Social Media Marketing

Nuovo Google+: il mix giusto tra esplorazione contenuti, navigabilita’ e utilita’

Importantissima giornata ieri per il mondo del web, durante la conferenza stampa mondiale degli sviluppatori I/O 2013, sono state svelate importanti novità dal mondo di Google.
A differenza di altri eventi del settore che mostrano le novità in arrivo e trascorrono settimane prima che esse diventino effettive, per Google ciò non accade e, a poche ore dall’annuncio quasi come a lanciare l’esca alle prede, ha rilasciato gli aggiornamenti attivando una corsa spietata al raccontare a caldo le esperienze con i prodotti.

Come si legge dal blog gli annunci che sono stati fatti riguardano aspetti funzionali dei prodotti Google. In partciolare i principali annunci hanno riguardato:

  • aggiornamento dell’app dello store Google Play per dispositivi android e Google Play Music All Access un servizio che permette, proprio come Spotify, di fruire con abbonamento mensile di un accesso illimitato a un db di brani.
  • Chrome con rilascio di aggiornamenti focalizzati al renderlo più snello da usare, migliore in velocità e sicurezza da mobile.
  • La ricerca che introduce la possibilità di “parlare” con Google fare le domande e riceve delle risposte il tutto con il solo uso della nostra voce.
  • Le mappe che si evolvono ad una nuova dimensione di esplorazione sempre più incentrata sulle informazioni che si stanno cercando quindi la creazione di mappe personalizzate sulle opzioni di ricerca che mostrano solo le informazioni che interessano.

Oltre a queste novità c’è stata quella che forse impatta di più nella vita quotidiana di chi si interfaccia con il social di Google: Google+ si rinnova completamente.

Interfaccia, funzionalità e navigazione sono gli elementi sul quale si è lavorato di più per rilasciare un prodotto totalmente rinnovato e quasi irriconoscibile. Il primo status che ho pubblicato dopo aver visto il nuovo prodotto è stato “ridatemi l’orientamento”. Essì perchè il primo impatto con il nuovo look del social ti catapulta totalmente in una nuova dimensione non familiare e totalmente da ristudiare e rifare propria.

Quello su cui si è lavorato sono:

  • interfaccia rinnovata;
  • funzionalità reinventate e arricchite;

Interfaccia: design, navigazione, contenuti e animazioni

Quel che colpisce più di tutto è ovviamente la nuova interfaccia grafica che è completamente rinnovata e stravolta. Abbraccia sempre lo stile essenziale e minimal che oggi richiede il web, che da tempo ha abbracciato Google dettando anche stili, favorendo un’uso più veloce e istantaneo del social.
Il design, come si discuteva in un post, è simile al concetto di Timeline di Facebook e quindi doppia colonna con i contenuti che si dispongono alternativamente a desta e a sinistra in base ad un ordinamento temporale e di freschezza delle interazioni, ma per altri versi, tipo per l’effetto a box e la disposizione responsiva dei contenti in base allo spazio, ricorda il layout di Pinterest anche se in piccolo dato che il ridimensionamento dispone i contenuti su massimo 3 colonne.

Lo stesso layout è replicato poi per le pagine business e per i profili personali che, mantengono comunque la cover gigante entrata in attivo qualche mese fa, ma rispetto alla home mostrano un livello di dettaglio maggiore su dati che possono personalmente interessare come eventi in corso, contatti nelle cerchie e alert sul profilo.

Cambia anche il layout per le community sempre multicolonna.

Altro aspetto interessante è legato alle animazioni scelte per le navigazioni tra i post e i tag. Un effetto a flip e fade permette di esplorare il contenuti ad un sufficiente livello di profondità ma una nota va fatta per quanto riguarda la velocità e fluidità del movimento durante la disposizione dei contenuti un tantino forzato e meccanico se la connessione non è al massimo.
In più, questa nuova interfaccia, dà un po’ da discutere perché con il passaggio da un layout mono colonna, in cui si riusciva benissimo a capire che un post era recentemente pubblicato, al design multicolonna attuale si fa fatica a capire l’ordinamento dei post ma poco male, bisogna abituarsi.

Tuttavia, Google ci lascia la possibilità di decidere se utilizzare il multicolonna o mantenere la singola colonna anche se attivando quest’ultima opzione la resa in lettura non è il massimo.

Navigazione

La navigazione è ottimizzata attraverso due menu uno a scomparsa laterale che contiene la navigazione principale tra le funzionalità del social per l’accesso a hangout, temi caldi, community ecc… e uno orizzontale che consente la navigazione tra i differenti menu per ogni sezione ad esempio nella home permette lo switch tra le cerchie, nelle foto permette di navigare tra gli album o le foto in evidenza, tra gli eventi permette di conoscere gli eventi personali e tutti gli eventi in programma.

Funzionalità: post, foto, related hashtag ed hangout

Non potevano mancare anche aspetti legati prettamente all’uso del social. Alcuni migliorano davvero il suo utilizzo e permettono di arricchire l’esperienza.

