marketing 2.0

Il valore complessivo della rete in Italia. Il report Fattore Internet

Vogliamo condividere con voi oggi questo interessante report trovato sul blog del grande Mauro Lupi, sviluppato dalla Boston Consulting Group (BCG), commissionato da Google e proposto dal Sole24 Ore. Il report ha l’obiettivo di valutare l’economia italiana legata al mezzo internet, di analizzarne gli usi, gli strumenti più utilizzati e le percentuali di utilizzazione, cercando alla fine di assegnare un PIL al mezzo stesso.
Oltre a lasciarvi il link al pdf vogliamo parlare brevemente delle tematiche che a noi più interessano, che sono evidenziate nel report.

Social network e e-commerce tra gli utenti attivi della rete italiana.

Gli utenti attivi in italia sono tra i 5 e i 7 milioni, si collegano nella fascia oraria tra le 9 e le 24 segno della crescente connettività sia sul posto di lavoro, che a casa. Vengono trascorsi online in media un ora e 35 minuti, gran parte dei quali spesi sui social media, ma cresce anche l’investimento nel commercio online, dato che nel 2010 gli italiani hanno speso circa 11 miliardi di euro. Aziende come Ermenegildo Zegna, Roberto Cavalli e Dolce&Gabbana si sono aperti all’e-commerce registrando notevoli picchi di vendite. Esempi positivi di maturità del mercato italiano per l’e-commerce sono stati anche i recenti lanci di Groupon e Amazon in Italia.

Sempre più Internet in mobilità.

Gli italiani risultano essere tra i maggior acquirenti di smartphone e di tablet, segno quindi anche di una crescente volontà di connettersi in mobilità, e si stima che entro il 2013 si arriverà ad una base installata di 4 milioni di esemplari.

L’internet economy italiana vale il 2% del PIL.

L’economia di Internet nel 2009 era pari a 28,8 miliardi di euro, mentre nel 2010 ha raggiunto un valore di circa 31,6 miliardi di euro, pari al 2% del prodotto interno lordo.

3 caratteristiche d’uso dell’Internet economy italiana.

Se volessimo segmentare l’economia di internet in Italia in 3 macro categorie di utilizzazione, potremmo dire che in Italia Internet viene utilizzato per:

  • informarsi prima di un acquisto, dato che l’iter seguito è spesso quello di cercare informazioni, informarsi e poi acquistare offline, seppure è sempre più crescente la familiarità con gli acquisti online.
  • Lavorare online è un altro degli usi principali che viene fatto di Internet, perché permette di migliorare la produttività, di ridurre i costi e, aggiungiamo noi, anche di promuoversi attraverso il personal branding.
  • User Generated Content e sviluppo di community.

  • Aumenta la produzione di contenuti generati dagli utenti, di post nei blog e di contenuti condivisi, segno anche della sempre più influenza dei pareri tra pari che andrà secondo noi, ad impattare sempre più anche sui processi d’acquisto online.

    Le azioni nel Web delle aziende rivelatesi vincenti

    Sorprendentemente, cosa che a noi soddisfa molto, pare che gli investimenti nel marketing digitale e nel web 2.0, come soprattutto il profilo di una fan page e l’investimento nei motori di ricerca sono le azioni che hanno maggiormente soddisfatto le imprese. La pubblicità sui motori di ricerca e il SEO organico risultano essere al primo posto (66 e 63%), seguiti dall’invio delle email e dallo sviluppo di account aziendali nei social media (54 e 51%). Meno diffuso resta ancora l’e-commerce, ma pensiamo che sarà il passo successivo che verrà intrapreso.

    La ricerca, dopo l’analisi di alcuni casi regionali di imprese che hanno riscosso un notevole miglioramento del business dopo essersi aperti ad Internet, prende in esame le attività di sviluppo dei nuovi prodotti in Italia, ponendo l’accento sul fatto che nel marketing, si presta sempre maggior attenzione alle community che risultano essere quasi il più importante punto di riferimento degli utenti-consumatori (c’è tuttavia ancora da capire se in Italia le aziende ascoltano veramente). Si passa infine, dopo un’analisi del settore turistico, che conferma il crescente uso del mezzo internet per l’informazione e l’acquisto di pacchetti turistici, a esaminare la pubblica amministrazione e la sua crescente digitalizzazione.

    Vi lasciamo qui il link al PDF in modo che possiamo visionarlo approfonditamente e magari lasciarci nei commenti le vostre considerazioni.

Co-founder dell'agenzia, laureato in Marketing e Comunicazione d'azienda, ha fatto dei Motori di Ricerca e dei Social Media la sua passione. Esperto di Content Marketing e autore del libro "Gestisci Blog, Social e SEO con il Content Marketing" si occupa di sviluppare strategie digitali finalizzate alla crescita di visibilità e fatturati di grandi aziende e Pmi.

Guarda tutti i post di

Area di discussione: dicci la tua!

Grazie per lo share!

Puoi decidere di non perdere neanche un contenuto del nostro blog!

Iscriviti alla nostra newsletter genuina.
Promettiamo solo 2 contenuti a settimana, e solo post! (NO SPAM, NO MAIL PROMOZIONALI)

Inserisci la tua mail