SEO

Consulenze SEO per siti YMYL (Your Money Your Life): oltre gli aspetti tecnici

Non tutti gli Audit SEO sono uguali. Quando ci si trova davanti ad un sito YMYL il tempo da dedicare all’analisi potrebbe raddoppiare e un crawling tecnico del sito o l’analisi del profilo link non sono affatto sufficienti.

I siti YMYL sono siti web che potrebbero avere un impatto significativo sulla vita di un individuo dal punto di vista finanziario o della salute. Google presta particolare attenzione alla qualità e all’affidabilità delle informazioni presentate in queste pagine, in quanto la disinformazione potrebbe avere conseguenze negative sulla vita delle persone.

Tra le categorie di siti YMYL rientrano di diritto:

  1. Siti finanziari: Come banche, società di prestito, broker, consulenti fiscali e altri siti che danno consigli su investimenti, pensioni, acquisto di case, assicurazioni, ecc.
  2. Siti medici: Siti che forniscono informazioni sulla salute, le malattie, la nutrizione, i farmaci, la salute mentale, la medicina alternativa e altre questioni legate alla salute.
  3. Siti legali: che forniscono informazioni o servizi legati a questioni come la separazione, la custodia dei figli, la creazione di una società, la proprietà intellettuale, ecc.

Quando effettuo una consulenza per siti YMYL dedico una parte di tempo di più alla Quality Review del sito, raffrontandolo con le Search Quality Rater Guidelines di Google. Sostanzialmente è una review volta ad esaminare il sito web dall’occhio di un quality rater.

Come sappiamo infatti, benché i feedback dei quality raters sulle pagine esaminate non hanno un impatto diretto sul loro ranking, vengono però utilizzati per addestrare/aggiornare gli algoritmi del motore.

Per siti YMYL il superamento dei fattori di E-E-A-T (Experience, Expertise, Authoritativeness, Trustworthy) è fondamentale. Pena l’aumento di probabilità di non riuscire a posizionarsi bene per keyword strategiche o subire crolli del traffico piuttosto importanti, post rilascio di qualche update algoritmico.

Differenze tra Experience ed Expertise

Nell’ultimo anno Google ha aggiunto una E ai concetti di E-A-T, quello di Experience, per distinguerlo da Expertise.

Anche qui, l’occhio del consulente SEO, deve essere clinico e in grado di distinguere i contenuti che hanno l’obiettivo di comunicare “l’esperienza” al lettore, da quelli che invece devono comunicare la “competenza”.

La differenza tra esperienza e competenza dipende sempre da cosa stiamo esaminando. Un forum che mostra le esperienze di utenti che hanno sconfitto una malattia, su un sito a tema medico, non potrà che avere un punteggio di Experience alto. Stessa cosa avverrà, ad esempio, per un sito di recensioni fatte da persone che realmente hanno provato un determinato prodotto.

Diversamente, l’expertise, ovvero la competenza, riguarderà la persona che sta scrivendo e firmando un contenuto.

differenze tra Experience ed Expertise

Prendiamo l’esempio di un sito di informazione salutistica, Pazienti.it. Google ha sempre detto che nel ramo medico chi scrive deve dimostrare di essere esperto dell’argomento. Una cosa che ha fatto Pazienti.it è stata quella di far firmare l’articolo a tema salute a un copywriter, ma facendoli revisionare da una dottoressa medico che si firma a sua volta.

Google enfatizza l’importanza di avere contenuti scritti o almeno supervisionati da individui riconosciuti come esperti, specialmente nel settore YMYL come la salute. La salute è una categoria particolarmente delicata perché le informazioni errate o fuorvianti possono avere un impatto diretto sulla salute e sul benessere delle persone.

Se un sito come “Pazienti.it” permette a copywriter di scrivere articoli salutistici, ma questi articoli sono poi revisionati e approvati da un medico professionista, potrebbe essere un passo nella giusta direzione per assicurarsi che il contenuto sia accurato e affidabile.

