Social Media Marketing

Instagram Stories VS Snapchat Stories: chi vince?

Il real-time è insito nella natura dei Social, almeno a livello di utente privato. Raccontare cosa succede nelle proprie giornate, rappresenta quasi una routine da coltivare con frequenza, nel caso dei più “addicted”.

Gli strumenti per “assecondare” questo comportamento li abbiamo a disposizione già dagli albori dei Social. Twitter ad esempio rappresenta il padre del real time. Per via del suo modo immediato di comunicare, ha permesso di inculcare, anche nei brand, il modus operandi del dialogare con frequenza elevata, a velocità (quasi) istantanea e in maniera diretta.

Nel corso del tempo sembra quasi che l’essenza del comunicare immediatamente, e il farlo globalmente, sia diventata una necessità. Da qualche anno a questa parte stiamo assistendo all’affermarsi di sempre nuove feature e, nei casi migliori, di nuove piattaforme che stanno perfezionando il modo di mostrarsi sui Social nell’esatto momento in cui si posta, seguendo la regola del vis-à-vis, mettendoci la faccia in qualsiasi posto del mondo ci si trovi.

Strumenti come Snapchat, hanno fatto da apripista ad un nuovo modo di comunicare, sempre più smart e sempre più “dal vivo”. Non è sufficiente più mostrare una foto, uno status o una registrazione in un luogo, bisogna farsi vedere a 360°, in video. Questo all’utente piace! Ecco perché, con un processo che definirei quasi di copia ed incolla, abbiamo assistito alla nascita di Instagram Stories e Facebook Stories.

Il successo sul nascere di queste piattaforme è innegabile. Esse, infatti, soddisfano il desiderio di mostrare i personali assaggi di quotidianità, con una buona dose di ostentazione, facendo emergere ancora di più il desiderio di protagonismo dell’utente.

C’è però da dire che attualmente la competizione tra i canali che offrono questi servizi è molto sentita. Una lotta tra il forte che mangia il debole è in atto. Perché se da un lato troviamo il novizio Snapchat, dall’altro abbiamo il colosso Facebook che sta insidiando fortemente il nuovo canale. È lecito quindi domandarsi: tra i due chi vince?

Una infografica di Mediakix ha cercato di far luce sull’attuale conflitto, mettendo a confronto un po’ di numeri. Eh sì perché, in questi casi, il successo di un canale su di un altro lo decreta proprio il numero di utenti che si riesce ad ottenere. Più di frequente è utilizzato un canale, maggiore può esser considerato il livello di penetrazione, e di relativa adozione.
Oltre a questo, sono stati presi in esame gli influencer, queste figure “mitologiche” che popolano i social e che diventano protagonisti indiscussi di visualizzazioni, commenti e like, per capire dove preferiscono maggiormente postare.

Tra Snapchat Stories e Instagram Stories chi vince?

Partiamo dall’indice di popolarità. Dalle ricerche di Google Trends, sin dal suo lancio – nell’agosto del 2016 – Instagram Stories ha movimentato le ricerche registrando un traffico niente male.

Come si nota dal grafico in basso, si notano picchi elevati per Instagram Stories in fase di lancio, come è naturale che sia, successo dettato dalla novità dello strumento, a cui è seguita una fase di assestamento associata anche ad una lieve crescita, costante.

Al di sotto troviamo Snapchat Stories che in modo costante, ma in modalità d’attacco, presidia il suo competitor mostrando un certo livello di successo che si mantiene lineare nel tempo.

Si registra un sorpasso di Snapchat Stories nel periodo natalizio, dove si nota un picco di crescita di popolarità del canale.

Se si guarda la situazione italiana, l’andamento è leggermente diverso. Notiamo come Instagram Stories sia leader incontrastato sin dalla sua nascita, almeno in popolarità. Per la serie “non esiste battaglia”.

Snapchat lo vediamo ancora in basso che arranca, ma è bisogna evidenziare che è giovane e deve farsi conoscere per bene dal grande pubblico, diamogli tempo.

Quantità dei contenuti postati: mensile e giornaliera

L’analisi ha anche preso in esame il numero di contenuti postati sui due canali. Emerge che nell’arco di un mese, calcolato su 30 giorni, il numero di pubblicazioni quotidiane non elegge un vincitore assoluto.

Troviamo che le Stories vengono maggiormente pubblicate su Instagram, che ne conteggia 30 contro i 25 di Snapchat, ma osservando globalmente il grafico l’andamento sembra abbastanza equilibrato.

Tornando ad analizzare il micro-pubblico, quello degli influencer, è stato riscontrato che anche essi preferiscono Instagram Stories. Con la media di pubblicazione di 6.6 storie al giorno, Instagram supera Snapchat che registra 5.3 storie pubblicate ogni giorno.

Tutto sommato lo strumento delle Stories è molto molto giovane. Ancora, gli utenti “comuni” non hanno imparato ad utilizzarlo a dovere ed anche le aziende si stanno approcciando con lentezza. Le premesse tuttavia sono più che promettenti.

Co-founder dell'agenzia, si occupa di sviluppare strategie Social e di Link Building intervenendo nell'ideazione, scelta e creazione dei contenuti nonché sviluppo dell'interfaccia comunicativa dei contenuti. In ambito design è occupata nello sviluppo di siti web, dalla radice all'interfaccia, e nella realizzazione di contenuti che siano più efficaci per comunicare in rete: infografiche, grafiche specifiche per i Social, User Interface per siti e landing page.

Guarda tutti i post di

Area di discussione: dicci la tua!

Grazie per lo share!

Puoi decidere di non perdere neanche un contenuto del nostro blog!

Iscriviti alla nostra newsletter genuina.
Promettiamo solo 2 contenuti a settimana, e solo post! (NO SPAM, NO MAIL PROMOZIONALI)

Inserisci la tua mail