SEO per Ecommerce

Ecommerce e festività: Preparazione e strategie SEO

Quando gestisci un e-commerce, il lavoro non finisce mai: devi aggiornare le schede prodotto, ottimizzare le pagine categoria, decidere come gestire le pagine tag solo per citarne alcune.

Tra tutte le possibili complicazioni di un e-commerce, però, la SEO durante le festività è una di quelle che dà più grattacapi.

In questo articolo vedremo come mettere in ordine un e-commerce in vista delle festività – Natale, Pasqua, Black Friday e via dicendo – evitando problemi come la cannibalizzazione di parole chiave e senza perdere eventuali backlink guadagnati.

Pianifica anticipatamente: la chiave per il successo nella SEO per eCommerce nelle festività

La pianificazione anticipata è un aspetto critico per sfruttare appieno le opportunità offerte dalle festività nel mondo dell’e-commerce. Questo periodo, caratterizzato da un significativo aumento degli acquisti online, richiede un approccio strategico e ben pianificato per massimizzare l’impatto delle tue attività SEO.

  • Analisi dei Dati Storici: Un punto di partenza vitale è l’analisi dei dati di vendita dell’anno precedente. Questo esame retrospettivo ti permette di identificare tendenze e modelli di comportamento degli utenti. Per esempio, è stato osservato che una considerevole percentuale delle vendite natalizie avviene prima di dicembre, il che sottolinea l’importanza di anticipare le strategie di marketing e SEO​​​​.
  • Preparazione del Sito Web: Il tuo sito e-commerce è il fulcro delle tue operazioni durante le festività. Assicurati che sia ottimizzato per gestire l’aumento del traffico e le aspettative dei clienti. Questo include l’ottimizzazione della velocità del sito, l’aggiornamento delle descrizioni dei prodotti, l’introduzione di immagini festive e offerte speciali, e la garanzia di una navigazione e ricerca intuitiva. Una piattaforma e-commerce ben ottimizzata è fondamentale per fornire un’esperienza utente fluida e piacevole, che può tradursi in maggiori vendite e fidelizzazione dei clienti.
  • Calendario Promozionale Dettagliato: Crea un calendario promozionale e di marketing che copra l’intero periodo festivo. Questo calendario dovrebbe includere lanci di prodotti, offerte speciali, campagne di email marketing, attività sui social media, e qualsiasi altra iniziativa promozionale pianificata. Avere una roadmap chiara ti aiuterà a mantenere la coerenza nelle tue comunicazioni e a garantire che nessuna opportunità venga trascurata.
  • Focus su Offerte e Promozioni: Le festività sono un periodo in cui i clienti sono particolarmente attenti alle offerte e promozioni. Preparare offerte attraenti e comunicarle efficacemente è essenziale per catturare l’attenzione del pubblico. Che si tratti di sconti, pacchetti regalo, o spedizione gratuita, assicurati che le tue offerte siano competitive e ben visibili sul tuo sito e nelle tue campagne.
  • Strategia di Contenuto Mirata: Utilizza i dati storici e le tendenze di mercato per sviluppare una strategia di contenuto mirata. Questo può includere blog post, guide ai regali, recensioni di prodotti, e qualsiasi altro tipo di contenuto che possa attrarre e coinvolgere il tuo pubblico target durante le festività. La creazione di contenuti rilevanti e utili non solo migliorerà il tuo posizionamento SEO, ma aumenterà anche l’engagement e le conversioni sul tuo sito.

Una pianificazione anticipata e strategica è il fondamento per garantire che la tua attività di e-commerce possa navigare con successo attraverso il periodo ad alta intensità delle festività. Da un’analisi approfondita dei dati a una preparazione ottimale del sito, ogni aspetto gioca un ruolo cruciale nel definire il successo del tuo business durante questo periodo chiave.

Cerca query a tema

Se è il primo anno che ottimizzi un e-commerce in vista delle festività, questo passo è ancora più importante. Ricorda però quanto detto nell’articolo dedicato alla scelta delle parole chiave: il lavoro non finisce mai; la SEO è un mondo in continuo movimento e tu devi stare al passo.

Ad ogni modo, in questa fase del lavoro devi cercare tutte le query a tema con le festività che ti interessano. Come visto nell’articolo succitato, ti serviranno sia parole chiave transazionali sia parole chiave informative; le prime possono tornare utili per creare categorie e tag a tema; le seconde servono quasi sempre per articoli di blog e informativi.

Google Trends è uno strumento prezioso per eseguire ricerche di questo tipo. È vero che non ti dà informazioni come il volume di ricerca o la competitività. In compenso, ti consente di approfondire i trend di mercato e di monitorarne l’interesse lungo tutto l’anno.

