Strategie

Chat AI generative e Email Marketing: come dare un boost alle tue campagne

In questi mesi stiamo assistendo a un fenomeno inarrestabile che ha conquistato il mondo digital: l’ascesa di ChatGPT e delle altre AI generative. Sebbene ChatGPT sia al momento in discussione col garante della privacy in Italia, l’evento al quale stiamo assistendo ha una portata più globale e rappresenta, a tutti gli effetti, un milestone.

Alcuni parlano oggi di avvento di una vera e propria nuova rivoluzione digitale. Il progresso tecnologico e l’intelligenza artificiale stanno rivoluzionando numerosi settori, e le Chat di Ai generative ne sono un esempio lampante.

Non si parla più di semplice chat conversazionale ad uso dell’utente, ma di integrazione (tramite API) in una serie di processi ed attività di marketing (dai task individuali, ai tool o suite SAAS) che ha l’obiettivo di “snellire” parte dei compiti del marketing, permettendo di concentrarsi su attività più strategiche.

Attenzione però ad una premessa: l’AI è un coltellino svizzero che potrà aiutarci in una serie di task. Non cadiamo nell’errore di credere che potremo delegare lo svolgimento delle nostre mansioni ad una intelligenza artificiale. Il marketing vincente è quello che richiede intuito e creatività e queste sono qualità che difficilmente potrà sviluppare una AI (almeno per ora).

crescita delle chat generative AI

Previsione di investimenti in AI e Chat

A proposito, ti consiglio una lettura alla conversazione avuta tra GetResponse (nota suite dedicata all’email marketing) e ChatGPT. La trovi in questo recente articolo: 8+1 modi in cui l’Intelligenza Artificiale migliorerà il marketing.

Come viene ricordato anche nell’articolo, la capacità di questi strumenti di generare idee e suggerire contenuti può far risparmiare tempo e fatica ai professionisti del marketing, ma è importante riconoscere che questi strumenti non sostituiscono gli esseri umani.

Chat di AI e Email Marketing: 11 applicazioni utili

Sebbene possano certamente aiutare con il processo di brainstorming e suggerire idee, hanno ancora molti limiti. Potrebbero avere difficoltà con concetti più complessi o astratti e potrebbero non avere sempre una piena comprensione del contesto e del tono del messaggio che stanno generando.

Pertanto, è importante utilizzare questi strumenti in combinazione con l’esperienza e la creatività delle persone, per garantire che il prodotto finale sia della massima qualità e soddisfi i bisogni del proprio pubblico target.

Come dicevo, l’impiego delle Chat AI sta cambiando radicalmente il modo di concepire e gestire le attività automatizzate. Tra le varie funzioni, quella che sta riscontrando un successo sempre maggiore è il supporto offerto nel settore dell’email marketing.

Di seguito alcune applicazioni già possibili di AI nelle campagne di email marketing.

1.  Analisi delle risposte dei clienti

Una delle funzionalità più utili che una Chat di AI può offrire è l’analisi delle risposte dei clienti alle campagne di email marketing. In particolare, può esaminare le risposte ricevute, identificare i modelli e le tendenze comuni e fornire un feedback dettagliato su ciò che funziona e cosa no.

Questo permetterà di apportare modifiche mirate alle campagne, migliorando così il coinvolgimento dei clienti e aumentando le conversioni.

2. Generazione di idee per i contenuti

Un altro modo in cui possono essere utili è nella generazione di idee per i contenuti delle mail. Può analizzare il tuo settore e i tuoi concorrenti per identificare argomenti interessanti e pertinenti da includere nelle tue email. L’importante è usare i giusti “prompt”.

3. Predizione delle tendenze del settore

ChatGPT e simili possono aiutarti a prevedere le tendenze del settore e ad adattare le tue strategie di email marketing di conseguenza.

Utilizzando le funzionalità di apprendimento, la chat può analizzare i dati storici e le tendenze correnti per prevedere le tendenze future, mediante analisi basata sui dati storici e sulle tendenze correnti disponibili nel suo database di addestramento, che, ricordiamolo, si ferma a settembre 2021.

4. Valutazione delle performance delle campagne

Una volta che le tue campagne di email marketing sono state lanciate, la chat generativa può aiutarti a valutare le loro prestazioni e a identificare le aree di miglioramento. Può inoltre analizzare i dati delle campagne, come il tasso di apertura, il tasso di clic e le conversioni, e fornirti un’analisi dettagliata delle prestazioni delle tue campagne.

Questo ti permetterà di fare aggiustamenti mirati e di massimizzare il ROI delle tue campagne di email marketing. Ovviamente si tratta pur sempre di un chatbot e non può accedere ai dati delle tue campagne. Potrai però raccoglierli e chiedergli di esaminarli per ottenere un feedback.

