Nel mese di Marzo Facebook ha lanciato il nuovo NewsFeed, ovvero l’aggiornamento grafico e funzionale della bacheca (o homepage) di Facebook.
Dopo averlo provato per qualche giorno con un nostro profilo, la cosa che molto ci interessava sapere è come questo cambiamento potrà impattare sulla visibilità organica dei post delle pagine Facebook, oltre a cercare di evidenziare quelle che presto diventeranno vere e proprie best practice da seguire.

Durante l’ultimo evento di annuncio del NewsFeed, Mark Zuckerberg ha affermato e mostrato come circa il 50% del NewsFeed sia oggi popolato da foto e contenuti visuali.





Pare che nella riprogettazione del Newsfeed si sia molto tenuto conto di questo fattore e una delle lamentele che più spesso veniva fatta dagli utenti, era relativa alla visibilità dei post; spesso gli utenti non vedevano ciò che realmente volevano vedere secondo i reali interessi, nonostante la presenza dell’algoritmo del Newsfeed (propriamente noto col nome mai ufficializzato da Facebook di EdgeRank).

Vogliamo dare a chiunque il miglior giornale personalizzato del mondo.

Questa l’affermazione con cui Mark Zuckerberg ha annunciato il nuovo newsfeed e le caratteristiche saranno le seguenti:

  1. più spazio a storie con contenuti visuali (e qui Pinterest e Instagram in realtà, li avevano anticipati);
  2. dare più possibilità all’utente di scegliersi il feed che preferisce, in modo da avere più controllo su quello che realmente vuole visualizzare;
  3. una migliore e coinvolgente esperienza mobile (di cui non se ne può più fare a meno, dai un’occhiata a questa recentissima ricerca sull’uso dei dispositivi mobili).


1. Più spazio ai contenuti visuali

La prima caratteristica che si nota del nuovo Newsfeed è il maggiore spazio dato ai contenuti: caricando delle foto si noterà come queste siano in realtà ora molto più grandi di prima. Basti notare qui sotto come un’unica immagine ricopre un’intera schermata pc. Questo ci farà innanzitutto capire come puntare ancora di più, nella strategia editoriale della nostra pagina, sulla costruzione di uno storytelling visivo di immagini con foto di alta qualità, dai colori nitidi e che raccontano emozioni, diventerà ancora più importante di prima. Ricordiamoci sempre più che i nostri lettori riusciranno ad estrapolare molte più informazioni da un’immagine evocativa che da un prolisso status update.


Anche la cover image della nostra pagina diventerà più importante di prima. Nel momento in cui utente cliccherà il like questa apparirà nel newsfeed più grande di prima e se degli amici saranno già iscritti alla pagina, appariranno le faccine di questi ultimi.








Come appare il “mi piace” di un amico ad una pagina a cui sono già iscritti altri amici.

Anche i video appariranno nel newsfeed in un formato più grande di prima, dando sempre risalto anche agli amici che avranno visualizzato quel video.


2. La scelta personalizzata dei Feed

Attraverso il nuovo newsfeed l’utente potrà scegliere quali informazioni visualizzare; se non effettua una scelta il newsfeed presenterà di random informazioni provenienti da ogni canale con cui l’utente ha stabilito un legame ma, eventualmente, egli potrà decidere di visualizzare solo contenuti delle pagine che segue, di musica, soltanto di amici, soltanto di foto, di giochi e dei contenuti più recenti.


3. Una migliore esperienza mobile

Caratteristica finale della nuova timeline (o newsfeed) è che apparirà in egual modo su tutti i device, siano questi pc, smartphone o tablet, uniformando quindi l’esperienza d’uso della piattaforma.

La Content Strategy per il nuovo Newsfeed di Facebook

Una volta compreso che l’utilizzo delle immagini (ma soprattutto del Visual Storytelling) sarà fondamentale in vista della prossima attivazione globale del newsfeed a tutti gli utenti, vediamo come potrà un brand cogliere le opportunità del nuovo restyling.

Alla domanda circa il cambiamento o meno dell’algoritmo EdgeRank a seguito dell’introduzione del nuovo Newsfeed pare che i tizi di Facebook abbiano risposto che questo rimarrà invariato. Semplicemente ci saranno più sezioni che l’utente potrà navigare come se sfogliasse un reale giornale.

Come impatterà il nuovo newsfeed su KPI’s come l’engagement sui contenuti, sul traffico inviato ai nostri siti, sull’acquisizione di leads, ecc.. potremo saperlo soltanto quando tutti avranno la nuova timeline e dopo almeno un paio di mesi di adozione globale. Solo allora, potremo raffrontare se effettivamente ci sono stati o meno cambiamenti significativi. Molto a mio avviso, dipenderà anche da quanti utenti decideranno di “switchare” ai feed alternativi (es. solo amici) anziché visionare i contenuti generali.

Noi però siamo certi che se già prima le immagini contavano molto in un piano editoriale, ora avrà ancora più senso utilizzarle. A onor del vero, fa piacere leggere questa recente ricerca di Hubspot che evidenzia come le immagini generino il 53% di likes in più della media dei post e ben il 104% dei commenti in più.


2 consigli per la tua nuova strategia editoriale

1) Punta molto ad immagini di qualità

La competizione tra brand su facebook sarà sempre più incentrata sull’ottimizzazione delle immagini, che dovranno essere più emozionanti possibili al punto di catturare l’attenzione dell’utente mentre naviga sul proprio newsfeed. Non si tratterà quindi più soltanto di scegliere il giusto contenuto editoriale privilegiando le immagini, bensì di ottimizzare il contenuto (e quindi l’immagine) per fare in modo che sia più performante di quelle degli altri brand e degli amici dell’utente. L’engagement si giocherà su questo e quindi pubblicando interi album di foto evocative sarà qualcosa su cui ci si dovrà concentrare. Se invece vorremo avere più traffico al sito web, dovremo ancora di più sfruttare la best practice di spingere un link con un’immagine.





2) Poco testo, più attenzione alla qualità dell’immagine

Col nuovo newsfeed, nel momento in cui carichiamo l’immagine, il testo allegato finisce direttamente nell’immagine perdendo di visibilità. Sarà quindi inutile scrivere papiri che a nessuno interesserà leggere se l’immagine riesce già a comunicare quello che vogliamo dire.





Parzialmente tratto da “How the New Facebook NewsFeed Changes Your Content Strategy“.
Spero di avervi dato dei validi consigli per ottimizzare al meglio la strategia editoriale su Facebook in vista dell’attivazione (spero prossima) della nuova timeline di Facebook. Enjoy and share! ;)

VN:F [1.9.22_1171]

Pensi che questo articolo sia valido? Valutalo qui

Rating: 5.7/6 (7 votes cast)

..sull'autore,

Laureato in Marketing e Comunicazione d'azienda, ha fatto dei Motori di Ricerca e dei Social Media la sua passione. Si occupa di implementare strategie di marketing nel social web e del posizionamento di siti web nei motori di ricerca (SEO).

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!