social media, Social Media Marketing

21 modi per sfruttare efficacemente Twitter [parte 2]

Per il Social Media Marketing su Twitter, abbiamo osservato che esistono diverse tattiche che possono essere sfruttate, per la promozione di un brand attraverso l’uso di campagne originali che permettono, anche a breve distanza di tempo, di incrementare il ROI anche di diversi punti in percentuale.

Molte di queste tattiche sono basate su premi e sconti altre invece, seguono la legge di Twitter come servizio clienti, insomma alla base c’è che lo strumento è utilizzato dagli utenti, se vi è anche un effettivo ritorno per chi decide di seguire un canale. Per chi si fosse perso la prima parte, invito a leggere il precedente post su marketing su Twitter.

Proseguiamo nell’analisi di altre campagne, che nel mondo hanno avuto successo sfruttando determinate tecniche e tool.

12. Marketing Territoriale e Mobile

Sfruttare la geolocalizzazione attraverso il mobile, è uno degli esempi più discussi e sfruttati quando si parla di Social Media, in particolare quando si usa Twitter. Il marketing territoriale è sfruttato dalle aziende per identificare e attrarre nuovi clienti che si spostano nelle aree circostanti l’attività o per far entrare di diritto la community costruita online, all’interno della vita quotidiana o dell’offline.

L’azienda coreana Kogi, che possiede dei camioncini per la distribuzione di taco al gusto BBQ, ha svolto un ottimo lavoro proprio attraverso Twitter localizzato. La loro strategia si basa, date le possibilità logistiche, nel permettere ai clienti, per mezzo dell’invio di Tweet a nome di @kogibbq, di far spostare il furgoncino nella zona di interesse. In più il canale è utilizzato per comunicare dove ci sarà la prossima postazione di vendita.
In questo caso di marketing geolocalizzato, oltre alla vendita del semplicissimo taco al BBQ, si vende all’utente un’esperienza d’acquisto del tutto inaspettata, e che sicuramente lascia il segno!

13. Conversazioni dal sito verso il sito

Le Social Media Dashboard, sono il futuro delle conversazioni onsite. I siti ufficiali, che integrano al proprio interno widget social, offrono la possibilità di generare conversazione per mezzo di Twitter onsite, con un duplice vantaggio: permettono non solo di seguire le discussioni nel sito in cui ci si trova senza spostarsi sul social network, ma anche di inviare tweet a una larghissima community di followers che a loro volta hanno la possibilità di partecipare apertamente, e generare visite verso il sito.

E’ questo il caso delle finali della Eastern Conference NBA, che vedevano sfidarsi i Cleveland Cavaliers e gli Orlando Magic. Attraverso l’integrazione di Twitter all’interno del sito ufficiale e un semplice meccanismo di login da Twitter e la piattaforma Gigya Socialize, i follower hanno potuto inviare i propri tweets direttamente dal sito verso Twitter. Questo ha permesso agli utenti di restare connessi al sito, ma non solo! Grazie all’utilizzo dei Tweet, sono aumentati gli accessi al sito, anche durante la partita.

14. User-Generated Change

I Social Media, come abbiamo visto e continua spesso ad accadere, possono generare delle vere “rivoluzioni” che permettono di smuovere le masse e generare cambiamento.

Storicamente, le elezioni in Iran hanno rappresentato il punto di svolta per la nascita di un cambiamento generato dagli utenti. Anche se i risultati delle elezioni non cambiarono, il governo iraniano fu messo alle strette e dovette dare una risposta.

Questo è un esempio che dimostra che utilizzare Twitter può divenire anche sinonimo di emancipazione e cambiamento. Sulla base di questa idea, sono nati due servizi “Twitition” e “TinyPetition” (attualmente non più attivo) dedicati a quelle persone che attraverso Twitter, vogliono chiedere ufficialmente il cambiamento.

15. Vendor Relationship Management

Una forma di gestione delle relazioni introdotta da Cluetrain Manifesto di Doc Searls, il Vendor Relationship Management (VRM), inverte il flusso di lavoro di CRM (customer relationship management) dalle aziende ai clienti. 
I Social Media sono uno strumento potente per forzare o incoraggiare le imprese che devono ancora ad abbracciare il Web sociale per aumentare l’engagement e la partecipazione attraverso l’ascolto e l’evoluzione.

Considerando il fatto che, un cliente non ha un volto quando invia email o chiama ad un call center, il Social Media ha il compito di dare potere, una volta era detenuto esclusivamente dal brand, al cliente permettendo di generare di fatto un equilibrio tra le parti.

La Wigglers Wiggly , con sede in UK, azienda che rivende prodotti di agricoltura e forniture per giardinaggio, è stato sorpresa nell’apprendere che la British Telecom, soprattassava l’azienda di $10.000. Dopo cinque mesi di una situazione di stallo e senza alcuna promessa o speranza di risoluzione, la proprietaria, Heather Gorringe, decise di Twittare la sua situazione. Entro 30 minuti, la @BTCare inviò una risposta di assistenza e due giorni dopo, il problema è stato risolto.

Su bassa scala, sfruttare i social network per ottenere le risposte che si desiderano è un modo per forzare le aziende a darsi una smossa, ma è anche motivato questo: rispondere velocemente è un dovere, dato che le mancanze vengono messe in luce sotto i riflettori del web.

Del resto è vero che:

“un cliente felice lo dice a poche persone, ma un cliente scontento lo dice a tutti”

I Social Media diventano quindi uno strumento che fa da amplificatore per chi cerca il cambiamento, il miglioramento, e la risposta a un problema.

6. Ideazione

Molte aziende tra cui Sturbucks con My Sturbuks Idea e Dell con IdeaStorm, permettondo agli utenti, in crowdsourcing, di generare nuove idee, può diventare solo una fonte eccellente per l’innovazione, ma anche un mezzo efficace per stabilire un miglioramento futuro.