La chiave è garantire che la supervisione medica sia autentica e approfondita, e non solo una formalità. La firma o l’approvazione del medico conferma che l’articolo rispecchia le informazioni mediche accurate e aggiornate.

L’Expertise nei siti YMYL

Alcuni punti da considerare in merito all’Expertise dei siti YMYL (e qui va dedicata un’attenzione particolare ai siti a tema medico/salutistico):

  1. Trasparenza: è importante per i lettori sapere chi ha scritto l’articolo e chi lo ha revisionato. Entrambe le informazioni dovrebbero essere chiaramente visibili.
  2. Dettaglio: Oltre al nome del medico o della persona esperta, sarebbe utile fornire ulteriori dettagli sulla loro esperienza, qualifiche e specializzazione. Questo aumenta la fiducia del lettore nella validità dell’informazione. Ciò può essere inserito nella BIO del medico.
  3. Profondità della revisione: La revisione da parte del medico (o persona esperta) non dovrebbe essere superficiale. Ogni asserzione medica o consiglio dovrebbe essere accuratamente valutato per garantire l’accuratezza.
  4. Feedback: Offrire un modo per i lettori di fornire feedback o fare domande potrebbe essere utile. Se notano errori o hanno preoccupazioni, dovrebbero avere un modo per comunicarlo.

Dopo il “Medic Update” di Google, molti siti legati alla salute hanno rivisto e migliorato il loro contenuto per garantire una maggiore competenza, autorità e affidabilità. Avere un esperto del settore che rivista e approva il contenuto è certamente un buon modo per garantire l’accuratezza e la qualità delle informazioni fornite, ma deve essere un processo autentico e che non cerchi solo di “aggirare” le linee guida di Google

es di gestione dell'expertise da parte di Pazienti.it

Come Pazienti.it gestisce il concetto di “Expertise” dell’autore attraverso una revisione dell’articolo scritto da parte di personale esperto dell’argomento.

Cosa dovrebbe esaminare una Quality Review

Eseguire una Quality Review del sito permette di capire se il sito sta andando nella direzione giusta o se necessita di nuove strategie che ne correggano l’impostazione contenutistica. Andrebbe effettuata ogni 2-3 anni, in quanto le Search Quality Rater Guidelines subiscono periodicamente degli aggiornamenti e diventa indispensabile per siti che sono stati impattati negativamente, a livello di traffico organico, dopo il rilascio di qualche Core update algoritmico di Google.

La Quality Review non si sostituisce ad un Audit SEO, ma ne diventa parte integrante per i siti con tematiche YMYL.

Se vuoi eseguire una “Quality Review” del tuo sito basandoti sulle linee guida per i Quality Rater, ci sono vari aspetti che dovresti considerare. Ecco una panoramica:

