Social Media Marketing

Nuove Pagine Facebook: nuove feature e nuovo marketing [AGGIORNAMENTO]

Facebook, in positivo o in negativo, ha la capacità di sconvolgere le nostre giornate facendoci abbandonare quasi tutto il lavoro che stiamo facendo per aggiornarci e capire cosa sta cambiando nella popolarissima piattaforma e come si evolverà il marketing attraverso questo canale.

L’ultimo shock è avvenuto ieri quando, grazie ad un avviso sulle pagine business, siamo entrati a conoscenza che dal 30 Marzo 2012, le pagine Facebook, cambieranno il proprio design secondo quello che è il nuovo stile Timeline annunciato platealmente alle F8 e abbracciato qualche mese fa per i profili personali.

Quali novità sono in arrivo per le pagine Facebook?

Per chi avesse avuto modo già di utilizzare Timeline, lo stile delle pagine subisce una vera e propria metamorfosi, trasformando lo stile tipico di uno streaming di feed di profilo di un utente, in un modello più organizzato temporalmente, dei contenuti e delle informazioni che riguardano la pagina per mezzo del famoso modello chiamato “diario”.

Il nuovo look è molto simile a questo:

Le features che distinguono il nuovo “prodotto” dal suo precedente sono:

  • Immagine di copertina;
  • Immagine profilo ridotta;
  • Localizzazione al top delle informazioni in evidenza;
  • Personalizzazione del diario;
  • Registro attività;
  • Pannello di amministrazione;
  • Messaggi privati;
  • Statistiche della pagina in Tempo Reale!
  • Nuove Inserzioni, Offerte direttamente nelle pagine/timeline e Sponsored Stories per dispositivi mobile
  • Altre features.

nuove pagine facebook

Ma andiamo meglio nel dettaglio..

Immagine di copertina

Una delle modifiche di design più sostanziali che caratterizzano le nuove pagine, è l’introduzione dell’immagine di copertina. Sostanzialmente, consiste in una immagine che rappresenti al meglio l’azienda creativa, o significativa che possa descrivere solo visivamente e non testualmente (ci sono regole di facebook che a quanto pare impediscono di comunicare in modo promozionale all’interno della cover, e che non possono contenere frecce o il testo che invitino a visitare le schede o intraprendere azioni particolari) la mission dell’azienda o prodotto che si sponsorizza. L’introduzione di questa immagine, fa sapere Facebook, serve per dotare la pagina di un impatto visivo immediato, che attiri e incuriosisca l’utente e lo interessi.

Immagine del profilo

Cambia anche la dimensione dell’immagine di profilo che adesso perde la sua originaria importanza trasformandosi nella thumbnail di profilo e quella che sarà visibile nello streaming di Facebook ogni qualvolta si pubblicheranno contenuti a nome della pagina. Facebook consiglia di inserire un logo per un corretto uso della sezione.

Localizzazione al top delle informazioni in evidenza

Spariscono le thumbnail che una volta visualizzavano le immagini con tag o le immagini postate in bacheca, per far spazio a delle miniature (menu) che hanno la funzione che in passato aveva il menu nella sidebar a sinistra. A destra delle informazioni principali del profilo azienda, dunque, ritroviamo le foto, i like (per default) e tutti gli altri contenuti prodotti dalla pagina come tab iFrame, video, e tutte le app che sono state installate precedentemente sulla pagina (come Networked Blogs, Twitter ecc..) per un massimo di 12 tab che possono essere riorganizzate a piacere (in base ad un ordine di rilevanza del contenuto) meno che per le foto che restano bloccate in prima posizione.

Personalizzazione del diario

La vera rivoluzione di questa nuova visualizzazione sta nella possibilità di organizzazione dei contenuti in autonomia da parte degli amministratori assegnandogli più o meno valore e visibilità Grazie ai pulsanti di gestione dei contenuti (generati di volta in volta per ogni singolo post), infatti, sarà possibile assegnare ai temi più rilevanti una posizione di onore, e cioè al top della pagina impostando, dal menu opzioni del post, la voce “mostra sempre in alto” o dargli maggiore visibilità grazie alla possibilità di estendere il riquadro, all’intera sezione del content sfruttando l’opzione “notizia in evidenza”.

