Social Media Marketing

Facebook e Twitter, tutti gli aggiornamenti che forse ci siamo persi

I social vanno in vacanza? Se avessimo la tranquillità di saperlo, certo le nostre ferie sarebbero molto più liete, ed invece..
Anche quest’estate è stato un vero fermento per le evoluzioni del mondo social. In particolare tra i diversi canali è sembrata esser in atto una vera e propria guerra a suon di aggiornamenti per cercare in tutti i modi di equiparare funzionalità mancanti, ma in alcuni casi si è assitito all’introduzione di miglioramenti e nuove feature. Ma andiamo con ordine.

1. Aggiornamenti per uniformarsi ai competitor

La prima tipologia di aggiornamento riguarda il triangolo Snapchat, Twitter, Instagram. Snapchat rappresenta l’evoluzione, Twitter ed Instagram seguono a ruota libera.
Il recente avvento di Snapchat, infatti, ha spinto molti profili pubblici ed aziende a dover modificare il proprio modo di comunicare, rendendolo sempre più vicino a quelli che sono gli interessi dell’utente: divertimento, voglia di raccontare e espressione creativa.

I canali che non avevano a disposizione le stesse possibilità di Snapchat, parliamo di Storie, video brevi a termine e sticker, presi dalla pressione della potenziale perdita di “capitale umano”, sono corsi ai ripari cercando in tutti i modi di sopperire alla mancanza. Ecco quali sono stati i compiti a casa per l’estate di Instagram e Twitter!

Twitter crea gli sticker

Twitter da un lato ha introdotto a fine giugno proprio degli adesivi, molto simili alla tipologia di editing di immagini realizzabili con Snapchat, che si possono direttamente applicare su delle immagini. Sembra che la feature stia riscuotendo successo tanto che recentemente sono stati introdotti nuovi sticker, e ne sono stati creati altri in occasioni delle olimpiadi di Rio 2016 o quelli per gli amanti dei cani.

Facebook lancia Storie su Instagram

Facebook dal canto suo non è stata ferma. Quasi in tempo record, attraverso il suo pargolo più attivo, ha lanciato e spinto Instagram Storie la feature che aggiunge short video o immagini che si cancellano dopo 24 ore, con stiker, testo e testo handwriting.

È inoltre freschissima la notizia che la sezione “Esplora” è aggiornata per implementare anche i contenuti provenienti proprio da Storie.

id528217_1

Come si può ben comprendere, queste feature fanno capire come entrambi i canali, Twitter ed Instagram, si stiano eguagliando e uniformando all’esperienza offerta da Snapchat per subissarlo. Ce la faranno? Non si sa..

2. Aggiornamenti funzionali e migliorativi

La seconda tipologia di aggiornamenti ha invece interessato le feature proprie dei singoli canali, che hanno migliorato le performance operative dei propri strumenti.

Facebook revisiona i Trending Post

In questo è stata Facebook che ha messo un po’ mano ai suoi strumenti per renderli meno caotici e più semplici da usare. Svetta su tutte le modifiche l’aggiornamento della sezione Trending dei post .

Qui l’area è stata molto semplificata, rimuovendo del testo superfluo che non rendeva molto fruibile il sistema, riducendo le informazioni al solo nome del topic+PTAT.

Un cambiamento che sembra dettato dal tentativo di rendere la feature sempre più interessante per gli utenti.

update_trending_fb

A questo è stato associato un effetto hover dei menu dei Trend che effettivamente rende meno “traumatico” il loro uso, in quanto – passandoci sopra – si può già ottenere una buona preview di quello che si andrà a visualizzare, senza abbandonare immediatamente la schermata corrente.

Occorre ricordare che i trending, come tutti contenuti su Facebook, sono personalizzati dunque non sono generici ma basati sul numero di like espressi su una pagina, tipologie di pagine alle cui si è connessi e localizzazione geografica, anche su questo Facebook lavora per migliorare e rendere la funzionalità indispensabile per l’utente nel canale.

hover_newcallout1

Facebook migliora il controllo sugli Ads

Altro cambiamento sempre su Facebook riguarda le Ads. Essendo che il canale ha introdotto strumenti promozionali sempre più ricchi ed immersivi, alla luce del fatto che ormai la pubblicità è parte dominante del canale, Facebook ha pensato di dare agli utenti un maggiore controllo sulla visualizzazione delle azioni promozionali.

Attraverso un’area personalizzata, esplorabile cliccando lateralmente il menu di una pubblicità, si può accedere ad un’area personalizzata nella quale poter settare le tipologie di Ads che si desiderano o meno vedere.

In questo modo si migliora l’esperienza sponsorizzata dell’utente, rendendo più efficace il messaggio, ma permette anche a Facebook di migliorare la conoscenza sui profili utente su cui indirizzare futuri nuovi messaggi.

Facebook migliora le offerte: le offerte semplificate

Sempre dal punto di vista promozionale e Facebook ci sono novità che riguardano il miglioramento dell’esperienza dell’utente durante lo shopping attraverso il canale: diamo il benvenuto alle “offerte di Facebook semplificate”.