  1. E-A-T (Experience, Expertise, Authoritativeness, Trustworthiness):
    • Esperienza: il contenuto dimostra di essere stato scritto da una persona che ha avuto esperienza personale? Ad esempio la recensione di un prodotto a opera di una persona che ha avuto modo di testarlo realmente.
    • Competenza: Il contenuto del sito dimostra una chiara competenza sull’argomento trattato? Per i temi YMYL (Your Money or Your Life), la competenza dovrebbe provenire da un esperto riconosciuto.
    • Autorità: Il sito o l’autore del contenuto sono riconosciuti come autorità nel loro campo?
    • Affidabilità: Il sito è considerato affidabile? Ci sono segni di inganno o informazioni fuorvianti?
  2. Contenuto di qualità:
    • Valuta la completezza, accuratezza, chiarezza e freschezza del contenuto.
    • Controlla se il contenuto soddisfa l’intento dell’utente.
  3. Reputazione:
    • Cerca menzioni del sito o dell’autore al di fuori del sito stesso. Cosa dicono di loro fonti esterne, recensioni e altre menzioni?
  4. Design e UX (User Experience):
    • La navigazione è intuitiva?
    • Il sito carica velocemente?
    • È mobile-friendly?
    • Ci sono troppi annunci o popup che interferiscono con l’esperienza dell’utente?
  5. Main Content (MC), Supplementary Content (SC) e Ads:
    • Distinguere il contenuto principale (la parte del sito che direttamente aiuta la pagina a raggiungere il suo scopo) dal contenuto supplementare (che aiuta a migliorare l’esperienza dell’utente) e dagli annunci.
    • Valuta la qualità e l’utilità di ciascuno di questi segmenti.
  6. Intenzione della ricerca:
    • Il contenuto della pagina corrisponde all’intenzione dell’utente che potrebbe aver effettuato una ricerca correlata?
  7. Qualità delle pagine YMYL:
    • Per le pagine che potrebbero influenzare la salute, la felicità, la sicurezza o il benessere finanziario dell’utente, assicurati che abbiano un alto E-A-T.
  8. Informazioni sull’autore e sul sito:
    • Le pagine dovrebbero avere informazioni chiare su chi ha scritto il contenuto e chi è dietro il sito.
  9. Aspetti tecnici:
    • Assicurati che il sito abbia un buon certificato SSL, che le URL siano ben strutturate, che i contenuti non siano duplicati, ecc.
  • Interazione con l’utente:
  • Considera come gli utenti interagiscono con il tuo sito. Ci sono segni di insoddisfazione (ad es. alti tassi di rimbalzo)?

Questi sono solo alcuni degli aspetti chiave da considerare. La “Search Quality Rater Guidelines” è un documento piuttosto dettagliato, quindi se vuoi fare una revisione completa, ti suggerisco di contattarmi per una consulenza.

Dario Ciracì

Co-founder dell'agenzia, laureato in Marketing e Comunicazione d'azienda. Professionista SEO e autore del libro "Content Marketing per Blog, Social e SEO". Da quindici anni, progetta strategie digitali orientate allo sviluppo di visibilità online. Come consulente SEO ha lavorato in prima persona a differenti progetti complessi in settori ad elevata competizione, costruendo da zero progetti da oltre 20 mila visitatori giornalieri. Segue costantemente tutti gli aggiornamenti algoritmici di Google, di cui scrive poi regolarmente le sue analisi su questo blog e si occupa di seguire siti web che perdono traffico organico individuando problematiche e fornendo strategie risolutive. E' speaker alle più importanti conferenze nazionali sulla SEO e web marketing (Convegno GT, Search Marketing Connect, SMXL, BeWizard, ecc.) oltre ad aver formato numerosi SEO di aziende ed agenzie in corsi di formazione super avanzati. Scrive di SEO anche sul blog ufficiale di SEMrush.

Co-founder dell'agenzia, laureato in Marketing e Comunicazione d'azienda. Professionista SEO e autore del libro "Content Marketing per Blog, Social e SEO". Da quindici anni, progetta strategie digitali orientate allo sviluppo di visibilità online. Come consulente SEO ha lavorato in prima persona a differenti progetti complessi in settori ad elevata competizione, costruendo da zero progetti da oltre 20 mila visitatori giornalieri. Segue costantemente tutti gli aggiornamenti algoritmici di Google, di cui scrive poi regolarmente le sue analisi su questo blog e si occupa di seguire siti web che perdono traffico organico individuando problematiche e fornendo strategie risolutive. E' speaker alle più importanti conferenze nazionali sulla SEO e web marketing (Convegno GT, Search Marketing Connect, SMXL, BeWizard, ecc.) oltre ad aver formato numerosi SEO di aziende ed agenzie in corsi di formazione super avanzati. Scrive di SEO anche sul blog ufficiale di SEMrush.

Guarda tutti i post di

Area di discussione: dicci la tua!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.