social media

Instagram Ads: come integrarli nelle strategie di marketing

A partire dal 30 Settembre scorso, la piattaforma di advertising per su Instagram – in test per alcuni brand per oltre un anno – è disponibile per tutti gli inserzionisti.
Le campagne di ads su Instagram sono attivabili sia dal comune ads manager di Facebook, sia dal Power Editor, sono tra gli strumenti che maggiormente consigliamo di utilizzare per questo 2016.
Le motivazioni sono presto chiarite.
Dopo l’acquisto miliardario di 3 anni fa, da parte di Facebook, Instagram continua a crescere sia in termini di attività che per numero di utenti. La differenza principale rispetto agli altri colossi del social networking, la fa il pubblico target: il 53% infatti della base utenti ha un’età media attorno ai 29 anni o anche meno.
Ecco alcuni numeri di Instagram:

  • più di 400 milioni di utenti attivi mensilmente;
  • più di 40 miliardi di foto condivise;
  • più di 3 miliardi e mezzo di likes giornalieri;
  • più di 80 milioni di foto pubblicate al giorno.

Il dato però più interessante riguarda la previsione di investimento delle aziende in Instagram, sia lato organico che in advertising.
Secondo eMarketer, il numero di aziende che utilizzerà Instagram probabilmente raddoppierà nel 2016 e supererà, entro l’anno successivo, quello delle aziende attive su Twitter.

instagram ads

D’altra parte, le scelte commerciali del team finanziario di Facebook sono del tutto degne di stima e penso dovrebbero annoverarsi tra le strategie e i casi di studio riportati nei testi di Economia Internazionale di tutte le Università e non solo. Se ben ci pensiamo ci vuole fiuto e un attento studio del mercato nel valutare bene le acquisizioni da effettuare per espandere il proprio dominio commerciale. A mio avviso Facebook ha fatto una fortuna acquisendo i due maggiori colossi dei due principali settori trainanti del web che rappresentano il trend di questi anni e penso, almeno dei prossimi 5/10: Instagram, per quanto riguarda il settore della mobile photography e Whatsapp, regnante invece in quello delle Social Chat Application.

Il mercato azionario di Facebook sembra infatti non smentire l’accuratezza delle scelte strategiche effettuate. Il valore azionario di Facebook segna infatti sempre positivo.
Come tutto ciò andrà a vantaggio di Facebook?
Sempre da eMarketer, ho estratto quest’altro grafico con una previsione di crescita degli introiti di Facebook derivanti dagli investimenti degli inserzionisti negli Instagram Ads.

instagram

Quindi, come inserzionisti, avremo più volontà di investire negli Instagram Ads motivati dalla crescente audience e dalla possibilità di raggiungere un vasto pubblico ben definito (giovani) e nello stesso tempo, Facebook monetizzerà tali investimenti. Una soluzione win-win insomma.

Instagram Ads

Comprese le motivazioni strategiche che dovrebbero spingerci nel prendere in seria considerazione l’investimento negli Instagram Ads, vediamone più da vicino le motivazioni tecniche. Le caratteristiche vincenti di Instagram sono:

  1. un layout che enfatizza le immagini;
  2. una moltitudini di filtri da utilizzare;
  3. l’integrazione con Facebook.

Attualmente Instagram mette a disposizione tre tipologie di annunci:

1. Photo Ads

Sono gli equivalenti dei Link Post Ads di Facebook ma con un maggior impatto visivo. Permettono di aggiungere un pulsante di call to action che rimanda a specifiche landing page.

2. Video Ads

Hanno l’obiettivo di aumentare il numero di visualizzazioni dei video e permettono di aggiungere fino a 30 secondi di immagine in scorrimento, ma i pulsanti con call-to action non sono ancora disponibile per questo formato.

3. Carousel Ads

Simili ai Carousel Ads di Facebook, permettono di programmare lo stesso annuncio (stesse opzioni di targeting e copy) mostrandolo però su più di un’immagine e più call-to action.

Al momento gli Instagram Ads non permettono ancora il tracciamento delle conversioni, ma pare che arriverà presto.

instagram ads format

L’integrazione con Facebook

Ciò che rende realmente potenti e fruibili gli annunci Instagram è la loro integrazione in Facebook. Possiamo infatti programmare annunci su Instagram dal ads manager di Facebook e, chi gestisce campagne da tempo sa benissimo come si sono evolute le possibilità di targeting messe a disposizione da Facebook.
L’unica attenzione dovremmo farla alla “creatività” dell’annuncio Instagram, personalizzando il formato da utilizzare, ma non si può proprio negare che le possibilità di profilazione sono tantissime.

Anche se è ancora presto per tirare le somme circa la reale efficacia delle campagne di advertising con Instagram, ci sono già numerosi casi di successo da approfondire, che sono raccolti da Instagram a questo link.

Instragram Ads + Influencer Marketing

Una strategia vincente di utilizzare gli Instagram Ads è quella di integrarli in campagne di Influencer Marketing coinvolgendo personaggi autorevoli sulla piattaforma e spingendo i loro post con degli annunci sponsorizzati, per amplificarne ancora di più lo share of voice.
Su come pianificare e gestire una campagna di Influencer Marketing con Instagram ti consiglio la lettura di questo post pubblicato su SocialMediaExaminer.

Per concludere, riporto questa interessante giffografica pubblicata da Smarthings.com

Co-founder dell'agenzia, laureato in Marketing e Comunicazione d'azienda, ha fatto dei Motori di Ricerca e dei Social Media la sua passione. Esperto di Content Marketing e autore del libro "Gestisci Blog, Social e SEO con il Content Marketing" si occupa di sviluppare strategie digitali finalizzate alla crescita di visibilità e fatturati di grandi aziende e Pmi.

Guarda tutti i post di

Area di discussione: dicci la tua!

Grazie per lo share!

Puoi decidere di non perdere neanche un contenuto del nostro blog!

Iscriviti alla nostra newsletter genuina.
Promettiamo solo 2 contenuti a settimana, e solo post! (NO SPAM, NO MAIL PROMOZIONALI)

Inserisci la tua mail