social media

Facebook: novità su controllo SPAM, Ads e mobile da non perdere!

Facebook è uno dei social più ferventi in quando a cambiamenti. Ogni mese possiamo godere delle innumerevoli modifiche, visibili/grafico-funzionali e invisibili/algoritmiche, leggere o sostanziali, che per forza di cose ci costringono ad abituarci al nuovo meccanismo di funzionamento del canale.

In pochi giorni ad esempio ci sono stati nuovi annunci che ritoccano complessivamente l’algoritmo di visualizzazione dei contenuti contrastando la sempre crescente voglia di spam dei gestori delle pagine e alcune funzionalità degli Ads, nuove visualizzazioni e raffinamento delle campagne.
Novità in arrivo anche per l’app per Android che, attualmente in fase beta, sta per essere lanciata e per la chat da mobile.

Ma andiamo con ordine.

Facebook contro lo spam

Da sempre Facebook è in lotta con quelle pagine che, illecitamente, pensano di promuovere i propri contenuti in modo non proprio in linea con il canale. Questa volta l’algoritmo ha preso di mira contenuti spam, pubblicati a ripetizione e link spammosi.

Like bait

Le azioni dei proprietari di alcune pagine business sono cambiate nel corso del tempo per via delle riduzioni della visibilità dei post. Per ottenere un numero di interazioni accettabili i gestori hanno sempre più abbracciato, copiandosi tra loro, l’idea di pubblicare dei post come piccoli game che hanno l’obiettivo, con testo, immagini e frasi sul testo, di invogliare/coinvolgere gli utenti ad interagire con il contenuto sulla base delle preferenze personali con messaggi del tipo “mi piace se..”, “condividi se..”. Il tipico esempio è nella foto seguente, il prototipo del contenuto tipo, oggetto di penalizzazione da Facebook.

LikeBaiting650

Molti degli utenti comuni che usano il canale, a quanto comunicato, sono dell’opinione che questa tipologia di contenuto in realtà non è gradito e dunque sempre più spesso è segnalato/nascosto per spam. La motivazione per cui questa un contenuto così costruito è oggetto di attenzione da parte di Facebook è dovuta al fatto che non può in alcun modo essere interessante per l’utente che lo visualizza, non lo informa, non lo arricchisce e “sporca” la bacheca facendo perdere molti dei contenuti che in realtà potrebbero essere interessanti.

Tutto quello che distrae l’utente per Facebook è SPAM, per questo i recenti aggiornamenti hanno preso di mira questo modus operandi sui post che ovviamente diverranno oggetto di “penalizzazione” nel canale. Secondo la stima, contenuti di questo tipo sarebbero solo il 15% in meno rilevanti rispetto a contenuti con medesimo livello di engagement, dunque meglio rimuoverli per favorire quelle pagine che hanno voglia di condividere notizie interessanti, che meritano seriamente di essere condivise.

Ridondanza dei contenuti

Altra battaglia è iniziata contro quelle pagine che pubblicano e ricondividono in continuazione sempre gli stessi contenuti (immagini, video). Non possiamo nascondere che questo comportamento oltre che essere dannoso per lo storytelling della pagina, è davvero fastidiosa come pratica per il fan che ha deciso deliberatamente di seguirla. Obiettivamente è spam! Dunque per Facebook la regola è: meno rilevanza per l’utente, meno visibilità nel NewsFeed.

Dai test è stato verificato che, per i profili test interessati dalla riduzione della visibilità di contenuti ridondanti, c’è un’effettiva diminuzione delle segnalazioni degli utenti sui contenuti delle pagine.

Link spam

Altra pratica abbastanza fastidiosa è quella di dare una formattazione particolare ai link o utilizzare un linguaggio ambiguo che inganna l’utente a cliccare sul link presente per ottenere informazioni che si rivelano essere solo promozionali. Un esempio è di pagine che suggerisco il link ad una galleria di immagini ed invece aprono pagine pubblicitarie. Parliamo di link spam.
Sulla base dei click sui link confrontati con la frequenza di ricondivisione o like sul contenuto, Facebook è in grado di individuare i link spam, e sulla base di questa informazione è in grado di ridurre o azzerare la loro visibilità. Nei profili test è stato dimostrato che,, attraverso il rapporto click-like, è possibile migliorare i click degli utenti su link esterni sintomo che il contenuto link visualizzato nel NewsFeed gode di più fiducia.