5. Automatizzazione del processo di follow-up

La chat può automatizzare il processo di follow-up con i clienti che hanno interagito con le tue email marketing. Può creare email di follow-up personalizzate e pertinenti, basate sul comportamento e sulle preferenze dei tuoi clienti. Ciò migliorerà l’esperienza del cliente e aumenterà le possibilità di conversione, poiché ogni follow-up sarà specificamente adattato alle esigenze e agli interessi di ciascun cliente.

6. Segmentare liste email

Potrà aiutarti a segmentare le liste email in modo più preciso ed efficiente, dividendo i tuoi destinatari in gruppi basati su vari fattori come demografia, comportamento e preferenze. Questo ti permetterà di inviare contenuti più mirati e pertinenti a ciascun segmento, migliorando così il coinvolgimento del pubblico e aumentando le possibilità di conversione.

7. Personalizzare contenuti email

L’abilità, soprattutto di ChatGPT, nel creare contenuti personalizzati è una delle caratteristiche più potenti delle AI conversazionali. Può analizzare le informazioni sul pubblico, come le loro preferenze e il comportamento storico, per generare email che rispondano alle esigenze specifiche di ciascuna persona. Questo tipo di personalizzazione porta a un maggiore coinvolgimento e a una migliore esperienza del cliente.

8. Creare smart newsletter

Le Chat di AI possono aiutarti a creare smart newsletter che si adattano dinamicamente ai destinatari. Utilizzando l’intelligenza artificiale, può selezionare gli argomenti più pertinenti e coinvolgenti per ciascun destinatario e creare una newsletter unica per ognuno di loro. Questo ti permetterà di fornire contenuti di valore che i tuoi destinatari saranno più propensi a leggere e condividere.

9. Scrivere e personalizzare l’oggetto della email

Sfruttando l’elaborazione del linguaggio naturale, ChatGPT può generare righe dell’oggetto email personalizzate e migliorare i tassi di apertura.

La parte migliore di tutto ciò è che l’intelligenza artificiale può anche adattare la voce del marchio, quindi puoi scrivere righe dell’oggetto che mantengono coerente il marchio dell’email. Approfitto per segnalarti anche il nuovissimo AI Subject Line Generator disponibile all’interno dell’email marketing software di GetResponse.

Tale soluzione permette la creazione automatizzata di oggetti mail evitando l’utilizzo di prompt dettagliati, ma solo inserendo alcune parole chiave e la tipologia di business.

10. Condurre test multivariati

L’uso delle chat per condurre test multivariati sulle tue campagne di email marketing può offrirti preziosi insight sulle prestazioni delle varie combinazioni di design, contenuto e oggetti delle email. ChatGPT e le altre possono eseguire test rapidamente e analizzare i risultati per identificare le combinazioni vincenti, consentendoti di ottimizzare le tue campagne e di massimizzare il ROI.

11. Inviare email all’ora più ottimale

Può aiutarti a identificare l’ora più ottimale per inviare le tue email, analizzando i dati sul comportamento dei destinatari e identificando i momenti in cui sono più propensi a leggere e interagire con le tue email.

Concludendo, gli strumenti basati sull’intelligenza artificiale come ChatGPT hanno dimostrato di apportare numerosi benefici nel campo dell’email marketing. Grazie alla loro capacità di analisi, generazione di contenuti e personalizzazione possono aumentare notevolmente l’efficacia delle campagne, migliorando il tasso di apertura, il coinvolgimento del pubblico e, in definitiva, il ritorno sull’investimento.

Ricordo però, ancora una volta, che ChatGPT e gli altri strumenti di AI non sono destinati a sostituire il lavoro svolto dai professionisti del marketing.

Al contrario, questi strumenti devono essere visti come preziosi alleati che possono supportare e potenziare le attività dei marketer, fornendo loro risorse e informazioni preziose per ottimizzare le loro strategie.

L’esperienza, la creatività e l’intuizione umana rimangono elementi insostituibili nel campo del marketing, e l’impiego sapiente dell’intelligenza artificiale può servire solo a migliorare ulteriormente le performance delle campagne e dei team di marketing.

 

 

Professionista SEO, da sedici anni, progetta strategie digitali orientate allo sviluppo di visibilità online. Come SEO ha lavorato in prima persona a differenti progetti complessi in settori ad elevata competizione, costruendo da zero progetti da oltre 20 mila visitatori giornalieri.

Guarda tutti i post di

Prosegui con la lettura

Ecco una selezione di articoli che parlano di Strategie

Vuoi dire la tua?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.