Si è conservata la barra di condivisione dei contenuti con le voci “stato” per la pubblicazione degli status update al quale, come novità, può essere associato un orario e una data specifici quindi di fatto permettendo di pubblicare contenuti anche per date precedenti alla corrente, “foto” e “domande” restano uguali, “traguardo” da la possibilità di salvare un avvenimento aziendale di successo, anche passato, inserendo ovviamente data, foto, luogo e una breve descrizione

Registro attività

Il registro delle attività è un strumento di gestione, per gli admin, della “storia della pagina”. Grazie a questo registro, come se fosse un archivio, infatti, possiamo risalire a post veramente vecchi, addirittura risalenti alla “fondazione” della pagina, per riorganizzarli, aggiornarli, nasconderli o perché no dargli nuova visibilità.

Pannello di amministrazione (sempre visibile)

In passato, per consultare le attività della pagina, c’era bisogno di esplorare i menu “insights” e da li accedere alla sezione dedicata alle statistiche mentre per le notifiche, c’era bisogno di loggarsi come pagina o controllare bacheca del proprio profilo.
Con le nuove pagine, tutto questo sarà relativamente superfluo. Infatti, la nuova visualizzazione permette, all’accesso alla pagina, di visualizzare da subito l’attività che sta avvenendo in un’unica visuale. Abbiamo grazie al Pannello di Amministrazione una visione complessiva su:

  • notifiche delle attività sulla pagina;
  • nuovi “mi piace”: nuovi iscritti alla pagina;
  • insights: statistiche e traffico;
  • messaggi privati: notifiche di ricezione di un messaggio privato.

Messaggi privati

Una delle features, che accogliamo con interesse ed entusiasmo sono i messaggi privati. Finalmente Facebook ha pensato di introdurre come metodo di contatto l’utilizzo di questo strumento che permette di ricevere e rispondere a messaggi, direttamente rivolti alla pagina, dalla pagina stessa e privatamente. Un passo avanti per quanto riguarda i contatti utente-azienda.

Statistiche della pagina in Tempo Reale!

Pare proprio che presto arriveranno anche le statistiche in tempo reale, per far fronte al problema di inesattezza dei dati lamentata da diversi admin di pagine e sembra proprio che il problema nella visualizzazione degli insights di questi giorni era dovuta alle migliorie che stavano apportando. Sarà utile? Lo vedremo presto!

Nuove Inserzioni, Offerte direttamente nelle pagine/timeline e Sponsored Stories per dispositivi mobile

Arriva il posizionamento degli annunci, premium e non oltre che le offerte premium. Un po’ alla Google Adwords mi sembra di capire. Le sponsored storied delle fanpage verranno visualizzate ai non-fan come annuncio sulla destra e potrà anche apparire nel newsfeed di notizie sia su pc desktop che su device mobile. Le storie sponsorizzate per il newsfeed dei cellulari permetterà di aumentare la visibilità dell’edgerank dei post delle pagine anche su mobile.
ATTENZIONE però a una cosa: questa nuova modalità di pubblicità sarà forse una benedizione per le aziende che utilizzano Facebook, ma gli utenti dovranno sopportare il peso di annunci intrusivi dalle pagine del marchio nelle loro bacheche che diventeranno praticamente dello stesso peso degli aggiornamenti dei loro amici. Quindi tutto il discorso di curare i contenuti per conquistare l’edgerank (algoritmo di Facebook, varrà ancora di più!).
Mentre le offerte permetteranno alle aziende di condividere gratuitamente sconti e promozioni direttamente sulla pagina.
Potete saperne di più sui nuovi annunci sulla pagina ufficiale di Facebook a questo link

Altre feature

Nella parte superiore, c’è sempre visibile le sezioni di:

  • Gestisci, per accedere al registro delle attività, per la modifica della pagina, visualizzazione di eventuali utenti bloccati e il login alla pagina come amministratore;
  • Espandi il pubblico, per accedere agli inviti ai contatti via mail o amici e condividere la pagina ma anche di creare un’inserzione;
  • Centro Assistenza che oltre a fornire tutte le guide e tutorial necessari all’uso corretto delle pagine, permette anche di accedere all’help online.

Cosa cambia nel modo di fare marketing?