Con queste modifiche, ancora una volta Facebook mostra un favore verso l’utente che lo utilizza e che ogni sua azione è finalizzata a migliorare l’esperienza dell’utente con il canale sulla base proprio delle segnalazioni degli utenti.

Nuove Feature

Pagine locali popolari

In ambito di feature Facebook torna a ragionare in termini di local testando la possibilità di segnalare le pagine popolari localmente. Sembra che l’aggiornamento in arrivo, presenti in un nuovo box sulla destra nella sidebar una lista di alcune delle pagine presumibilmente provenienti dalla propria pagina local che risultano più gettonate. Una nuova mossa di Facebook per cercare di rendere il social un punto di riferimento per gli utenti in mobilità o alla ricerca di “cosa fare” nelle vicinanze.

facebook segnalazione pagine local

Ritocchi agli Ads

Sul fronte degli ads piccole modifiche anche alla dimensione degli advertising a pagamento. In particolare l’attenzione non è solo rivolta alla dimensione che adesso è più ampia ed occupa tutto lo spazio dedicato alla sidebar, ma quel che è più interessante è che cominciano a somigliare sempre di più ai post pubblicati nel newsFeed. Peculiarità della nuova visualizzazione sono:

  • immagine: due volte più grande rispetto all’originale;
  • dimensione complessiva dell’ads maggiore.

Non sembra invece cambiare la lunghezza del titolo e del testo promo dell’advertising.

Dai primi test effettuati sulla nuova visualizzazione è stata registrato una efficacia di tre volte superiore rispetto alla struttura dell’advertising classico che tutti conosciamo. Una modifica di questo tipo però sembra ridurre lo spazio di advertising, riducendo il numero di sponsorizzazioni visibili laterali, il che potrebbe creare maggiore competizione, nella presenza, degli inserzionisti e forse potrebbe interessare anche il budget di investimento.

facebook-new-ad-hed-2014

Lookalike audience

Sempre in tema di Ads, Facebook sta lavorando per cercare di rendere molto più efficiente l’advertising a pagamento agendo sulla somiglianza tra i già clienti di un’azienda e il popolo di Facebook. Il modo migliore, infatti, per acquisire nuovi clienti è quello di cercare il target quanto più possibile simile a quello di riferimento e così, lavorando sulla similarità basata su persone che visitano o acquistano dal sito, azioni compiute da mobile (come scaricare musica o hanno fatto acquisti) o connessione con le pagine Facebook, sarà possibile raffinare al meglio l’audience esposta al messaggio promozionale il tutto a salvaguardia della privacy degli utenti che non saranno indicati per nome e cognome ma per gruppi di utenti.

similar-audience

Nuova App per Android e Facebook Messenger

Infine novità in arrivo anche dal punto di vista mobile. Una abbiamo avuto modo di “bestemmiarla” in questi giorni e che riguarda l’autoplay dei video da mobile, a quanto pare al momento impossibile disattivare nonostante la disattivazione, l’altra è in corso di lancio e riguarda la nuova App per Android con un redesign completo del NewsFeed e una navigazione più snella che rende più semplice e veloce la consultazione delle news e le azioni classiche svolte sul canale.

AndroidRedesignNewsFeed650

Infine sembra che presto diremo addio alla funzione chat di Facebook che permetteva di comunicare all’interno del canale a favore della sua app standalone Messenger che non è più facoltativa come in passato. Conservate dunque un po’ di spazio per sul vostro smartphone per accogliere questa novità.

Direi che tutti questi cambiamenti sono sufficienti! Buon Facebook a tutti! 🙂

Co-founder dell'agenzia, si occupa di sviluppare strategie Social e di Link Building intervenendo nell'ideazione, scelta e creazione dei contenuti nonché sviluppo dell'interfaccia comunicativa dei contenuti. In ambito design è occupata nello sviluppo di siti web, dalla radice all'interfaccia, e nella realizzazione di contenuti che siano più efficaci per comunicare in rete: infografiche, grafiche specifiche per i Social, User Interface per siti e landing page.

Guarda tutti i post di

Area di discussione: dicci la tua!

Grazie per lo share!

Puoi decidere di non perdere neanche un contenuto del nostro blog!

Iscriviti alla nostra newsletter genuina.
Promettiamo solo 2 contenuti a settimana, e solo post! (NO SPAM, NO MAIL PROMOZIONALI)

Inserisci la tua mail