Social Media Marketing

Facebook Marketing: attenti ai feedback negativi. Riducono la portata dei post

Nell’ultimo post vi avevo parlato di come Facebook stia aggiornando i propri algoritmi di visibilità dei post per dare più importanza ai concetti di meritocrazia (inteso come premiazione di quei post che riescono a coinvolgere molto gli utenti delle pagine) e interesse (permettere cioè agli utenti di visualizzare dei post pubblicati anche molte ore prima rispetto al momento in cui potrebbero ritenere interessanti visualizzarli).

Quello che però non cambia nell’algoritmo è l’attenzione ai feedback negativi. Quando a ottobre molti servizi di Analytics registrarono il calo generale nella portata dei post delle pagina facebook, la motivazione, sembrò essere proprio nell’aggiornamento degli algoritmi, dando più peso ai feedback negativi. Questo comportò che molte delle pagine che, nel corso della loro vita avevano accumulato feedback negativi, iniziarono a diminuire (o aumentare) la portata delle loro visualizzazioni a seconda della tipologia di contenuto e alla quantità di feedback negativi raccolti nella media.

Ma quali sono i feedback negativi?

Facebook considera come negativi i:

  • le storie nascoste;
  • nascondi tutto;
  • segnala notizia o contrassegna come spam;
  • l’unlike alla pagina.

feedback negativi

Visionare queste informazioni è semplice, anche se in molti non lo sanno. E’ sufficiente scaricare il file excel della pagina nelle statistiche, e cercare le tab corrette, esattamente come riportato nell’immagine seguente tratta da una mia presentazione.

feedback negativi2

La cosa interessante è anche sapere che, a gennaio 2013, il 76% degli utenti delle pagine esaminate nascondono il singolo post e solo il 16% nasconde tutti i post e, cosa che non dovrebbe neanche poi stupire molto, le immagini sono la tipologia di contenuto che genera maggiori feedback negativi.
Considerate che è meglio ricevere un “hide a post” che un “hide all post” perché a livello di feedback, influirà soltanto sul singolo post (e sulla tipologia di contenuti) e non su tutti i post della pagina e questo eviterà di dare un segnalare a Facebook che quell’utente non è più interessato a tutti i contenuti di quella pagina, il che tradotto significa che in futuro finirà per non visualizzare più alcun contenuto di quella pagina.

feedback negativi3
Tutti i diritti delle immagini presenti sono riservati.

Recentemente un’indagine di Komfo, ha riportato che in media e per ogni pagina circa il 7% di tutti i post pubblicati viene considerata come spam, ovvero riceve una tipologia di feedback negativo.

Come fare quindi ad evitare i feedback negativi?

Beh, una formula segreta non esiste, se consideriamo poi che molti utenti, soprattutto se consapevoli della possibilità di “nascondere i post”, si divertono a farlo anche per semplice presa di posizione.

Di certo c’è che un aiuto possono darlo le statistiche, visionando ad esempio, quali sono quei post che hanno generato maggiori feedback negativi e domandandosi le motivazioni.

Si possono inoltre evitare feedback negativi:

  • evitando di postare troppi post promozionali di prodotti/servizi;
  • evitando di postare contenuti offensivi o di cattivo gusto;
  • evitando di postare contenuti irrilevanti e fuori target;
  • evitandi di postare con frequenze elevate.

E tu che ne pensi? Analizzi i feedback negativi ricevuti dai post della tua pagina?

Co-founder dell'agenzia, laureato in Marketing e Comunicazione d'azienda, ha fatto dei Motori di Ricerca e dei Social Media la sua passione. Esperto di Content Marketing e autore del libro "Gestisci Blog, Social e SEO con il Content Marketing" si occupa di sviluppare strategie digitali finalizzate alla crescita di visibilità e fatturati di grandi aziende e Pmi.

Guarda tutti i post di

Area di discussione: dicci la tua!

  • Aliceb

    E quale sarebbe la frequenza di posting ottimale? c’è chi dice una volta al giorno, chi più, chi meno… Io mi son sempre attenuta alla regola dell’uno al giorno, di più mi sembra di spammare..

    • Ciao,
      si, diciamo che l’ideale è rimanere su una media di 1, max 2 post al giorno. Poi ovviamente dipende tutto dagli argomenti della pagina, se è un sito di news con tanti articoli pubblicati al giorno, è meglio avere una frequenza di posting più alta.

Grazie per lo share!

Puoi decidere di non perdere neanche un contenuto del nostro blog!

Iscriviti alla nostra newsletter genuina.
Promettiamo solo 2 contenuti a settimana, e solo post! (NO SPAM, NO MAIL PROMOZIONALI)

Inserisci la tua mail