degli utenti fin dall’inizio. Puoi utilizzare immagini, video e altri contenuti multimediali per creare un’esperienza coinvolgente che tiene gli utenti incollati al tuo annuncio.
  2. Raccontare una Storia: Con i Canvas, hai la possibilità di raccontare una storia attraverso i tuoi contenuti. Puoi guidare gli utenti attraverso un percorso narrativo che li porta dalla consapevolezza del marchio all’azione desiderata, tutto all’interno dello stesso annuncio.
  3. Creatività Illimitata: I Canvas offrono molta flessibilità e libertà creativa. Puoi sperimentare con diversi tipi di contenuti, layout e interazioni per creare un’esperienza unica che si adatta al tuo marchio e agli obiettivi della tua campagna pubblicitaria.
  4. Pubblico Targettizzato: Puoi utilizzare i dati demografici e comportamentali dei tuoi utenti target per creare Canvas altamente personalizzati e mirati. Questo ti consente di fornire contenuti rilevanti e pertinenti agli utenti che sono più propensi a essere interessati ai tuoi prodotti o servizi.
  5. Aumento del Coinvolgimento e delle Conversioni: Grazie alla natura coinvolgente dei Canvas, tendono ad avere tassi di coinvolgimento e conversioni più elevati rispetto agli annunci tradizionali su Facebook. Gli utenti sono più propensi a interagire con un Canvas e a compiere azioni come fare clic sui pulsanti di chiamata all’azione o visitare il tuo sito web.
  6. Misurazione delle Prestazioni: Facebook fornisce strumenti analitici avanzati che ti consentono di monitorare le prestazioni dei tuoi Canvas e ottenere insight dettagliati sul comportamento degli utenti. Puoi utilizzare queste informazioni per ottimizzare le tue campagne e massimizzare il ROI.

Possiamo dunque affermare che i Facebook Canvas offrono un modo innovativo per coinvolgere il tuo pubblico target, raccontare la tua storia e guidare gli utenti verso l’azione desiderata.

Utilizzandoli in modo efficace, puoi aumentare il coinvolgimento, le conversioni e il successo complessivo delle tue campagne pubblicitarie su Facebook.

Front-end Developer e Designer. Si occupa dello sviluppo di siti web, dalla radice all'interfaccia, e nella realizzazione di contenuti che siano più efficaci per comunicare in rete: infografiche, grafiche specifiche per i Social, User Interface per siti e landing page.

Guarda tutti i post di

Prosegui con la lettura

Ecco una selezione di articoli che parlano di Social Media Marketing

Vuoi dire la tua?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.