Prendiamo come esempio la parola chiave “outfit Natale”. Il picco è ovviamente nel mese di dicembre. Eppure, Google Trends e altri tool ci mostrano che le persone iniziano a pensarci già a settembre. Sarebbe un peccato deluderle non offrendo loro contenuti interessanti, non è vero?

Crea una pagina o una sezione dedicata alla festività

La creazione di una pagina dedicata sul tuo sito e-commerce per le festività è un passo fondamentale per catturare l’interesse dei visitatori e massimizzare le vendite. Una pagina festiva non è solo una vetrina per i tuoi prodotti stagionali, ma anche un’opportunità per creare un’esperienza di acquisto coinvolgente e memorabile.

  • Atmosfera Festiva e Brand Identity: Il design della tua pagina festiva dovrebbe riflettere l’atmosfera della stagione pur rimanendo fedele alla brand identity del tuo e-commerce. Questo può includere l’uso di colori, immagini e temi stagionali che risuonino con lo spirito delle festività. Ad esempio, per Natale, potresti aggiungere elementi grafici come fiocchi di neve, luci scintillanti o motivi natalizi, assicurandoti che si integrino armoniosamente con il design generale del tuo sito​​.
  • Contenuti e Guide agli Acquisti: Sfrutta il potere del content marketing creando guide agli acquisti tematiche. Queste guide possono essere suddivise per categorie di interesse, come “regali per la mamma appassionata di cucina” o “idee regalo per l’amica beauty addicted”. Offrendo consigli utili e idee regalo, puoi guidare i visitatori attraverso il processo decisionale, facilitando la scoperta e l’acquisto di prodotti. Questo approccio non solo aiuta i clienti indecisi, ma permette anche di posizionare strategicamente i prodotti che desideri promuovere maggiormente​​.
  • Promozioni e Offerte Speciali: Utilizza la tua pagina festiva per mettere in risalto offerte speciali, sconti e promozioni. Questo può includere offerte a tempo limitato, bundle di prodotti, sconti su acquisti successivi o spedizione gratuita. Assicurati che queste offerte siano facilmente visibili e accessibili per incentivare l’acquisto immediato.
  • Ottimizzazione SEO e Keyword Stagionali: Oltre all’aspetto visivo, ottimizza la tua pagina festiva dal punto di vista SEO. Utilizza parole chiave stagionali nei titoli, nelle descrizioni e nei contenuti della pagina per migliorare la visibilità nei motori di ricerca durante il periodo festivo. Ciò include l’adattamento dei meta tag, l’ottimizzazione delle immagini e la creazione di contenuti che rispondano alle domande e alle ricerche specifiche dei consumatori in questo periodo.
  • Esperienza Utente Intuitiva: Assicurati che la navigazione verso e all’interno della pagina festiva sia intuitiva e senza intoppi. Implementa filtri, categorie e funzionalità di ricerca che permettano ai visitatori di trovare facilmente ciò che cercano. Una navigazione semplice e intuitiva può ridurre il tasso di abbandono del carrello e aumentare la probabilità di vendite.

Aggiorna contenuti esistenti

Da un anno all’altro, è difficile ci siano grandi cambiamenti nelle query legate alle festività; al limite puoi aspettarti che il vecchio “outfit Natale 2022” diventi “outfit Natale 2023”.

Può sembrare una piccolezza, ma come gestirla se non è il primo anno che prepari l’e-commerce alla SEO delle feste? È probabile che tu abbia già pagine su pagine riguardanti le feste dell’anno precedente, pagine con contenuti ormai obsoleti.

Eliminarle è fuori discussione, specie se vi hai lavorato molto: rischi di perdere posizionamento e link in entrata. D’altra parte, non puoi nemmeno realizzare pagine ex novo sulle stesse keyword, dato che sarebbero dei doppioni di quelle vecchie.

In gran parte dei casi, la soluzione migliore è aggiornare i contenuti dell’anno precedente, che siano pagine categoria o articoli di blog. Devi quindi eliminare i riferimenti all’anno passato, verificare cos’è cambiato nel frattempo e rinverdire la pagina.

Torniamo alla succitata query “outfit Natale”. Dato che l’hai sfruttata anche l’anno scorso, hai già un articolo dedicato ai migliori outfit delle feste 2022, con tanto di link ai prodotti dell’e-commerce. Piuttosto che eliminarlo, puoi aggiornarlo secondo le tendenze 2023 e inserire riferimenti a prodotti della nuova collezione autunno-inverno.

Usa url senza data

Per fare quanto visto sopra, però, è importante che tutte le url siano senza data.

Mettiamo che tu abbia la pagina: “www.vestitiultrabelli.it/outfit-natale-2022/”. Se anche decidessi di aggiornarla in vista delle feste 2023, continueresti ad avere l’anno sbagliato nell’indirizzo.