Siamo abituati ai continui cambiamenti che Facebook ci propina periodicamente, tuttavia questi sembrano essere i più radicali. Molti o forse tutti coloro che lavorano anche attraverso Facebook per operazioni di marketing o di sviluppo, si stanno interrogando sul quale potrebbe essere il futuro per le pagine aziendali e dove Facebook ci sta indirizzando. A settembre dell’anno scorso furono annunciate tra le altre novità anche un nuovo utilizzo delle App all’interno della piattaforma. Ovviamente questa novità è quella sul quale chi possiede una business page dovrebbe fare più perno, mentre per le “vecchie” applicazioni, la loro progettazione dovrà essere nuovamente rivista in quanto cambiano le dimensioni del canvas che le contiene, ma poco male.
La cosa invece che più destra preoccupazioni è l’uso delle Tab iFrame. A proposito di questo, apprendo questa mattina da Inside Facebook che, con l’introduzione del nuovo profilo per le pagine, non sarà più possibile impostare le tab di atterraggio predefinite, facendo di fatto crollare tutti i benefici di marketing delle tab che ne derivavano. Le tab continueranno ad esistere, ovviamente, ma pare che sia un tentativo di voler favorire una più efficace gestione dei contenuti, base fondamentale per un social network, piuttosto che privilegiare contenuti provenienti dall’esterno.

La soluzione per Facebook

Arriva proprio da Facebook infatti, un suggerimento per continuare ad utilizzare le proprie tab (secondariamente mi verrebbe da dire) e sarebbe quello di mantenere ancorato al top della pagina un post che avrebbe il compito esclusivo di rimandare alla tab interna in modo da evitare assolutamente di utilizzare la cover page come immagine di sponsorizzazione ma continuando a usare gli iFrame.
Insomma sembra che con l’introduzione delle nuove pagine, l’elemento cardine per la promozione sia la nuova modalità di gestione dei post e noi non possiamo far alto che prenderne atto e reinventarci nuovamente!

Vi lascio con una osservazione di Facebook:

Co-founder dell'agenzia, si occupa di sviluppare strategie Social e di Link Building intervenendo nell'ideazione, scelta e creazione dei contenuti nonché sviluppo dell'interfaccia comunicativa dei contenuti. In ambito design è occupata nello sviluppo di siti web, dalla radice all'interfaccia, e nella realizzazione di contenuti che siano più efficaci per comunicare in rete: infografiche, grafiche specifiche per i Social, User Interface per siti e landing page.

Guarda tutti i post di

Area di discussione: dicci la tua!

  • Ottimo e interessante articolo! Io però non sono riuscito a trovare i nuovi formati di pubblicità di Facebook. Dove li posso trovare? O sono solamente accessibili a poche persone?

    Grazie 🙂

  • Veronica

    Piccolo dubbio, mi sbaglio o sono vietati i vari “condividi” “Clicca” o le call to action direttamente sulla copertina?

    • Hai centrato il bersaglio Veronica. Call to action che invitino a intraprendere azioni, usare il verbo Like e qualsiasi immagine promozionale è vietato all’interno della cover image. 

      Ciò che richiede Facebook è una semplice immagine di impatto visivo e che descriva l’azienda.

    • Si Veronica, infatti abbiamo anche dovuto cambiare la nostra 🙂

  • Bravi ragazzi, come sempre una guida completa!
    La prossima volta scriviamo un post insieme?
    http://www.doctorbrand.it/2012/03/la-nuova-timeline-facebook-per-le-pagine-aziendali-mi-piace-o-non-mi-piace/
    Un abbraccio,
    Jac

    • Ciao Doc,

      quando vuoi dimmelo che ci si organizza! Possiamo anche fare un cross-posting che inizia qui e continua su Doctor Brand o viceversa 😉

  • Ciao ragazzi, l’altro ieri ho letto che le frasi che spingono al like non si possono inserire, però nella vostra immagine vedo una call to action.

    Ho sbagliato ad interpretare la regola? 🙂

    • Ciao Giovanni, non sbagli a interpretare la regola, infatti anche noi d’impulso abbiamo pensato di sopperire al problema dell’iFrame inserendo la call to action nella cover imager, cosa che Facebook per regola non consente. Infatti, dopo aver approfondito l’argomento l’abbiamo modificata, ora è diversa: niente più like! 

      • Non so se avete già cambiato la cover, ma vedo ancora una freccia malandrina nella vostra immagine di copertina! 😛

        A parte gli scherzi, la cosa che mi lascia più perplesso del nuovo layout non è tanto il divieto di inserire call-to-action nella cover, ma la posizione assolutamente secondaria del pulsante “mi piace”.
        Eravamo abituati a vederlo in cima alla pagina, ora invece sta subito sotto la grande cover di copertina, che canalizza fortemente l’attenzione dell’utente dal punto di vista visivo…

Grazie per lo share!

Puoi decidere di non perdere neanche un contenuto del nostro blog!

Iscriviti alla nostra newsletter genuina.
Promettiamo solo 2 contenuti a settimana, e solo post! (NO SPAM, NO MAIL PROMOZIONALI)

Inserisci la tua mail