SEO

Google+ Local: le caratteristiche delle mappe di Google che passano per Google+

Da un po’ di giorni se lo avete notato, sono scomparse le care vecchie mappe di Google, quelle che si chiamavano Google Luoghi. In realtà non sono scomparse bensì trasformate in mappe local integrate all’interno di Google+. Per un certo periodo era possibile vedere anche due versioni delle mappe Google, una di quelle Luoghi e quella local della pagina business creata su Google+.

Ora ci sono solo le Google+ Local, mappe che vanno ad integrarsi alle altre funzioni messe a disposizione da Google+.

Quali le caratteristiche?

La creazione resta sempre la stessa: dall’attivazione del business e della mappa, che passa sempre dal processo di verifica tramite cartolina postale con codice di attivazione che serve a dichiarare che il tuo business si trova proprio in quella posizione geografica, fino all’attivazione da parte di Google (trascorrono generalmente una decina di giorni prima che la vediate attiva nelle serps). Dopo l’acquisizione di Zagat, software di rating americano le mappe local di Google danno ora la possibilità di votare e recensire i business su un range da 0 a 3. Queste valutazioni, se sono quantitativamente importanti (ovvero che a recensire non è soltanto qualche utente ma molti), vengono trasformati in fattori di 10, con una scala che esprimerà un punteggio da 0 a 30. La cosa però utile, soprattutto a livello turistico, è che se siete una struttura ricettiva presente in una destinazione turistica molto gettonata potrete giovare delle tante recensioni grazie al punteggio che comparirà ben visibile nelle serp, aumentando quindi le possibilità di click-through rate.




C’è da sapere che ora gli utenti per poter lasciare recensioni devono essere iscritti a Google+ come pure gli utenti per accedere alle loro mappe locali, devono avere un profilo Google+. E qui si capisce l’interesse di Google a voler far ruotare tutta la sua infrastruttura attorno al social network.

Quali i fattori di ranking per le mappe locali di Google+?

Di local Seo e caratteristiche ne avevamo già parlato ma i fattori di ranking sono diversi e dipendono da differenti fattori, tra cui:

  • indirizzo fisico del business;
  • le categorie associate;
  • la prossimità dell’indirizzo;
  • l’autorità del dominio del sito associato;
  • quantità di citazioni e recensioni provenienti da diverse fonti di fiducia per Google (es. Tripadvisor, Booking.com, PagineGialle, ecc.)
  • Città e Stato;
  • Quantità di recensioni lasciate direttamente nella mappa Google;
  • qualità delle recensioni lasciate sulla mappa Google e autorità di chi le lascia. Quest’ ultimo punto è determinato molto probabilmente dall’autorità del profilo Google+ di colui che lascia la recensione.
  • Quali le strategie per ottimizzare la propria mappa?

    Sintetizzando potremmo dire che è necessario arricchire la mappa di tutti gli elementi elencati sopra, cercando di favorire quindi recensioni (diversità delle fonti), caricando immagini e video di qualità, compilando tutti i campi, associando le giuste categorie per il proprio business, postando contenuti coinvolgenti, ecc.

    Tutte le info le trovate riassunte nell’infografica che segue, realizzata da Spinx Web Design.

Co-founder dell'agenzia, laureato in Marketing e Comunicazione d'azienda, ha fatto dei Motori di Ricerca e dei Social Media la sua passione. Esperto di Content Marketing e autore del libro "Gestisci Blog, Social e SEO con il Content Marketing" si occupa di sviluppare strategie digitali finalizzate alla crescita di visibilità e fatturati di grandi aziende e Pmi.

Guarda tutti i post di

Area di discussione: dicci la tua!

  • Chiara Altieri

    ciao Dario, complimenti per il post molto interessante…volevo porti una domanda. Se io gestisco un albergo e apro una pagina su Gplus..automaticamente questa verrà convertita in Local? questo non mi è molto chiaro..grazie:)

    • ciao Chiara Altieri ,

      la pagina Google Plus non coincide con quella brand aziendale, può essere che in futuro provvederanno ad una integrazione totale. La pagina Local va sempre creata nello stesso modo in cui prima si creava una pagina “luoghi o maps” andando qui http://www.google.com/places/ solo che ora la pagina non sarà una mappa indipendente come prima ma una mappa integrata all’interno di Google+. A presto!

Grazie per lo share!

Puoi decidere di non perdere neanche un contenuto del nostro blog!

Iscriviti alla nostra newsletter genuina.
Promettiamo solo 2 contenuti a settimana, e solo post! (NO SPAM, NO MAIL PROMOZIONALI)

Inserisci la tua mail