Certo, potresti rimediare con un redirect, ma avresti due possibili problemi:

  • anno dopo anno, finiresti per creare una lunga catena di redirect;
  • dato che un e-commerce ha spesso molte pagine a tema festività, avresti bisogno di tanti redirect e appesantiresti il sito senza una vera ragione.

La soluzione più semplice è creare pagine prive di data nelle url: invece di “www.vestitiultrabelli.it/outfit-natale-2022/”, avresti “www.vestitiultrabelli.it/outfit-natale/”.

I riferimenti all’anno andranno in tutte le parti modificabili della pagina, dai metatag fino al testo.

Nascondi le pagine fuori stagione

Trascorse le feste, rimane il problema di come gestire le pagine stagionali Ad esempio, è difficile che tu riesce a vendere un maglione con le renne a Ferragosto. Se però sono prodotti che proponi tutti gli anni, non ti conviene eliminare le pagine a tema.

Le modalità specifiche cambiano di caso in caso. Per quanto riguarda la gestione di prodotti non disponibili in quanto stagionali, ti rimandiamo a questo articolo sulle best practice per la gestione dei prodotti out of stock.

Per quanto riguarda categorie e articoli del blog, invece, si consiglia di nascondere le pagine eliminando i link presenti in home e di toglierle dalla sitemap. L’utente può ritrovare queste pagine solo se le cerca; altrimenti, è come se non ci fossero. Una volta che la festività si riavvicina, puoi reinserire i link nella home e in altre zone del sito.

Torniamo alla categoria dei maglioni con le renne. Trascorsa l’Epifania, puoi rimuovere il link dal menù e sostituire i banner natalizi con quelli riguardanti San Valentino. Il prossimo anno, dopo aver aggiornato la pagina categoria e aggiunto i prodotti nuovi, potrai reinserire il link nel menù.

Muoviti in anticipo

L’abbiamo accennato nel primo paragrafo: anche se il picco di ricerca arriva sotto le feste, l’interesse inizia a crescere già diversi mesi prima. Inoltre, è difficile – impossibile – improvvisare quanto visto sopra.

Affinché la SEO del tuo e-commerce funzioni davvero durante le festività, devi muoverti con largo anticipo. Di solito, i primi contenuti a tema compaiono 2 o 3 mesi prima dell’evento, quando le analisi dei trend segnalano un risveglio dell’interesse tra gli utenti.

Se il tuo lavoro principale c’entra poco con la SEO, questo potrebbe confonderti. È una delle tante ragioni per cui, nel dubbio, è sempre meglio rivolgersi a professionisti del digitale.

 

Dario Ciracì

Co-founder dell'agenzia, laureato in Marketing e Comunicazione d'azienda. Professionista SEO e autore del libro "Content Marketing per Blog, Social e SEO". Da quindici anni, progetta strategie digitali orientate allo sviluppo di visibilità online. Come consulente SEO ha lavorato in prima persona a differenti progetti complessi in settori ad elevata competizione, costruendo da zero progetti da oltre 20 mila visitatori giornalieri. Segue costantemente tutti gli aggiornamenti algoritmici di Google, di cui scrive poi regolarmente le sue analisi su questo blog e si occupa di seguire siti web che perdono traffico organico individuando problematiche e fornendo strategie risolutive. E' speaker alle più importanti conferenze nazionali sulla SEO e web marketing (Convegno GT, Search Marketing Connect, SMXL, BeWizard, ecc.) oltre ad aver formato numerosi SEO di aziende ed agenzie in corsi di formazione super avanzati. Scrive di SEO anche sul blog ufficiale di SEMrush.

Co-founder dell'agenzia, laureato in Marketing e Comunicazione d'azienda. Professionista SEO e autore del libro "Content Marketing per Blog, Social e SEO". Da quindici anni, progetta strategie digitali orientate allo sviluppo di visibilità online. Come consulente SEO ha lavorato in prima persona a differenti progetti complessi in settori ad elevata competizione, costruendo da zero progetti da oltre 20 mila visitatori giornalieri. Segue costantemente tutti gli aggiornamenti algoritmici di Google, di cui scrive poi regolarmente le sue analisi su questo blog e si occupa di seguire siti web che perdono traffico organico individuando problematiche e fornendo strategie risolutive. E' speaker alle più importanti conferenze nazionali sulla SEO e web marketing (Convegno GT, Search Marketing Connect, SMXL, BeWizard, ecc.) oltre ad aver formato numerosi SEO di aziende ed agenzie in corsi di formazione super avanzati. Scrive di SEO anche sul blog ufficiale di SEMrush.

Guarda tutti i post di

Area di discussione: dicci la tua!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.