Social Media Marketing

Il Real-Time Marketing e il Newsjacking funzionano! Lo dicono i dati

Lo abbiamo visto in azione soprattutto negli ultimi mesi e benché non sia un concetto proprio nuovo, quello di trasformare idee in contenuti ed iniettarli sotto forma di notizie esclusive nel minor tempo possibile sfruttando i canali sociali del brand, i followers e l’hype mediatico da questi generati (appunto newsjacking), non abbiamo mai saputo se in realtà funzionasse o meno

Ebbene, un ricercatore, Chris Kern, nel suo ultimo libro Trendology ha cercato di indagare analizzando le attività di quelle aziende che sono state in grado di ottenere picchi di engagement elevati durante determinati eventi sportivi, mediatici, di cronaca, ecc. di interesse generale.
Il pattern comune individuato è stato proprio quello di una correlazione positiva tra un tweet di successo e la velocità di copertura di un determinato evento e che riguardava un accadimento imprevisto che si verificava durante l’evento.

Ma di cosa stiamo parlando? Ovviamente della velocità di copertura mediatica, utilizzando i social media e nello specifico account di aziende, di un evento, costruendo contenuti ad hoc e comunque brandizzati che descrivono in modo ironico l’evento verificatosi.
La piattaforma nella quale prendono vita questi esperimenti di marketing è principalmente Twitter e i branded content sono spesso rappresentati da immagini, dove il brand è accostato, in maniera divertente e al tempo stesso non invasiva, all’evento appena verificatosi.

6a00d83451f23a69e20167646c7a0e970b-600wi

I fattori critici di successo sono la velocità temporale, la qualità grafica del contenuto e l’idea irriverente di accostamento tra brand (o prodotto) e l’evento.

L’autore ha individuato in molti tweet di successo la presenza di questi fattori ed è proprio l’eccitazione provocata nel pubblico che comporta la produzione di un’interazione di massa, solitamente sotto forma di retweets e preferiti. La pianificazione in questi casi serve poco. E’ necessario invece un attento monitoraggio da parte di tutto il team creativo e social dell’azienda (o dell’agenzia). Questo vuol dire che se c’è un evento serale e vuoi assicurarti una copertura (che ti permetterà di avere un ritorno in termini di brand engagement) devi essere attivo e produttivo, pronto a cogliere l’opportunità al volo per tutta la durata dell’evento.
Il fatto che sia Twitter la piattaforma nella quale prendono vita queste forme di Real-Time Marketing non è una casualità: era infatti emerso, da uno studio pubblicato dallo stesso Twitter, l’esistenza di una commistione tra Twitter e TV. Solitamente chi segue determinati eventi, serie TV, reality show, prime tv, ecc. lo fa twittando ed interagendo con un pubblico di appassionati commentando l’episodio, appunto, in tempo reale.
Non a caso Twitter ha anche adesso previsto, tra le tipologie di campagne di Twitter ADS, ora disponibili per tutti, anche la possibilità di targetizzare pubblici che twittano di determinate trasmissioni televisive.

Veniamo a qualche esempio di successo.

Molto riuscito il tweet di Oreo (forse il brand di maggior successo ed apripista nel RTM e Newsjacking) e il tweet relativo al blackout del SuperBowl 2013, l’evento sportivo più seguito negli States.

Tuttavia forse l’evento più battuto dai brand, su scala internazionale, nel real-time marketing è stato quello che ci ha riguardato molto da vicino, ovvero il morso di Suarez a Chiellini durante gli ultimi mondiali di calcio.

Ecco un po’ di tweet a tema e divertenti. Da notare l’interazione col contenuto.






Solitamente il tweet vincente ha la caratteristica di avere un’immagine, ben curata e brandizzata, che parla da sé. Il testo a corredo del tweet è quasi secondario ed eventualmente, un breve testo è inserito all’interno della stessa immagine.
Il testo inserito nell’immagine contiene parole chiave rilevanti semanticamente e appartenenti al linguaggio utilizzato nei tweet dagli stessi utenti: “a casa, stesi, 90 minuti, prossima partita, ecc.”.

Uno dei brand italiani che ha cavalcato meglio di tutti il Real-Time Marketing è stato Barilla, che ha coperto tutto il mondiale di Calcio. Interessanti anche i risultati monitorati dall’agenzia Ambito5, che ne gestiva l’iniziativa:

– 13 mila le persone che hanno interagito con i branded content;
– 6 milioni di utenti raggiunti;
– quasi 8 milioni le impressions.

barilla

Vediamo ora alcuni dati emersi dalle indagini di Chris Kern e condivise in una sua intervista su Marketing Land.

Circa 1200% di aumento delle interazioni, generato per quei brand che hanno twittato di avvenimenti inattesi verificatisi durante eventi importanti.

Secondo Kern le opportunità del Real-Time Marketing sono tantissime e quasi sempre a disposizione delle aziende; è necessario essere attenti a monitorare quello che avviene e sfruttare opportunità di costruire e diffondere immediatamente contenuti a tema. Anche notizie che non sono per forza eventi sportivi o televisivi possono essere sfruttate per il Real-Time Marketing. Kern ha infatti individuato queste correlazioni di successo con la copertura di cronaca:

  • la nascita del “royal baby”: +1200% di engagement
  • la morte di Nelson Mandela: +600% di engagement
  • la legalizzazione della Marijuana in Colorado: +6000% di aumento di engagement rispetto alla media di Ben&Jerry’s.

Non a caso, il tweet più virale e di maggior successo della storia, ad oggi, è quello del selfie Ellen DeGeneris durante gli ultimi Academy Awards.



Il segreto del successo è quindi composto da:

  • attenzione
  • creatività
  • velocità.

Hai mai sperimentato azioni di Real-Time Marketing aziendale e se sì, con quali risultati? Raccontaci la tua esperienza nei commenti! 😉

Co-founder dell'agenzia, laureato in Marketing e Comunicazione d'azienda, ha fatto dei Motori di Ricerca e dei Social Media la sua passione. Esperto di Content Marketing e autore del libro "Gestisci Blog, Social e SEO con il Content Marketing" si occupa di sviluppare strategie digitali finalizzate alla crescita di visibilità e fatturati di grandi aziende e Pmi.

Guarda tutti i post di

Area di discussione: dicci la tua!

Grazie per lo share!

Puoi decidere di non perdere neanche un contenuto del nostro blog!

Iscriviti alla nostra newsletter genuina.
Promettiamo solo 2 contenuti a settimana, e solo post! (NO SPAM, NO MAIL PROMOZIONALI)

Inserisci la tua mail