Il compito di chi utilizza i profili social, sia per il marketing per il personal branding, è riuscire a capire come massimizzare l’effetto promozionale dei contenuti del proprio profilo in modo che siano di impatto, quindi immediati, e che riescano a far capire in un istante cosa si sta promuovendo.
Questo, non è solo un fattore però collegato al contenuto o a i link che rimandano a siti professionali, ma è anche una questione prettamente legata al saper ottimizzare gli spazi che si hanno a disposizione e lavorare molto sulla parte grafica.
Abbiamo assistito ad una evoluzione su Facebook, dove all’inizio da semplice immagine di profilo siamo passati alle thumbnail e infine alla cover image generando in tutti i casi metodi creativi che permettessero di creare dei profili unici e originali. Anche sullo stesso Google+ le immagini di copertina sono elementi essenziali di tutto l’aspetto gradevole del profilo.

Oggi assistiamo ad un nuovo cambiamento che riguarda invece Twitter dove, da qualche mese, abbiamo la possibilità di lavorare molto di più su due livelli:

  • quello grafico: inserendo una immagine di “testata” che in realtà rappresenta la vera rivoluzione del nuovo Twitter;
  • quello legato alla visualizzazione dei contenuti: con il passaggio da semplici link, in contenuti immediatamente visualizzabili e fruibili all’interno del canale stesso.

Vediamo come questi due aspetti possono essere la nuova leva che permette al profilo, in questo caso mi riferisco a quello promozionale, di essere più accattivante.

Grafico

Background image

Twitter, dalla sua nascita, ha sempre dato un margine di personalizzazione al profilo attraverso la background image che è diventata nel corso degli anni, il vero strumento attraverso il quale rendere un profilo distintivo e professionale. Diversi esempi negli anni, hanno dimostrato come si può fare promozione anche attraverso una semplice immagine di sfondo. Ma come utilizzarla?
Secondo le linee standard di Twitter, che si deducono dalle immagini di prova, l’uso che se ne dovrebbe fare dell’immagine di sfondo è quello comune a molti social: un’immagine distintiva che rappresenti l’azienda promossa. Tuttavia, a differenza di quanto accade su Facebook, qui non siamo affatto limitati quindi la personalizzazione è libera e ovviamente da molto spazio alla creatività.

Uno tra gli usi più gettonati è quello di estendere il contenuto del profilo con i contatti professionali degli altri social. Alcuni preferiscono inserire le icone dei social in cui si è presenti, come facciamo noi, o altri inseriscono anche il link agli altri profili (anche se alle volte l’effetto non è proprio piacevole)

Ovviamente, bisogna tener presente che la visualizzazione del contenuto della background image è legato alla risoluzione dello schermo, quindi se proprio si ha la necessità di scrivere del testo è importante misurare alla perfezione le dimensioni in modo da essere d’effetto per tutti coloro che lo visitano.

La scelta più efficace secondo me è quella di essere sintetici ed essenziali. Se si vuol comunicare qualcosa farlo nello stile più minimal possibile evitando troppo testo e grafiche troppo invasive. Del resto l’utente che è sempre cosi veloce nelle visualizzazioni, non di certo ha il tempo di ricopiarsi da tastiera (non essendo cliccabile) tutto il link ad esempio di una pagina facebook! E’ molto più veloce cercarlo su Google.

Immagine di testata

L’immagine di testata, è la vera rivoluzione dei nuovi profili Twitter. Visibile da mobile e da desktop è un’ulteriore area di personalizzazione a disposizione. Inutile dire che, come già successo per Facebook, questa area è diventata di estremo interesse per i creativi che l’hanno già ampiamente utilizzata per rendere il profilo divertente ed originale. Più che descrivervi il suo utilizzo vi mostro alcuni esempi davvero efficaci che hanno utilizzato le tecniche ben note anche da Facebook tra cui quelle più di impatto: il mosaico e la tecnica puzzle.

Ecco invece alcuni esempi, che potrebbero distogliervi da utilizzare ancora l’immagine di background per inserire link. Questi profili professionali che vi mostro, hanno ben pensato di utilizzare l’immagine di testata come una sorta di “bigliettino da visita” includendo all’interno recapiti e addirittura promozioni su libri in pubblicazione e perché no call-to-action. Non male come alternativa no?

Non dimentichiamo inoltre che l’immagine di testata è il luogo all’interno del quale verranno ospitate tutte le informazioni di profilo quindi è importante compilare tutti i campi richiesti nella voce account per rendere il profilo completo. Quindi vi consiglio con il passaggio di rivedere la vostra bio e di aggiornarla rendendola più interessante dato il ruolo di rilievo che adesso occupa.

Alcuni consigli di twitter sulla creazione dell’immagin sono:

  • la risoluzione deve essere di 1252×626 px;
  • l’immagine deve essere più grande di 700 pixel per ottenere una visualizzazione di qualità;
  • il file deve essere sotto 5MB.

Visualizzazione dei contenuti multimediali

Nel complesso, notiamo come Twitter abbia lavorato molto anche sul migliorare la visualizzazione dei contenuti multimediali. In passato, le immagini pubblicate sul profilo, si perdevano nei meandri dello streaming. Da qualche tempo, però, Twitter ha deciso di perfezionare questo aspetto e di dedicare un box proprio ai contenuti multimediali condivisi.
La visualizzazione era già presente prima del recente aggiornamento ma adesso ci sono stati ulteriori miglioramenti. Con l’attivazione dell’immagine di testata, dalle impostazioni di profilo, viene modificato anche il box delle immagini che:

  • fa aumentare il numero delle miniature da quattro a sei;
  • cambia anche la dimensione delle foto che è leggermente più alta.

Per un profilo utente è interessante per recuperare delle foto condivise in passato e anche permettere ai follower di esplorarle sommariamente osservandole da lontano (ma comunque ad una sufficiente risoluzione) o nel dettaglio cliccandoci su e scorrendole con lo slider, ma pensiamo al potenziale di questo strumento per un’azienda che si promuove con Twitter.

Come può utilizzarlo un brand? Semplice! Creare, inserendo le immagini dei nuovi prodotti, un’area di vetrina utilizzabile per il lancio di nuovi prodotti (magari in esclusiva) o può diventare, ad esempio per un sito di ecommerce, un buon posto dove suggerire dei prodotti in vendita e catturare la curiosità o ancora per una pagina turistica può essere utilizzato come mezzo per la promozione del territorio e dei suoi prodotti. Di seguito alcuni esempi di come sia stato efficacemente utilizzato il servizio.

Ora avete in mano tutta la conoscenza e gli strumenti per rendere il vostro profilo Twitter molto più piacevole da visitare!

La cosa importante che mi preme sottolineare è che tutti questi aspetti di personalizzazione introdotti non si perdono nella versione mobile, come invece accade su Facebook.
Abbiamo la possibilità di veder visualizzato il profilo professionale cosi come è visualizzato su desktop. Ecco che quindi l’immagine di testata viene ad assumere un ruolo interessante per la promozione da mobile. Inserendo le informazioni salienti nella testata, potrebbe essere un modo utile per rendere un profilo business interessante anche per chi lo esplora in mobilità.

Avete creato dei profili creativi? Segnalateceli! ;)

..sull'autore,

Laureata in Informatica con una passione sfrenata per la grafica e il web design, che ha coltivato da autodidatta. Si occupa di Sviluppo e Design di sitiweb. E' una forte sostenitrice del Web 2.0, crede in Internet, e riconosce nel web un’opportunitá di crescita, di miglioramento e di socializzazione.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!