Aggiornamento dei post

La sezione dedicata alla produzione dei contenuti è anche uno degli elementi che rende questo nuovo design davvero efficace. Se qualcuno ricorda la precedente versione, solo dopo il click si poteva selezionare il contenuto aggiuntivo da pubblicare oltre il testo (quindi video, foto, ecc..). Adesso invece, al click il box si sposta al centro della pagina creando un’esperienza dedicata esclusivamente all’aggiornamento e che permette, anche in seconda istanza, di selezionare il contenuto aggiuntivo da pubblicare oltre alla selezione dei tag o livello di privacy delle cerchie. Un punto assolutamente a favore di questa modalità di aggiornamento del profilo.

Per le foto in più si ha subito la possibilità di modificare l’orientamento o applicare la correzione automatica del colore e testo senza mai abbandonare la pagina.

Media size

Migliora anche la visualizzazione dei contenuti multimediali. Sappiamo che video e immagini sono gli elementi che caratterizzano i social e così, in questa nuova versione, vediamo come lo spazio dedicato a questi contenuti aumenta occupando (al click) l’intera dimensione dello schermo.

Foto

Sempre parlando di media, un ruolo importante Google+ lo dà anche ai ricordi fotografici. Il caricamento istantaneo delle immagini dai propri dispositivi permetteva già di condividere immagini in modo automatico con i propri contatti creando una sorta di backup e su questo si sta lavorando ancora: il caricamento istantaneo (con espresso consenso dell’utente) consente adesso di salvare tutte le foto del proprio smartphone in full size per una dimensione standard di 2048px in uno storage di 15 GB a profilo consentendo davvero di avere una copia dell’immagine senza compressioni.

Altra novità sono le “foto in evidenza” un modo per creare un’organizzazione automatica delle immagini caricate, attraverso una selezione delle migliori escludendo quelle sfocate, i duplicati o quelle scure ed evidenziando solo quelle migliori da condividere.

Elemento interessante è l’editing delle immagini automatico che permette con un click di migliorare una foto lavorando su contrasto, luminosità e saturazione e il montaggio di foto scattate in sequenza per creare dei mini video divertenti da condividere.

Related Hashtag

Tra le chicche di questa nuova versione troviamo la facilità di accesso alle informazioni correlate con il post visualizzato. Grazie all’introduzione dei “Related Hashtag” e previo inserimento di un hashtag nel post, si genera in automatico un mini menu laterale che da il libero accesso a tutti i contenuti taggati con l’hahstag del post consentendo di andare a fondo nell’argomento e il tutto senza mai abbandonare la pagina nel quale si sta navigando. In più se esistono dei tag correlati essi vengono visualizzati con un menu a discesa ancora esplorabile senza abbandonar mai la navigazione iniziata e, ancora libertà d’azione per l’utente, rimuovere quelli che sono ritenuti poco vicini a quanto pubblicato. Grande esperienza!

Hangout

Non potevano mancare anche miglioramenti per quanto riguarda i videoritrovi. Come sempre Google mostra molta sensibilità verso i rapporti familiari e quindi il lavoro di aggiornamento che ha fatto in questo senso è quello di permettere uno scambio di informazioni sempre più efficace. Facendo leva sul fatto che per lo scambio video ci possono essere problemi di incompatibilità tra sistemi operativi o mancanza da mobile della videochiamata, Google sta introducendo un nuova nuova versione degli hangout, stand-alone, che permetta non solo di accedervi quando lo si desidera anche in mancanza di accesso al Google+, ma anche di combinare testi, foto e video tutti all’interno di un unico ambiente. Ed ecco quindi un prodotto che garantisce:

  • messaggistica più veloce ed emozionale con emoticon;
  • conversazioni che possono essere salvate e recuperate anche a distanza di tempo costruendo una storia delle conversazioni;
  • disattivazione delle notifiche durante l’attività di chiamata;
  • accesso comunque e dovunque.

Impressioni

Come si vede le novità sono davvero tante e molto ricche. Quello che più piace dell’approccio che Google ha nei confronti degli utenti è la scelta di lasciar decidere come meglio si crede di organizzare i propri contenuti e come usarli. L’aspetto del controllo non si può quindi dire che sia trascurato e, in barba a problemi di privacy, questo approccio di Google rende il social ancora più attraente e soprattutto utile da usare.

Co-founder dell'agenzia, si occupa di sviluppare strategie Social e di Link Building intervenendo nell'ideazione, scelta e creazione dei contenuti nonché sviluppo dell'interfaccia comunicativa dei contenuti. In ambito design è occupata nello sviluppo di siti web, dalla radice all'interfaccia, e nella realizzazione di contenuti che siano più efficaci per comunicare in rete: infografiche, grafiche specifiche per i Social, User Interface per siti e landing page.

Guarda tutti i post di

Area di discussione: dicci la tua!

  • Umberto Orefice

    Si molto. L’ho subito condiviso perche fin adesso questi contenuti li ho visti solo in lingua inglese e non esposti cosi chiaramente, meriterebbe una versione inglese, in effetti .

Grazie per lo share!

Puoi decidere di non perdere neanche un contenuto del nostro blog!

Iscriviti alla nostra newsletter genuina.
Promettiamo solo 2 contenuti a settimana, e solo post! (NO SPAM, NO MAIL PROMOZIONALI)

Inserisci la tua mail