Social Media Marketing

Facebook At Work: il social per l’azienda

Una nuova mossa in arrivo da parte di Facebook che, con le sue costanti stoccate, continua ad alimentare con grossi progetti il suo parterre di prodotti. Se le acquisizioni di Instagram e Whatsapp ci avevano già abbastanza sorpresi, dato che eravamo convinti che Facebook sarebbe risuscito a creare alternative efficaci ed ancora non si sa nulla riguardo la sua partecipazione alla compravendita di Twitter, oggi assistiamo con certezza ad un nuovo passo in avanti, verso terreni non ancora presidiati.

Oggi infatti Facebook ci riprova, stavolta con un’idea “interna” o forse meglio nativa, realizzata ex-novo, per assicurarsi quella fetta di mercato che attualmente vede in Microsoft come principale competitor, con Yammer e Linkedin.

Parliamo di Facebook per il lavoro, o meglio Facebook At Work. Progetto annunciato già in una nota nel 2015, torna a risuonare con insistenza. Ebbene si chiama così “At Work” quella che sarà la nuova piattaforma che avrà come obiettivo principale quello di permettere di agevolare le comunicazioni e le relazioni aziendali, quei rapporti di business che hanno bisogno di un ambiente dedicato per funzionare. Un workplace in cui evitare distrazioni e che serva esclusivamente a coltivare i rapporti aziendali, ma attraverso uno strumento più “chiuso”, rispetto ad un social network.

Probabilmente l’idea è nata per rispondere a quelle aziende che vedono nel canale uno strumento di distrazione e non di lavoro, che addirittura lo vietano sul posto di lavoro, impedendone il suo utilizzo.

at_work

Facebook At Work caratteristiche

Come sarà costituito il canale? Al momento possiamo solo descriverlo, abbiamo fatto una richiesta di accesso ma probabilmente si procederà per gradi. Il beta test ufficiale su 400 aziende è già iniziato a gennaio, e pare sia terminato, per questo gli annunci di un imminente lancio si fanno più insistenti e si parla di ottobre. Ci sono comunque in circolazione già un sufficiente numero di screenshot e video utili per idealizzare il modo di operare di Facebook At Work.

Descrivendo il canale possiamo dire che non si discosterà molto dal Facebook che tutti conosciamo, e dal Facebook Messenger che conosciamo. Il modo di interagire, le condivisioni, le pagine profilo resteranno praticamente simili. Si potranno seguire gli impiegati presenti in azienda, si potranno creare gruppi dedicati ad una tematica specifica ed inserire gli addetti coinvolti.

quote-3

facebook_atwork

Quel che distingue più di tutto il nuovo canale innanzitutto è il “tono” dell’ambiente di interazione che, declinando le sue sfumature sul grigio, dona un aspetto più professionale ed aziendale in cui funzionano diverse nuove feature specifiche per un canale dedicato alle interazioni aziendali.

La piattaforma avrà una versione desktop più completa in cui si troveranno aree aziendali utili a gestire gli avvisi – suddivisibili per location -, discussioni attive, lista dei progetti attivi, team coinvolti in un progetto, ma ci sarà anche una versione mobile più maneggevole per gestire i rapporti comunicativi anche quando si è in mobilità.
home-930x6871

La comunicazione

Come dicevamo nulla è una reale novità. Saremo tutti in grado già di utilizzare l’ambiente perché, a parte il colore, tutte le azioni che già svolgiamo con il canale saranno replicate.
Le comunicazioni tra lavoratori, a quanto possiamo capire, potranno avvenire o in one-to-one oppure in one-to-many. Cosa vuol dire? Che ogni impiegato potrà interagire privatamente con un proprio collega attraverso una chat, che permetterà anche di video-chiamare (proprio come su Messenger), o eventualmente si potrà creare una conversazione di gruppo in cui tutti gli utenti potranno interagire tra loro.

profilo-user

gruppi

teamwork_page

Quel che non è nettamente chiaro è se si potranno instaurare relazioni di follow anche tra aziende partner, magari per lavorare a progetti in joint venture. A quello che vediamo propendiamo più per un uso esclusivamente interno.

Inoltre su alcuni blog si è addirittura parlato di un rilascio in modalità inizialmente freemium, quindi lo strumento potrebbe diventare anche a pagamento per determinate feature, tra cui anche quello del collegamento tra più aziende collaboranti. Chissà!

Facebook at Work: A Connected Workplace is a More Productive Workplace from Facebook on Vimeo.

Co-founder dell'agenzia, si occupa di sviluppare strategie Social e di Link Building intervenendo nell'ideazione, scelta e creazione dei contenuti nonché sviluppo dell'interfaccia comunicativa dei contenuti. In ambito design è occupata nello sviluppo di siti web, dalla radice all'interfaccia, e nella realizzazione di contenuti che siano più efficaci per comunicare in rete: infografiche, grafiche specifiche per i Social, User Interface per siti e landing page.

Guarda tutti i post di

Area di discussione: dicci la tua!

Grazie per lo share!

Puoi decidere di non perdere neanche un contenuto del nostro blog!

Iscriviti alla nostra newsletter genuina.
Promettiamo solo 2 contenuti a settimana, e solo post! (NO SPAM, NO MAIL PROMOZIONALI)

Inserisci la tua mail