Le nuove tipologie di offerte come le conosciamo, che possono esser condivise sulla propria pagina o sponsorizzate, diverranno a breve sempre più performanti, permettendo di non esaurire l’azione di avvicinamento dell’utente ad un brand semplicemente con un click per la richiesta dell’offerta, ma accompagnerà il processo d’uso del coupon fino sul sito (come si vede con un bannerino che permette di copiare il codice direttamente dall’area dedicata).

14106588_1782792981935074_757440384_n

Come si legge in un post, attualmente il sistema è in testing sulla pagina di Maurice’s che, in poche settimane di attività, ha potuto riscontrare un elevato successo della campagna, portando a casa un ROI del 31% attraverso proprio le inserzioni, con offerta che promuoveva uno sconto di 15 $.

Ma c’è di più. Le nuove offerte semplificate, richiedibili dall’utente da smartphone, tablet o pc, non andranno mai più perse nei meandri di mail che riceviamo ogni giorno, ma verranno salvate nell’apposita tab “Offerte” evitando in questo modo di dover memorizzare codici, salvarli chissà dove ed in alcuni casi perderli, il tutto con tanto di promemoria in caso di imminente scadenza.

Ogni offerta, in più, una volta richiesta sarà direttamente utilizzabile tramite smartphone in quanto dotata di codici a barre univoci che permetteranno di identificare immediatamente il fruitore.

14050164_638876946289126_190473894_n

3. Aggiornamenti che sanno di novità

La terza tipologia di aggiornamenti è quella che ha inserito nuove funzionalità o utilty operative per migliorare l’esperienza con i canali.

Facebook e i video verticali e gli Instant Video di Messenger

Per Facebook sono stati avvistati i video verticali da smartphone. Come sappiamo la visualizzazione a cui siamo abituati è essenzialmente wide in orizzontale, in formato 2:3, per visualizzarli a schermo interno è necessario cliccarci sopra ma non vengono mai visualizzati completamente come su Snapchat.

MarketingLand ha notato una nuova visualizzazione, quella verticale, che migliora la visualizzazione del video ed è direttamente attivabile attraverso un click sul video e un ulteriorie click su “espandi video”, per permettere al video stesso di occupare l’intera area di visualizzazione, anche se risulta ancora non full ma ritagliato.

Facebook_VerticalVideoFeed-1920

Screenshot di MarketingLand

Instant Video per Messenger

Settembre mese nuovo e altre novità, in arrivo gli Instant Video per Messenger (articolo ufficiale). Si tratta essenzialmente di conversazioni video che possono essere attivate in qualsiasi momento, quando si è attivi in una conversazione via Messenger. I video possono esser avviati con audio attivo o con audio off, possono diventare uno strumento di conversazione video o ancora mostrare piccolo shot in realtime.

Ancora un tentativo quindi di Facebook di cercare di rendere lo strumento completo da ogni punto di vista, per scalzare qualsiasi altro strumento di comunicazione “fast”,mostrando il chiaro tentativo di spingere ancora di più la sua piattaforma. Ma tutto sommato potrebbero avere una certa utilità!

instant-video-promo-static

 

Twitter “dark” e pulsante “Messaggi privati” per i siti

In casa Twitter, invece, notiamo l’integrazione recente su iOS della possibilità di settare la visualizzazione notturna dell’app.

In cosa consiste? Semplicemente cliccando sulle opzioni di profilo (ingranaggio) si può attivare una modalità di visualizzazione dei tweet, definita “dark”, che consentirà di rendere più agevole la lettura in condizioni di luminosità scarse o assenti. Chi l’ha provato ha apprezzato!

Sempre Twitter in un messaggio fa sapere che il parco dei widget da embreddare sui siti si amplia, introducendo il pulsante che permette dal sito di messaggiare direttamente un utente su Twitter, con un semplice click dal sito.

Il pulsante sembra un tentativo di Twitter di incoraggiare il contatto degli utenti dal sito tramite il canale. Non male per chi gestisce la customer care tramite il social!

BHexIPht

Message Twitter Website

Sazi di aggiornamenti? Forse ne abbiamo perso qualcuno? Se si, segnalatecelo come sempre. Intanto abbiamo un buon livello di informazioni utili per ricominciare a studiare! Le vacanze son finite!! 😉

Co-founder dell'agenzia, si occupa di sviluppare strategie Social e di Link Building intervenendo nell'ideazione, scelta e creazione dei contenuti nonché sviluppo dell'interfaccia comunicativa dei contenuti. In ambito design è occupata nello sviluppo di siti web, dalla radice all'interfaccia, e nella realizzazione di contenuti che siano più efficaci per comunicare in rete: infografiche, grafiche specifiche per i Social, User Interface per siti e landing page.

Guarda tutti i post di

Area di discussione: dicci la tua!

Grazie per lo share!

Puoi decidere di non perdere neanche un contenuto del nostro blog!

Iscriviti alla nostra newsletter genuina.
Promettiamo solo 2 contenuti a settimana, e solo post! (NO SPAM, NO MAIL PROMOZIONALI)

Inserisci la tua mail