IBM utilizza Twitter per testare idee e sollecitare i feedback e idee attraverso il canale @ibmresearch.

17. Reclutare dipendenti

Twitter è una calamita per le persone in cerca di informazioni. Ed è una delle ragioni per cui è stato lanciato il canale @microjobs. I responsabili delle assunzioni utilizzano molto Twitter per cercare candidati per le posizioni aperte.
Per le aziende ciò rende possibile non solo risparmiare una notevole quantità di denaro sulle inserzioni e metodi tradizionali per promuovere posizioni aperte, ma l’azienda di per sé, si crea una presenza web attraverso la pratica del “non fare marketing” attraverso il processo di ricerca di candidati qualificati.

18. Eventi

L’organizzazione di eventi e promozione, sono le applicazioni più naturali d’uso per Twitter. Twitter Meetup mostra le relazioni online che stanno diventando reali connessioni.

Sulla scia degli eventi, l’azienda Coffee Groundz, organizza regolarmente eventi al fine di attirare centinaia di clienti in negozio per ogni evento creato.

19. Ricerca e Informazione

Il web sociale è una rete che, in tempo reale, permette di aggregare preziose informazioni che solitamente passerebbero del tutto inosservate. Esistono pochi servizi che si pongano interesse verso l’innovazione e la creatività.

Un esempio sono brand.peoplebrowsr.com e celebrity.peoplebrowsr.com, che in tempo reale forniscono statistiche dei marchi o celebrità più attivamente discussi su Twitter ad ogni ora, ma anche di rivelare il sentiment che è associato a ciascuno di essi.

StockTwits, invece, attraverso un approccio basato sulla community, offre un servizio di informazione per gli investimenti. Gli utenti possono “ascoltare” gli investitori e i commercianti, o contribuire alla conversazione. Il servizio sfrutta Twitter come piattaforma di produzione di contenuti e trasforma i tweet in dati di tipo finanziario, strutturati per titoli, utenti, e reputazione.

20. Ricerca di fondi

Questa è una grande opportunità che Twitter offre, e ci sono storie incredibili su come le persone utilizzano il canale e il web sociale per raccogliere fondi per cause benefiche o capitali per progetti e aziende.
Twitter permette di dare attenzione a progetti al fine di un contributo, attraverso l’informazione e l’educazione, senza forzature.

Un caso esemplare di Social Media per la beneficenza, è quello di Beth Kanter, una delle persone che ha dimostrato di avere più influenza nell’utilizzo dei Social Media, per aumentare l’awareness e il denaro per la sue cause.

Uno dei progetti che ha portato avanti, è dedicato ad aiutare gli orfani in Cambogia che ad oggi, ha raccolto oltre 200.000$. Beth, ha anche usato Twitter, Widget, e altri Social Network per aiutare molte altre organizzazioni o cause. 

Jeff Pulver, fondatore di “The 140 Characters Conference”, ha deciso di aiutare a evitare che una madre single e sua figlia fossero sfrattata dal loro appartamento, attraverso l’utilizzo di un servizio online di pagamento per raccogliere soldi per saldare l’affitto. TipJoy è fondamentalmente un PayPal per Twitter, che vive su Twitter, e ha rappresentato la fonte di guadagno per questa campagna, sfruttando i tweet, i retweet e contributi.

21. Saggezza

Uno dei consigli migliori che si possono attuare su Twitter sono: ascoltare e rispondere. E’ utile ed efficace per attirare nuovi clienti, accrescere l’approvazione da quelli già esistenti e infondere lealtà.
Mettersi a disposizione come una risorsa per la community, rispondendo in modo proattivo a utenti online che si stanno ponendo domande, e assistere coloro che sono alla ricerca di consulenza e di una guida può seminare fiducia e rispetto verso l’azienda e per le sue cause aziendali.

Ci sono vantaggi misurabili ma anche incalcolabili nel dedicare risorse per guidare gli individui e le organizzazioni di risoluzione.
Il caso di @homedepot che monitora i dialogi legati alle aziende, ma anche quelle persone che stanno affrontando progetti di casa e sono in cerca di suggerimenti e istruzioni.

@Twelpforce di Best Buy ha istruito il suo intero staff di dipendenti a intercettare quelle discussioni relative a elettronica di consumo, home theatre, giochi, musica, elettrodomestici, e alla tecnologia in genere, e di rispondere alle domande, anche se non sono direttamente legati al Best Buy marchio.


Finisce qui questa lunga rassegna in due parti sui differenti utilizzi di Twitter. I casi americani restano sempre i più eclatanti per innovazione e creatività, che ci lasciano spunti da cui non si può che imparare.

Abbiamo in programma di realizzare una rassegna d’uso di Twitter in Italia. Se avete segnalazioni di campagne italiane, saremo lieti di prenderle in considerazione. 😉

Co-founder dell'agenzia, si occupa di sviluppare strategie Social e di Link Building intervenendo nell'ideazione, scelta e creazione dei contenuti nonché sviluppo dell'interfaccia comunicativa dei contenuti. In ambito design è occupata nello sviluppo di siti web, dalla radice all'interfaccia, e nella realizzazione di contenuti che siano più efficaci per comunicare in rete: infografiche, grafiche specifiche per i Social, User Interface per siti e landing page.

Guarda tutti i post di

Area di discussione: dicci la tua!

Grazie per lo share!

Puoi decidere di non perdere neanche un contenuto del nostro blog!

Iscriviti alla nostra newsletter genuina.
Promettiamo solo 2 contenuti a settimana, e solo post! (NO SPAM, NO MAIL PROMOZIONALI)

Inserisci la tua mail